FERMO – Si accresce l’attività della Polizia di Stato lungo la costa fermana all’inizio della stagione estiva, su tutti i fronti della prevenzione e repressione dei reati.

Anche sul fronte dell’immigrazione clandestina, nella corrente settimana, personale dell’Ufficio Immigrazione della Questura di Fermo eseguiva due provvedimenti di espulsione dal territorio nazionale a carico di due giovani pakistani Il primo, ventenne, recatosi presso lo sportello della Questura per presentare la domanda di rinnovo del permesso di soggiorno scaduto da tempo, risultava invece irregolare.

Mentre il secondo, anch’esso ventenne, presentatosi spontaneamente in Questura per richiedere il permesso di soggiorno invece riceveva un’espulsione per mancanza di requisiti.- Era proprio di ieri, invece che un richiedente asilo di nazionalità Pakistana si presentava in Questura dichiarando di essere entrato in Italia solo pochi giorni prima sbarcando nel porto di Ancona. Accurati e mirati accertamenti permettevano al personale dell’Ufficio immigrazione di scoprire le falsità delle dichiarazioni dello straniero risultato presente nel nostro paese già dal 2016 quando inoltrava richiesta di protezione internazionale alla Questura di Udine, con contestuale rilascio di un permesso di soggiorno per asilo; lo stesso sempre nel 2016 era richiedente di protezione internazionale in Ungheria e nel 2019 in Francia:  richieste tutte respinte. Inevitabilmente il cittadino Pakistano veniva espulso dal territorio nazionale. 


Copyright © 2020 Riviera Oggi, riproduzione riservata.