SAN BENEDETTO DEL TRONTO  – Di seguito un comunicato del tesoriere dei Radicali Marche Paolo Forlì.

“La prossima scadenza elettorale delle elezioni europee del 26 maggio non rappresenta solo una sfida tra candidati di vari partiti e partitini, più o meno euroscettici, più o meno sovranisti, più o meno liberali.

Oltre alla incomprensibile quantità di soldi che andranno a nuovi e vecchi eletti, questa volta la sfida non si ferma a questi due aspetti (sovranismo o meno & stipendi da capogiro). Questa volta, per davvero e con urgenza, la sfida principale è quella tra ambientalisti ed il resto del mondo. Allo scorso congresso di Più Europa Marco Cappato ha tentato in tutti i modi di porre la questione ambientale al centro delle prossime azioni politiche, ma evidentemente gli attuali reggenti (Della Vedova, Tabacci & C.) avevano ben altro a cui pensare: tessere, poltrone, antiche pratiche clientelari.

Da questa consapevolezza nasce la nostra decisione di sostenere Europa Verde. E non è affatto importante se a questa tornata elettorale questo prezioso soggetto politico, per definizione ambientalista in ogni angolo del suo dna, raggiunga l’1, il 2, il 3, il 4 o il 5 % dei consensi. Ciò che importa è che si delinei la nascita di un nuovo percorso, l’inaugurazione di un progetto che incarni tutte le battaglie verdi ed ecologiste del quale il mondo ha bisogno.

Non possiamo far finta nulla: sconvolgimenti climatici e tragedie di ogni tipo, nuove malattie per esseri umani ed animali, aria inquinata, mari inquinati, cibi inquinati. Come è possibile non sentire dentro di noi la necessità di combattere, di cambiare le nostre abitudini? Come possiamo non sentire l’urgenza di farci governare da istituzioni che mettano l’ambiente al primo punto della loro agenda?

In altri paesi lo hanno capito: in Germania le ultime consultazioni regionali hanno registrato un boom dei Grunen, arrivati ad essere il secondo partito in land importanti come la Baviera o il Baden-Wuttenberg, dati confermati dai sondaggi nazionali che danno i verdi tedeschi oltre il 20% e stabilmente sopra l’SPD. Questa tendenza è destinata a contagiare tutti gli altri paesi, senza alcun dubbio. Basta poco: basta prendere atto di dove vogliamo portare il mondo, e far partire un nuovo percorso.

Per lunedì 20 maggio abbiamo invitato Annalisa Corrado, capolista di Europa Verde alle prossime elezioni europee. Ci vedremo alle 19.00 all’Haus Food & Design per chiederle tutto ciò che vogliamo e per ascoltare le sue parole.
Il 26 maggio sosterremo Europa Verde, e la sua capolista Annalisa Corrado, per l’inizio di un nuovo percorso. Perché ogni voto ad Europa Verde sarà utile per migliorare la qualità delle nostre vite”.


Copyright © 2019 Riviera Oggi, riproduzione riservata.