CORROPOLI – In pizzeria nonostante il regime di sorveglianza speciale al quale era stato sottoposto da tempo: scatta la denuncia per un 33enne. E’ costata cara l’uscita per una cena fuori casa a M.L, un pregiudicato di 33 anni, residente in Provincia di Asti, destinatario, già da diverso tempo, di un misura di sorveglianza speciale, emessa dal Tribunale di Foggia, che lo obbligava a non uscire dalla propria abitazione dalle 21 alle 07 del giorno successivo e a non frequentare persone pregiudicate.
I carabinieri della stazione di Corropoli, nell’ambito di una mirata attività di controllo del territorio, lo hanno invece identificato e denunciato, nella serata di venerdì, mentre il giovane, infischiandosene della sorveglianza speciale, si era portato in un locale di Corropoli per mangiare una pizza, per giunta in compagnia di tre amici risultati poi essere tutti e tre pregiudicati. Una piena violazione di quanto aveva stabilito tempo fa il tribunale che ha inevitabilmente fatto scattare nei suoi confronti una nuova denuncia. Inoltre, i carabinieri intervenuti hanno anche prontamente inviato una richiesta al questore di Teramo per un foglio di via obbligatorio dai Comuni di Corropoli e Controguerra della durata di 3 anni per il 33enne.


Copyright © 2019 Riviera Oggi, riproduzione riservata.