SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Anche quest’anno la Guardia Costiera scende in campo con la campagna Mare Sicuro, un’attività anticipata, per la prima volta, al 1° giugno, che sino al 15 settembre vedrà impegnati su tutto il litorale marchigiano, da Gabicce Mare a Porto d’Ascoli, circa 400 uomini e donne a tutela di bagnanti e diportisti, per garantire la corretta fruizione delle spiagge e del mare.

L’operazione Mare Sicuro esprime l’attitudine del Corpo volta a garantire la sicurezza della navigazione, la salvaguardia dei bagnanti, dei diportisti e dei subacquei, nonché quella di promuovere, incoraggiare e sostenere la “cultura del mare” quale senso di responsabilità per la tutela dell’ecosistema marino e dell’ambiente tutto.

Per tali scopi saranno impiegati 39 mezzi terresti, 26 unità navali, di cui 5 d’altura, 8 costiere, 12 gommoni veloci, una moto d’acqua, nonché qualora necessario i mezzi aerei di ala fissa e rotante del vicino 3° Nucleo Aereo Guardia Costiera di Pescara.

La campagna, sarà strutturata in due fasi: una prima fase preparatoria, durante la quale sono state messe in atto attività didattico-informative volte a sensibilizzare l’opinione pubblica riguardo alla sicurezza in mare e della tutela dell’ambiente marino, e una seconda fase operativa, che vedrà impegnato il personale del Corpo in missioni “mare-terra” con l’impiego contemporaneo di mezzi sia nautici che terrestri.

L’importanza che da anni l’operazione Mare Sicuro riveste sul territorio nazionale, ed in particolare in quello della regione Marche è testimoniato dai risultati conseguiti nell’estate 2018:

  • 11986 sono stati i controlli effettuati;
  • 22 sono state le unità navali soccorse per avaria al motore, per incaglio e per avverse condizioni meteorologiche;
  • 96 sono state le persone soccorse/recuperate;
  • 354 sono stati i verbali amministrativi elevati per un totale di circa € 123.000;
  • 15 sono state le comunicazioni di reato inviate all’Autorità Giudiziaria – di cui 13 per violazioni dell’utilizzo del demanio;
  • 19 sono state le persone recuperate prive di vita, di cui 13 per annegamento dovuto a malore.
  • 4310 metri quadrati di spiaggia libera e 150 metri quadrati di mare sono stati restituiti alla pubblica e gratuita fruizione, provvedendo al contempo al sequestro di 720 lettini/sdraio, 663 ombrelloni, 572 basamenti per ombrelloni, 35 attrezzature varie e giochi, 150 metri di reti da posta, gavitelli e boe, nonché l’elevazione di sanzioni amministrative per un totale di € 15.845,15.

Parte integrante dell’operazione Mare Sicuro, come noto, la campagna “Bollino Blu”, iniziativa finalizzata a razionalizzare l’impegno delle forze di polizia in mare ed evitare la duplicazione dei controlli sulle medesime unità da diporto, mediante il rilascio e la successiva applicazione di un adesivo sullo scafo a seguito del primo controllo avuto con esito positivo: 243 sono stati quelli rilasciati lo scorso anno.


Copyright © 2019 Riviera Oggi, riproduzione riservata.