FERMO – I carabinieri dei Comandi Provinciali di Macerata e Fermo hanno diramato ulteriori dettagli sulla banda bloccata nella tarda serata del 9 maggio che aveva preso di mira la “Renzi Group” con sede a Sant’Elpidio a Mare nella frazione Casette d’Ete.

Qui l’articolo diffuso in mattinata

Ditta di spedizioni nel mirino dei criminali, banda bloccata e arrestata

Sono stati arrestati cinque uomini di età compresa tra i 47 e i 63 anni, di origine campana, autori della rapina ai danni del centro di logistica e di trasporto merce.

La preoccupante recrudescenza dei furti a cavallo delle provincie di Fermo e Macerata, ha determinato la costituzione di una task force interprovinciale al fine di far fronte all’allarmante fenomeno. Congiuntamente veniva avviato un capillare controllo del territorio, attraverso un massiccio impiego di militari nelle zone interessate. Il dispositivo non tardava a dare i suoi frutti. Difatti, anche questa notte, come negli ultimi mesi, oltre 30 Carabinieri del Comando Provinciale di Macerata e Fermo erano a sorvegliare le aree di interesse.

Verso le 22 giungeva alla Centrale Operativa del Comando Provinciale di Fermo la richiesta d’intervento presso la “Renzi Group s.r.l” dove era stata perpetrata, appunto, una rapina a mano armata.

Immediatamente, sul posto, dato il dispositivo interprovinciale in atto, si recava sia l’Arma di Fermo che quella di Macerata, per consentire di acquisire ogni utile elemento per la individuazione degli autori della rapina.

Dalla descrizione dei testimoni (sei operai della stessa ditta, che venivano immobilizzati, sotto la minaccia delle armi, con fascette di plastica), si appurava che gli autori si erano allontanati a bordo di una Fiat Punto sottratta all’interno della ditta, poi rinvenuta nei pressi dell’ufficio postale del luogo.

Iniziavano così serrate ricerche che permettevano di localizzare cinque componenti della banda. In particolare, grazie anche ai sistemi di videosorveglianza insistenti sulla città, è stata individuata prontamente l’ulteriore autovettura utilizzata per la fuga che, intercettata lungo la strada verso la costa, dopo un lungo inseguimento, veniva bloccata al casello autostradale di Civitanova Marche con a bordo due persone.

Poco distante dall’obiettivo, in un posto isolato non lontano dall’Outlet “Il Castagno Brand Village” sulla Strada Provinciale Brancadoro, si rinvenivano due camion, con a bordo tre soggetti fermi, in attesa dell’attivazione dei complici per il carico e il trasporto della merce che avrebbero dovuto trafugare dal magazzino e che alla vista dei militari provavano inutilmente a darsi alla fuga.  

Dalle prime ricostruzioni fatte dagli inquirenti è probabile che i malfattori abbiano sbagliato i tempi dell’azione, facendo irruzione all’interno del deposito quando la merce ricercata (verosimilmente prodotti calzaturieri) era già stata inviata a destinazione o non ancora pervenuta. Quindi i responsabili hanno ripiegato rapinando il denaro posseduto dai dipendenti presenti.

All’interno dei due camion venivano trovati alcuni passamontagna, una targa di un veicolo risultato rubato in provincia di Perugia un mese e mezzo fa, due ulteriori adesivi di targhe false e alcuni telefonini utilizzati per i collegamenti del gruppo.

Gli arrestati sono stati condotti presso le Case Circondariali di Fermo e Ancona, a disposizione delle Autorità Giudiziarie delle due province.


Copyright © 2020 Riviera Oggi, riproduzione riservata.