SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Stoccaggio del gas e terremoti. Se esista una correlazione tra questi due fenomeni è la domanda che è stata posta nell’inchiesta di Report, nella puntata andata in onda su Rai 3 nella serata del 13 maggio.

A rilasciare un’intervista è il geologo inglese Peter Styles il quale, nel 2012, fu nominato Presidente della Commissione Ichese, istituita dalla Protezione Civile e della Regione Emilia Romagna per indagare, appunto, sul possibile legame tra gli eventi sismici del 20 e 29 maggio 2012 e le attività petrolifere in Pianura Padana.

L'immagine può contenere: 1 persona, in piedi e spazio all'aperto

Styles denuncia che alla commissione non fu presentata la documentazione completa sulle attività dello stabilimento di stoccaggio del gas di Minerbio dove, sei mesi prima del sisma, era stata sperimentata per la prima volta la sovrappressione da parte della Stogit, con più di 300 milioni di metri cubi iniettati nell’impianto. ”Nessuno ci ha detto che era stata iniettata una così grande quantità di gas in più. C’è quantomeno una relazione temporale tra i due eventi” afferma il geologo inglese.

Nessuna descrizione della foto disponibile.

A seguito delle conclusioni dello studio di Styles, nel 2013 venne presentato un controstudio commissionato dalle aziende petrolifere, in cui veniva esclusa ogni relazione col sisma: “Le aziende petrolifere provarono a legarci un braccio dietro la schiena, a spaventarci” afferma Styles, il quale denuncia alcuni comportamenti politici che, mossi da interessi di natura economica, avrebbero cercato di cambiare le carte in tavola, negando la relazione tra sisma e attività petrolifere.

L'immagine può contenere: spazio all'aperto

A rassicurare sulla istituzione di una nuova Commissione Via, nel prossimo mese di giugno, per la verifica sulla compatibilità tra progetti industriali e ambiente-sicurezza, è il ministro all’Ambiente Sergio Costa.

 


Copyright © 2019 Riviera Oggi, riproduzione riservata.