MONTEPRANDONE – Tutto pronto per un appuntamento che mano a mano sta diventando un “classico”, molto gradito, del Piceno.

Parliamo di “Fermento Marchigiano”, edizione 2019 e atto terzo, che si svolgerà dal 7 al 9 giugno nel centro storico di Monteprandone. Il Festival di birra artigianale e della gastronomia locale anche quest’anno propone iniziative, e laboratori, interessanti a disposizione dei visitatori. Non mancheranno spazi dedicati all’arte e allo sport. Kermesse a cura dell’associazione Le Due Porte in collaborazione con Marche di Birra, patrocinata da Comune e Regione e sostenuta da Bim Tronto.

Dodici i birrifici protagonisti della rassegna: otto dalle Marche, due dall’Abruzzo e due dal Lazio. Ecco chi ci sarà: 20.13 (San Benedetto), Carnival (Offida), Del Rio (Caldarola), Jester (Petritroli), Babylon (Folignano), Millecento (Fabriano), La Castellana (Serra Sant’Abbondio), Maltenano (Servigliano), Bibibir (Castellalto), Opperbacco (Notaresco), Alta Quota (Cittareale), Ecb (Roma);

Undici attività, invece, coinvolte: Osteria 1887 (Monteprandone), Macelleria Gigi The Butcher (Monteprandone), La Bottega di Barbara (Monteprandone), Ristorante San Giacomo (Monteprandone), Pro Loco di Monteprandone, Gelateria New Malù (Martinsicuro), Caffè del Borgo 197 (Monteprandone), Forno Di Biagio (Monteprandone), Panificio Tremaroli (Grottammare), Il Caffè del Marinaio (San Benedetto del Tronto), Housè Caffè (San Benedetto del Tronto).

Gli stand saranno aperti dalle 18 fino all’1.30. Cibo, birra e musica in piazza dell’Aquila. Mercatini espositivi di artigianato locale per il centro storico: il mercatino di Giggetta in piazza IV Novembre, il mercatino del Castello in piazza Castello.

Per i più piccoli sarà presente l‘area bimbi all’ingresso della sala consiliare a cura della Ludobus. L’8 giugno raduno di Harley Davidson e il 9 di vetture americane. Nei giorni della rassegna ci saranno la mostra fotografica di Alessia Spina “Oktober Mess, le tre fasi di una sbronza a base di birra” e la mostra d’arte contemporanea di Nazareno Luciani con lo “Spazio Mohoc”.

L’8 e il 9 giugno, in un giardino privato presente nel percorso di Fermento Marchigiano, avverrà dalle 19.30 l’aperitivo contadino con Filotei, Felicioni e il Transumante con assaggio della birra ufficiale di Fermento Marchigiano 2019, “The Girl from IPAnema” al costo di dieci euro. Per quest’ultima ci sarà un’anteprima il 4 giugno presso il Pub Re Nero di Centobuchi dalle 19,30.

Il 9 giugno, dalle 17.30 presso il piazzale del campo comunale di via Barattelle ci sarà la “Eagle Fun Race” a cura della palestra Eagle, info e iscrizioni su info@eaglfitness.it e 0735585677.

Non mancheranno anche quest’anno i laboratori di degustazione birra a Palazzo Parissi, nei tre giorni della rassegna, con il docente Luca Di Saverio.

Nella serata del 31 maggio è avvenuta la presentazione a Monteprandone alla presenza degli organizzatori, rappresentanti della nuova amministrazione comunale e di alcuni titolari delle attività commerciali presenti nella manifestazione. Presente anche Fabio Urbinati in rappresentanza della Regione Marche.

Ad aprire la conferenza è Stefano Barbizzi, presidente de ‘Le Due Porte’: “Siamo convinti di aver creato un format corretto, siamo contenti delle edizioni precedenti e siamo motiviati per quest’anno. Ringraziamo, ovviamente, tutti coloro che si adoperano per la realizzazione della rassegna. Le novità sono varie fra cui l’area bimbi con giochi e animatori, il mercatino espositivo è raddoppiato: oltre a Giggetta ci sarà quello del Castello. Tornano, poichè molto apprezzate, le mostre fotografiche di Alessia Spina e d’arte di Nazareno Luciani. Salda la parte sportiva con l’Eagle Fun Race ovvero la corsa più schiumosa che c’è in collaborazione con la palestra Eagle. Ci sarà anche un raduno dedicato alle Harley Davidson e alle macchine americane, rispettivamente l’8 e il 9 giugno. Abbiamo, inoltre, realizzato una birra apposita per la kermesse e la proveremo il 4 giugno a Centobuchi presso il Pub Re Nero. Si chiamerà Ti presento la mia (T)Ipa, ‘The girl from IPAnema” e sarà a disposizione negli aperitivi che si terranno sabato 8 e domenica 9 giugno, dalle 19.30, in un giardino che farà parte del percorso di Fermento Marchigiano con Filotei (Arquata), Transumante (Monteprandone) e Felicioni (San Benedetto) ed è gradita la prenotazione. Ringrazio anche Massimo Croci della Seventeen Eventi, la sua associazione si prenderà cura delle attività musicali e di animazione. Ricordo che il principale obiettivo di Fermento Marchigiano è il rilancio del territorio tramite le attività locali che sono parte importante della comunità”.

Marco Romandini, fresco consigliere comunale della giunta Sergio Loggi: “Porto i saluti del neo sindaco, assente per impegni già presi in precedenza. Appoggiamo questa rassegna poiché fa emergere il nostro territorio con l’enogastronomia. Evento molto interessante anche dal punto di vista culturale. Un grazie va agli organizzatori e alle attività che partecipano”.

Mary Cossignani, altra neo consigliera comunale della nuova amministrazione: “E’ una manifestazione che rappresenta il fiore all’occhiello del nostro Borgo. Aver coinvolto diversi attori del paese ha reso questo format invidiabile. Una rassegna che cresce anno dopo anno. L’edizione 2019 si preannuncia entusiasmante”.

Fabio Urbinati, consigliere regionale: “Quando facemmo la prima edizione c’era un pò di tensione e preoccupazione ma erano comunque timori giusti ovvero la volontà di fare bene. Fermento Marchigiano è un format innovativo perché non promuove solo la birra ma anche altre eccellenze di vario genere del territorio. Rassegna che ha avuto una crescita costante. Quando si riesce a portare il valore aggiunto di una comunità è sempre un successo. Per me questa manifestazione è la migliore tra quelle nate negli ultimi anni in Regione”.

Luigi Contisciani, Bim Tronto: “Da tre anni abbiamo creduto in questa manifestazione e noi crediamo in quelle che danno un sostegno economico e non solo alle popolazioni. La rassegna ha aiutato anche a conoscere il territorio e sappiamo quanto sia fondamentale dopo il sisma 2016. Rivitalizzare i borghi è molto importante per un rilancio a livello nazionale e noi teniamo molto a questo”.

Luca Di Saverio (docente di corsi di degustazione di birra e giudice al concorso Birra dell’Anno) coordinerà i laboratori dell’edizione 2019: “Anche quest’anno ci occuperemo dei laboratori, sono incontri che servono principalmente per valorizzare la birra artigianale e dare una consapevolezza al consumatore di poter capire cosa sta bevendo. Degustazioni che consistono in quattro birre e quattro piatti, preparati da ristoratori locali, al costo simbolico di 5 euro. Per informazioni e prenotazioni è disponibile il numero 3404710205”.

Amanti della birra artigianale, dei prodotti gastronomici e del divertimento segnatevi, quindi, sull’agenda i giorni del 7, 8 e 9 giugno: “Fermento Marchigiano” vi aspetta.


Copyright © 2019 Riviera Oggi, riproduzione riservata.