TERAMO – Minaccia di morte la ragazza.

E’ quanto accaduto nel tardo pomeriggio di giovedì 13 giugno nella centralissima Piazza Martiri della Libertà di Teramo.

Un’esagitata lite poteva sfociare in tragedia: due giovani ventenni, un ragazzo ed una ragazza, litigano per questioni “di cuore”. Lui, vistosi rifiutato, rivolge ripetutamente minacce di morte alla giovane, brandendo un coltello e urlandole che l’avrebbe sgozzata.

L’immediato allertamento del “113”, ha consentito alle due Volanti in servizio di sopraggiungere velocemente nella Piazza da direzioni diverse e bloccare il ragazzo mentre si stava allontanando per via Carlo Forti.

Nel frattempo l’operatore del “113” ha mantenuto constanti contatti telefonici con la ragazza, tranquillizzandola e suggerendole il comportamento da tenere nel grave consto che era maturato.

Dopo essere stato bloccato e perquisito, il giovane non è stato trovato in possesso del coltello di cui verosimilmente si era disfatto nell’allontanarsi dalla Piazza.

Condotto in Questura, è stato tratto in arresto e posto a disposizione della Procura della Repubblica che ha stabilito l’accompagnamento presso la Casa Circondariale di Teramo.

 


Copyright © 2019 Riviera Oggi, riproduzione riservata.