MONTEGIORGIO – Un vero e proprio arsenale a disposizione di un ragazzo. 

Nel corso della notte tra il 13 e 14 maggio, i Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile Compagnia di Montegiorgio e della Stazione di Servigliano hanno tratto in arresto, nella flagranza dei reati di detenzione e porto abusivo di armi un trentunenne disoccupato di Fermo.

L’uomo, sottoposto a controllo nel centro abitato di Rapagnano, all’esito di una perquisizione personale e veicolare, è stato trovato in possesso di una pistola Beretta, modello 70, calibro 7,65, perfettamente funzionante e in ottimo stato di conservazione, con un colpo in canna, altri 71 proiettili dello stesso calibro, di cui 9 già inseriti in 2 caricatori, un fucile a due canne ad avancarica, privo di marca e matricola, con 70 pallettoni e due repliche di pistole ad avancarica, anch’esse prive di marca e matricola.

Sono in corso le indagini tese a stabilire la provenienza delle armi e delle munizioni.

L’arrestato sarà condotto nella Casa di Reclusione di Fermo a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.


Copyright © 2019 Riviera Oggi, riproduzione riservata.