RIPATRANSONE – Emozioni e cerimonia nell’entroterra, nella mattinata del 20 maggio.

Il Brigadiere Capo Donato Romano, originario di Lecce, sposato con due figli,  lascia il servizio attivo per raggiunti limiti di età dopo 42 anni nell’Arma dei Carabinieri di cui ben 32 trascorsi alla Stazione di Ripatransone.

Stamane, presso il Municipio di Ripatransone, il Sindaco Alessandro Lucciarini de Vincenzi, alla presenza del Comandante Provinciale dei Carabinieri Colonnello Ciro Niglio, del Comandante della Compagnia di San Benedetto del Tronto e della locale Stazione, oltre che della cittadinanza, ha inteso organizzare una breve ma significativa cerimonia di commiato al Brigadiere Capo Romano, proprio a voler suggellare il lungo periodo trascorso dal militare a servizio dei cittadini di Ripatransone, con riconosciuta professionalità, profonda abnegazione e spiccata umanità.

Il Colonnello Niglio, nel discorso di commiato, ha sottolineato l’importanza dei Comandi Stazione Carabinieri quale punto di riferimento sicuro per la cittadinanza, come le ha definite recentemente il Capo dello Stato:  “presidio di professionale e rassicurante prossimità e, rivolto a Romano, ha affermato che durante la sua onorata e lunga carriera si è fatto apprezzare e stimare dai superiori, dai colleghi che hanno avuto l’occasione di lavorare con lui e soprattutto dai cittadini, per la sua riconosciuta disponibilità e alto senso del dovere sia nei rapporti Istituzionali che nelle delicate mansioni svolte, interpretando a pieno l’essere Carabiniere e la scelta di vita che ne consegue, sentendosi, come disse orgogliosamente il Generale Dalla Chiesa, gli alamari “cuciti sulla pelle”.


Copyright © 2019 Riviera Oggi, riproduzione riservata.