BOLZANO – Tutto pronto per Sudtirol-Samb, primo turno dei play off di Serie C. Per effetto della migliore classifica conquistata durante il campionato, il Sudtirol, oltre che giocare in casa, ha a disposizione anche due risultati su tre: vittoria o pareggio. La Samb passa il turno soltanto se riesce a vincere.

Nessuna descrizione della foto disponibile.

SUDTIROL: Nardi, Fabbri, Vinetot, Turchetta (86′ Antezza), Pasqualoni, Lunetta (90′ Della Giovanna), Ierardi, De Rose, Tait, Morosini (86′ Oneto), Romero (65′ De Cenco). A disposizione: Gentile, Ravaglia, Casale, Antezza, Della Giovanna, Mlakar, Berardocco, Crocchianti, Mattioli, De Cenco, Oneto, Proietti. Allenatore Paolo Zanetti.

SAMB: Sala, Biondi, Miceli, Celjak, Caccetta (53′ Bove), Signori, Ilari, Rapisarda, Fissore, Di Massimo (53′ Russotto), Stanco. A disposizione Pegorin, Rinaldi, Gelonese, Bove, Calderini, Rocchi, De Paoli, D’Ignazio, Cecchini, Panaioli, Russotto. Allenatore Giuseppe Magi.

ARBITRO: Riccardo Annaloro di Cologno Monzese. Assistenti Alessandro Salvatori di Rimini e Vittorio Pappalardo di Parma.

MARCATORI: 73′ Morosini (rig).

AMMONITI: 34′ Caccetta, 47′ Fissore, 73” Bove, 75′ Russotto, 78′ Tait.

ESPULSI:

CORNER: 3-5

RECUPERI: 0 + 4

 

L'immagine può contenere: una o più persone, erba e spazio all'aperto

NOTE: cielo nuvoloso, temperatura circa 10° C, tutt’altro che primaverile. Prato di gioco che sembra comunque in ottime condizioni. Presenti più di 300 tifosi di San Benedetto: rispetto alla gara di campionato di poco più di un mese fa, i tifosi rossoblu sono ospitati su due nuove gradinate in curva e non più nella zona laterale della tribuna, perché sono in corso lavori di rifacimento dello stadio. Tifosi del Sudtirol disposti invece sulla tribuna laterale dalla parte opposta rispetto al settore rossoblu.

L'immagine può contenere: una o più persone, persone in piedi e spazio all'aperto

Dunque Magi dà fiducia a Caccetta dopo il gol a Fermo, e schiera un centrocampo al tempo più esperto e muscolare. Per il resto nessuna sorpresa con Fissore preferito sull’esterno sinistro. L’impressione per quanto riguarda il tifo sugli spalti a livello di rumorosità è quella di un vantaggio dei rossoblu, non numeroso il pubblico sudtirolese che valutiamo in un migliaio di presenze.

PRIMO TEMPO

La Samb attacca a favore di vento nel primo tempo, in direzione dei propri tifosi.

1′ Ierardi al tifo dalla sinistra, conclusione senza pretese che Sala blocca.

2′ Turchetta fugge sulla sinistra a Rapisarda dopo una palla persa da Miceli, cross teso sul secondo palo con Romero che prova la sforbiciata volante mancando l’impatto. Occasione Sudtirol.

SCHIERAMENTO Samb col classico 3-4-1-2, con Ilari nel ruolo di trequartista. Sudtirol col 4-4-2.

3′ Ancora Turchetta sulla sinistra va al cross, lungo. Rapisarda deve prendergli le misure.

5′ Punizione calciata da Ilari dalla trequarti, Nardi esce coi pugni in maniera avventurosa, palla in fallo laterale.

6′ Fissore al cross, Celjak raccoglie la respinta, tiro di destro deviato in angolo dalla difesa.

10′ Dopo le primissime battute la Samb sembra aver preso le misure dell’incontro, da qualche minuto i rossoblu stazionano stabilmente nella metà campo ospite.

12′ Signori gioca molto nel ruolo di play maker, distribuisce palloni e anche lanci lunghi, influenzati però troppo dal vento.

18′ Samb che aumenta la pressione, cross di Fissore, poi di nuovo Di Massimo, nessun pericolo però.

19′ Contropiede fulminante Samb, Signori-Di Massimo-Signori-Rapisarda-Stanco, il passaggio centrale per Di Massimo deviato in fallo laterale.

20′ Samb che aumenta la pressione, Sudtirol costretto spesso al fallo.

26′ Samb che da un paio di minuti è tornata a difendersi, qualche imprecisione in difesa, comunque nessun pericolo.

27′ Micidiale contropiede rossoblu avviato da Di Massimo e Rapisarda, palla ad Ilari che manca l’appoggio decisivo a Di Massimo lanciato a rete.

29′ Angolo insidiosissimo di Di Massimo, quinto per la Samb, salva la difesa del Sudtirol di testa, ancora angolo.

30′ Di Massimo sul secondo palo per Stanco, non arriva alla deviazione vincente per pochissimo.

36′ Pericolosa mischia in area rossoblu risolta infine da Celjak che anticipa tutti in angolo, primo per i tirolesi. In seguito al corner ancora un traversone laterale che attraversa tutta l’area superando Sala poi si perde in fallo laterale.

38′ Punizione dalla distanza di Morosini dopo l’ammonizione di Caccetta, palla tesissima che Sala respinge coi pugni dopo averla vista all’ultimo. Poco dopo ancora cross dalla sinistra, testa ancora di Morosini troppo alta.

39′ Samb che ha arretrato il baricentro in maniera preoccupante, Ilari non riesce a garantire quel gioco che nel suo ruolo sarebbe indispensabile e la manovra del centrocampo non ha più la fluidità di metà tempo.

Il vento per paradosso sembra stia infastidendo più i rossoblu che fanno fatica a calibrare i passaggi spesso allungati causa vento.

COMMENTO Primo tempo un po’ troppo attendista della Samb che ha pressato il Sudtirol nella fase centrale del primo tempo ma si è resa per paradosso più pericolosa in tre contropiede nei quali due volte Ilari e una Stanco hanno mancato il passaggio per mettere l’uomo davanti alla porta (due volte Di Massimo). Nella fase finale è uscito il Sudtirol con due occasioni anche se non limpidissime per Morosini. Giocatori di Magi che soffrono le accelerazioni di Turchetta sulla sinistra. Crediamo che dopo questo primo tempo Magi debba giocare la carta dell’imprevidibilità di Russotto perché gli altoatesini sono molto chiusi in difesa e lasciano pochi spazi. Con lui sembra possa entrare Gelonese al posto di Caccetta, già ammonito e non brillantissimo. Sulla sinistra potrebbe essere utile Cecchini.

Per paradosso il forte vento non ha aiutato i rossoblu che hanno tirato poco da fuori mentre spesso i lanci a scavalcare la difesa per Rapisarda e Di Massimo si sono rivelati troppo lunghi.

SECONDO TEMPO

Nessun cambio.

Si stanno scaldando per la Samb Cecchini e Bove e Fissore.

2′ Ammonito Fissore.

3′ Punizione tesa di Morosini, Sala respinge coi pugni ma c’era una posizione di fuorigioco.

Primi minuti sulla difensiva per la Samb. Serve Russotto per dare una svolta.

5′ Angolo per Sudtirol. Samb che non riesce a costruire.

53′ Russotto e Bove per Caccetta e Di Massimo. Magi non rischia le tre punte. Ma forse era meglio tenerlo perché vista la situazione servono giocatori offensivi.

12′ Morosini al tiro di sinistro dal limite, palla alta.

13′ Russotto ha iniziato a far girare meglio la squadra, palla a Rapisarda traversone ma nulla di fatto.

16′ Russotto perde palla (forse fallo su di lui tartassato in pochi minuti), Lunetta arriva al limite e calcia di sinistro, forte ma molto alto.

18′ Ora la Samb è nei piedi di Russotto che sta giocando con grande intelligenza cercando Stanco in profondità.

20′ Tiro di Russotto ribattuto, palla verso Stanco anticipato all’ultimo. Samb a tutta.

21′ Russotto taglia la difesa ospite, palla a Fissore, cross sul secondo palo, niente di fatto.

22′ Russotto prova l’assist in area, respinto il rasoterra.

23′ Lunetta sulla destra, cross, De Cenco di testa  ma molto debole.

27′ Contropiede di Morosini che buca la difesa, elude Miceli e dribbla Bove che forse lo tocca forse no comunque è rigore. Va Morosini. Gol di Morosini. 1-0. Bove ammonito.

29′ Ammonito Russotto: ben quattro nella Samb, nessuno nel Sudtirol.

31′ De Cenco calcia dal limite, Sala devia in angolo.

33′ Fabbri liberato sulla sinistra, ma calcia altissimo.

33′ Ammonito Tait per fallo su Calderini.

38′ Ancora Fabbri sulla sinistra e risponde un grande Sala, azione viziata da un netto fallo di mano ma né arbitro né assistente lo rilevano.

46′ Russotto centralmente va al tiro, Nardi respinge a terra in tuffo.

49′ De Rose ruba palla a Russotto e calcia di sinistro dal limite, palla sul palo.

Finisce 1-0 per il Sudtirol. Samb fuori.

Un risultato nel complesso meritato anche perché dopo il gol del vantaggio il Sudtirol si è reso pericoloso a più riprese. Resta sotto accusa il doppio cambio, tardivo forse quello di Russotto ma criticabile quello di Bove nel momento in cui la Samb stava producendo il massimo sforzo. Non si doveva togliere Di Massimo sulla necessità di far gol a tutti i costi quando si era sullo 0-0. Bove sulla mediana ha sofferto e l’azione del gol terminato con il rigore ne è la testimonianza evidente. Lo abbiamo ripetuto spesso ma evidentemente in molti la pensano diversamente.

Adesso occorre ripartire.

 

 

 


Copyright © 2019 Riviera Oggi, riproduzione riservata.