TERAMO – Un anomalo andirivieni di un furgoncino all’interno di un anonimo locale ha fatto emergere la presenza di un deposito abusivo di farmaci.

Lo hanno scoperto, in una località della costa teramana, i Carabinieri del Nas di Pescara. Nel deposito, sprovvisto della specifica autorizzazione regionale, c’erano farmaci ad uso umano stipati su di bancali di legno insieme a pneumatici, batterie per auto ed altro materiale.

I medicinali rinvenuti, 1.074 confezioni, sono stati sequestrati, mentre i titolari del deposito sono stati denunciati. Ai militari per la tutela della salute sono stati sufficienti pochi servizi di appostamento per capire quale attività si nascondesse dietro l’andirivieni del veicolo.

I Carabinieri hanno inoltre accertato che il trasporto dei farmaci avveniva mediante un furgone privo dei requisiti necessari, non registrato né coibentato termicamente.


Copyright © 2019 Riviera Oggi, riproduzione riservata.