SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Evidentemente era destino. Nel giorno del tripudio delle Frecce Tricolori che hanno incantato l’intero arenile rivierasco con le loro maestose performances aeree, a Rieti l’atleta più rappresentativa della  nostra città Emma Silvestri si è tinta anch’essa di tricolore vincendo il titolo italiano juniores dei 400 metri ad ostacoli, un’altra affermazione che allunga la serie di titoli a livello nazionale.

E l’ha fatto da par suo, da autentica dominatrice, stracciando letteralmente tutte le sue avversarie, in una gara che non ha mai avuto storia, con l’argento europeo allieve della Collection Atletica Sambenedettese in testa sin dal primo metro e vittoriosa sul traguardo con 59”46, con ben sei metri di distacco sulla seconda Matilde Biella che ha chiuso in 1’00”55.

Ed è stata una vittoria da record in quanto il crono dell’atleta allenata da Patrizia Bruni ed Anna Mancini stabilisce il nuovo primato regionale juniores, ritoccando di 19 centesimi il precedente record che apparteneva alla fermana Enrica Marziani stabilito nel 2008.

La Silvestri aveva agilmente vinto la sua batteria eliminatoria con 1’02”41, denotando un eccellente stato di forma poi espresso appieno nella finale durante la quale ha dettato legge, correndo con il terzo migliore tempo della sua carriera.

Adesso per Emma ci sarà l’appuntamento clou della stagione che sono i Campionati Europei juniores che si svolgeranno a Boras in Svezia dal 18 al 21 luglio, rassegna che vedrà in pista tutte le migliori atlete del continente ed in occasione della quale, ne siamo certi, indossare nuovamente la maglia azzurra per la Silvestri le darà una marcia in più per abbattere il fatidico muro dei 59 secondi e per giocarsi chances da podio.

Ad ogni modo a Rieti è sfrecciata una freccia tricolore, si chiama Emma Silvestri.


Copyright © 2019 Riviera Oggi, riproduzione riservata.