SERIE D:

Juniores Cup 1a giornata

Date Play Off Play Out Finali Titolo Coppa Italia

Regolamento e procedura Play Off

Regolamento e procedura Play Out

Tabella punteggi validi per i ripescaggi 2018-19

1a graduatoria giovani D valore

2a graduatoria giovani D valore

3a graduatoria giovani D valore

4a graduatoria giovani D valore

5a graduatoria giovani D valore

Impiego calciatori giovani 2019-2020

Programma Torneo Juniores Cup 2019

Regolamento Juniores cup 2019

Queste le squadre dei 9 Gironi di Serie D già promosse in Serie C o in testa al proprio Girone:
Girone A : Lecco ;
Girone B: Como ;
Girone C: Arzignano Valchiampo ;
Girone D : Modena * e Pergolettese * hanno chiuso Regular Season prime a pari punti (73) e ci vorrà lo spareggio in gara unica che si giocherà domenica prossima 12 maggio alle ore 16 al Comunale Silvio Piola di Novara, per stabilire la squadra promossa in C;
Girone E (a 20 squadre): Pianese;
Girone F (a 20 squadre): Romagna Centro Cesena;
Girone G (a 20 squadre): Avellino * e Lanusei * hanno chiuso Regular Season prime a pari punti (83) e ci vorrà lo spareggio in gara unica che si giocherà domenica prossima 12 maggio alle ore 15 al Comunale Manlio Scopigno di Rieti, per stabilire la squadra promossa in C;
Girone H : Az Picerno ;
Girone I : Bari.
In neretto le squadre promosse in Serie C
*= squadre in testa al proprio Girone ma non ancora promosse in Serie C.
Le 9 vincitrici dei rispettivi gironi si giocheranno poi lo Scudetto Dilettanti.

POULE SCUDETTO 2019:

Girone Triangolare 1: Lecco (Girone A), Como (Girone B) e Arzignano Valchiampo (Girone C)

Girone Triangolare 2: Vincente spareggio Modena-Pergolettese (Girone D), Pianese (Girone E) e Romagna Centro Cesena (Girone F)

Girone Triangolare 3: Vincente spareggio Avellino-Lanusei (Girone G), Az Picerno (Girone H) e Bari (Girone I)

Fase finale per il Titolo di Campione d’Italia Dilettanti 2018/19:

Programma 1a Giornata Gironi Triangolari di domenica 12 maggio 2019 ore 16:

Girone Triangolare 1: Arzignano Valchiampo-Como. Riposerà: Lecco.

Girone Triangolare 2: Pianese-Romagna Centro Cesena (Ore 15). Riposerà: Vincente spareggio del Girone D (Modena-Pergolettese)

Girone Triangolare 3: Bari-Az Picerno. Riposerà: Vincente spareggio del Girone G (Avellino-Lanusei).

Calendario Poule Scudetto:
Domenica 12 maggio 2019: 1a gara Gironi triangolari
domenica 19 maggio 2019: 2a gara Gironi triangolari
mercoledì 22 maggio 2019: 3a ed ultima gara Gironi triangolari
venerdì 31 maggio 2019: semifinali in gara unica e campo neutro (da definire)
domenica 2 giugno 2019: finale in gara unica e campo neutro (da definire).

Regolamento: Ricordiamo che, secondo la consueta formula adottata per lo svolgimento di triangolari, riposerà nella seconda giornata la squadra che avrà vinto la prima gara o, in caso di pareggio, quella che avrà disputato la prima gara in trasferta.
Nella terza giornata si svolgerà la gara fra le due squadre che non si sono incontrate in precedenza.
Nel caso in cui due o tutte e tre le squadre concludessero il proprio triangolare a parità di punteggio, per determinare la squadra vincente si terrà conto, nell’ordine: della migliore differenza reti nei triangolari; del maggior numero di reti segnate nei triangolari; del maggior numero di reti segnate in trasferta nei triangolari; della migliore posizione nella classifica della Coppa Disciplina del Campionato di Serie D; del sorteggio.
Le 3 vincitrici dei rispettivi Gironi più la migliore seconda accederanno alle semifinali che si giocheranno in gara unica a Fermo (campo neutro quest’anno individuato dal Dipartimento LND), così come la finale. In caso di parità di punteggio al termine dei 90 minuti regolamentari si procederà all’esecuzione dei calci di rigore.

Regolamento Titolo Campione d’Italia Serie D

PROGRAMMA 1A FASE (O SEMIFINALI CHE DIR SI VOGLIA) PLAY OFF DEI 9 GIRONI DI SERIE D DI DOMENICA 12 MAGGIO 2019 ALLE ORE 16:
Girone A: Unione Sanremo (2°)-Inveruno (5°) e Savona (3°)- Ligorna (4°)
Girone B: Mantova (2°)-Caronnese (5a) e Pro Sesto (3a)-Rezzato (4°)
Girone C: Adriese (2a)-Virtus Bolzano (5a) ed Union Feltre (3°)-Campodarsego (4°)
Girone D: Perdente spareggio [12 maggio] Modena-Pergolettese (2a)-Fiorenzuola (5°) e Reggio Audace (3°; Reggiana)-Fanfulla (4°) [Gare entrambe posticipate a domenica 19 maggio]
Girone E (a 20 squadre): Ponsacco (2°)-Aquila Montevarchi (5°) e Seravezza Pozzi (3°)-Gavorrano (4°) [Gara che si giocherà al Comunale Necchi Balloni di Forte dei Marmi (Lucca)]
Girone F (a 20 squadre): Matelica (2°)- Sangiustese (5a) [Gara anticipata a sabato 11 maggio alle ore 15] e Recanatese (3a)-Pineto (4°)
Girone G (a 20 squadre): Perdente spareggio [12 maggio] Avellino-Lanusei (2a)-Cassino (5°) e Trastevere (3°)- Latte Dolce Sassari (4°) [Gare entrambe posticipate a domenica 19 maggio]
Girone H: Audace Cerignola (2a)-Savoia (5°) e Taranto (3°)-Bitonto (4°)
Girone I: Turris (2a)-Castrovillari (5°) e Marsala (3°)- Portici (4°)

Le squadre vincitrici della 1A Fase poi si sfideranno nelle finali di ogni Girone dando vita alla 2a Fase.
In caso di parità al termine dei 90 minuti regolamentari vi saranno i tempi supplementari per decretare la vincente. Se il pareggio persisterà passeranno alla fase successiva le squadre meglio classificate al termine del campionato. Sarà così anche per la finale (2a Fase) di domenica 20 maggio alle ore 16 dove si affronteranno in ogni Girone le 2 vincenti della 1a Fase (o semifinali che dir si voglia) in casa della meglio classificata al termine della Regular Season.

Dalle semifinali play off usciranno 9 squadre vincenti che andranno a formare la gradatoria per eventuali ripescaggi in Lega Pro, graduatoria che sarà completata dai nove club che perderanno le stesse finali.
Come noto per formare l’ordine della graduatoria si utilizzeranno i coefficienti punti così come stabilito dalla Lega Nazionale di Serie D.

PROGRAMMA PLAY OUT IN GARA UNICA DI DOMENICA 12 MAGGIO ORE 16:
Girone A: Sestri Levante (14°)-Arconatese (15a)
Girone B: Legnago Salus (13°)-Villafranca Veronese (16a) e Darfo Boario (14°)-Ambrosiana (15a)
Girone C: Belluno (13°)-Sankt Georgen (16°) e Tamai (14°)-Levico Terme (15°)
Girone D: Pavia (13°)- San Marino (16°) e Mezzolara (14°)-Sasso Marconi (15°)
Girone E (a 20 squadre): Scandicci (16°)- Vincente spareggio (in programma domenica 12 maggio alle ore 16 a Tavarnelle Val di Pesa [Firenze]) Sinalunghese-Viareggio (17a) [Gara posticipata a domenica 19 maggio]
Girone F (a 20 squadre): Avezzano (15°) –Santarcangelo (18°) e Vastese (16a)-Olympia Agnonese (17a)
Girone G (a 20 squadre): Torres (15a)-Castiadas (18°) e Ostia Mare (16a)-Città di Anagni (17°) [Gara che si giocherà a porte chiuse].
Girone H: Nardò (13°) -Gragnano (16°) e Sarnese (14a)-Nola (15°) [Gara che si giocherà al Comunale Novi di Angri (Salerno)]
Girone I: Sancataldese (13a)-Roccella (16°) e Città di Messina (14°)- Locri (15°) .

Chi perde retrocede in Eccellenza, chi vince si salva. In caso di parità al termine dei tempi regolamentari verranno disputati i supplementari, persistendo la parità retrocederà la squadra peggio classificata al termine della stagione regolare.

Le squadre di Serie D retrocesse direttamente in Eccellenza sono: Pro Dronero [16a], Stresa Sportiva [17a] e Borgaro Nobis [18°] (nel Girone A); Ciserano [17°] ed Olginatese [18a] (nel Girone B), Sandonà [17°] e Trento [18°] (nel Girone C); Classe [17°] ed Oltrepovoghera [18°] (nel Girone D); perdente spareggio Sinalunghese-Viareggio [18a], Sangimignano [19°] e Massese [20a] (nel Girone E, a 20 squadre); Isernia [19°] e Castelfidardo [20°] (nel Girone F, a 20 squadre); Lupa Roma [19a] ed Anzio [20°] (nel Girone G, a 20 squadre); Pomigliano [17°] e Granata [18°] (nel Girone H); Rotonda Calcio [17a] ed Igea Virtus Barcellona [18a] (nel Girone I).

SERIE D GIRONE F

ALBO D’ORO SERIE D (che esiste dalla stagione 1948/49 ma fino alla stagione 1991/92 si chiamava Interregionale) Girone F (che dal 1982 ha quasi sempre raccolto le squadre del centro-sud di Marche ed Abruzzo in particolar modo) ed altri Gironi che dal 1980 ad oggi hanno raccolto le squadre marchigiane :
1979/80 °: Maceratese e Cattolica (Nel Girone C dove c’era anche il Chievo Verona, oggi in Serie A) e Frattese e Campania (Nel Girone F, allora ancora senza squadre marchigiane) ;
1980/81°: Vigor Senigallia e Jesi (Girone C dove c’era anche il Chievo Verona) ed Akragas e Modica (Girone F dove non c’erano ancora squadre marchigiane);
1981/82: Elpidiense (Girone F) ;
1982/83 Cesenatico (Girone F) ;
1983/84: Fermana (Girone F) ;
1984/85:Ravenna (Girone F) ;
1985/86: Vis Pesaro che vinse spareggio a 3 con Gubbio e Riccione, squadre che erano giunte prime a pari punti con i vissini (Girone F) e Lanciano (ora in Serie B) che vinse spareggio col Chieti giunto anch’esso primo a pari punti con i lancianesi (Girone H);
1986/87 : Gubbio (Girone F) e Chieti (Girone H);
1987/88: Poggibonsi (Girone F) e Trani (Girone H);
1988/89: Mobilieri Ponsacco (Girone F ) e Castel di Sangro (Girone G) ;
1989/90: Imola * ma poi fallì e la promozione saltò (Girone F) e Vastese (Girone G) ;
1990/91: Colligiana (Girone F) ed Avezzano (Girone G). In questa stagione chi vinceva il proprio Girone non veniva subito promosso in C2 ma doveva prima vincere anche lo spareggio con la squadra vincitrice del Girone confinante. In quell’anno ad essere promosso fu l’Avezzano che battè proprio la Colligiana nel doppio spareggio ;
1991/92: L’Aquila (Girone F, per la prima volta dal 1982 senza squadre marchigiane) e Sulmona (Girone G). Nonostante avessero vinto i loro rispettivi Gironi le 2 squadre abruzzesi non furono promosse in C2 in quanto perdettero i rispettivi spareggi contro altre 2 vincitrici di Gironi : Gualdo (E) e Sora (H);
1992/93: Nuova Maceratese (Girone E) e Torres (Girone F, per la 2a volta dal 1982 senza squadre marchigiane) ;
1993/94:Vis Pesaro (Girone E) e Teramo (Girone F, per la terza volta dal 1982 senza squadre marchigiane);
1994/95:Tolentino (Girone F) ;
1995/96: Arezzo (Girone E) e Maceratese (Girone F, dove c’era anche la Samb giunta 14a);
1996/97: Castel San Pietro (Girone E) ed Astrea (Girone F, dove c’era anche la Samb giunta terza);
1997/98:L’Aquila (Girone F, dove c’era anche la Samb giunta terza) ;
1998/99: Imolese (Girone D, dove c’era anche la Samb giunta quarta) e Castelnuovo (Girone F per la quarta volta dall’82 senza squadre marchigiane);
1999/2000: San Marino (Girone F, dove c’era anche la Samb giunta 8a) ;
2000/01: Poggese (Girone D) e Samb (Girone F) ;
2001/02:Fano (Girone E) e Tivoli (Girone F, per la 5a ed ad oggi ultima volta dal 1982, senza squadre marchigiane);
2002/03: Ravenna (Girone D) e Rosetana (Girone F) ;
2003/04: Castel San Pietro (Girone D) e Morro d’Oro (Girone F, dove c’era anche il Grottammare);
2004/05: Foligno (Girone F, dove c’era anche il Grottammare) ;
2005/06: Val di Sangro (Girone F, dove c’era anche il Grottammare);
2006/07: Pescina Valle del Giovenco (Girone F, dove c’erano anche Centobuchi e Grottammare);
2007/08: Giacomense (Girone D) e Sangiustese (Girone F, dove c’erano anche Centobuchi e Grottammare, quest’ultimo giunto quinto ed approdato ai Play Off poi persi con la Renato Curi Angolana) ;
2008/09: Pro Vasto (Girone F, dove c’erano anche Centobuchi e Grottammare, quest’ultimo poi retrocesso);
2009/10: Pisa (Girone D) e Chieti (Girone F, dove c’era anche il Centobuchi poi retrocesso dopo i play out persi contro la Renato Curi Angolana);
2010/11: Santarcangelo (Girone F, dove c’era anche la Samb giunta 11a a pari punti con Atletico Trivento, Luco Canistro ed Olympia Agnonese) ;
2011/12: Teramo (Girone F, dove c’era anche la Samb giunta seconda a -1 dal Teramo ha vinto i Play Off , approdando a quelli Nazionali dove è stata eliminata alla 4a Fase perdendo ai rigori col Legnago Salus) ;
2012/13: Samb (Girone F) poi fallita in estate e ripartita dall’Eccellenza Marche ;
2013/14: Ancona 1905 (Girone F).
2014/15: Maceratese (Girone F , dove c’era anche la Samb giunta 3a e poi eliminata nella 2a Fase dei Play Off perdendo in casa col San Nicolò);
2015/16: Samb (Girone F, dove c’era anche il Monticelli giunto 14° a pari punti con l’Isernia poi battuta nello spareggio play out ottenendo così la salvezza).
2016/17: Fermana (Girone F, dove c’era anche il Monticelli giunto 7°).
2017/18: Vis Pesaro (Girone F, dove c’era anche il Monticelli giunto 16° e direttamente retrocesso per distacco in Eccellenza)
2018/19: Romagna Centro Cesena

*= al posto dell’Imola fallito non fu clamorosamente ripescato il Gualdo giunto primo a pari punti e sconfitto dall’Imola stessa nello spareggio promozione ma bensì il Bisceglie che era retrocesso dalla C2. Così il Girone F rimase quell’anno senza promozioni.
°= c’erano 2 promozioni in C2 che spettavano alle prime 2 classificate di ogni girone.
Dalla stagione 2013/14 la squadra promossa va in Lega Pro (Serie C riunificata come accadeva dalla stagione 1948/49 a quella 1976/77 prima cioè che fosse introdotta la C2) mentre nelle stagioni precedenti da quella 1977/78 fino a quella 2007/08 andava in C2 poi ribattezzata (dalla stagione 2008/09) 2a Divisione.

SAN BENEDETTO DEL TRONTO- La 38a ed ultima giornata (19a ed ultima di ritorno) di Serie D Girone F, è andata in archivio con 7 successi (di cui 1 esterno) e 3 pareggi (di cui due per 1-1); 32 (di cui 3 su rigore) le reti messe a segno in questo 38°ed ultimo turno.
In quelta ultima giornata è stata realizzata una sola doppietta che porta la firma di Tommaso Leon Bernardi (Santarcangelo).
Cesena impatta sul campo del Giulianova (salvo) e vince il Girone F, venendo promosso in Serie C.
La squadra romagnola manca dalla 3a Serie dalla stagione 2008/09 (al termine della quale giunse 1a in Prima Divisione Girone A della Lega Pro, venendo promossa in Serie B).
Il Matelica (2°) che chiude a -3 dal Cesena, invece disputerà ancora una volta i Play Off dove nella semifinale in gara unica ospiterà la Sangiustese (5a). Mentre nell’altra semifinale la Recanatese (3a) ospiterà il Pineto (4°).
L’Isernia nonostante il pari di Matelica è penultimo, retrocedendo direttamente in Serie D, così come il Castelfidardo (ultimo).
I due spareggi play out sono: Avezzano (15°) –Santarcangelo (18°) e Vastese (16a)-Olympia Agnonese (17a).
Giovanni Ricciardo del Cesena è il capocannoniere del torneo con 20 reti .
Non ci sono squadre imbattute ne in senso assoluto, ne in casa e ne in trasferta.

Risultati della 38a ed ultima Giornata (19a ed ultima di ritorno) Campionato di Serie D Girone F di domenica 5 maggio 2019:
Avezzano-Pineto 1-0 (81’Leo Grazioso. Espulso per proteste il tecnico dell’Avezzano Colavitto)
Castelfidardo -Montegiorgio 2-3 (6’Marco Mariani, 16’Pellizzi, 21’Antonio Calabrese [C], 23’Trillini [C], 86’Passalacqua)
Forlì-Recanatese 2-0 (28’autorete del portiere ospite Sprecacè su conclusione di Matteo Cortesi, 66’Alex Ambrosini su rigore)
Francavilla 1927 -Savignanese 2-2 (1’Cosmo Palumbo [F], 3’Brigliadori [S], 44’Maicol Guidi [S], 89’Dos Santos [F]. All’84’sul 2-1, l’attaccante argentino del Francavilla Banegas ha fallito un rigore, parato dall’estremo ospite Moscatelli)
Matelica-Isernia 1-1 (71’Cristiano Ciccone [I], 73’Vittorio Favo [M]. Espulso il tecnico del Matelica Tiozzo per proteste e aver rivolto una frase offensiva ad un calciatore avversario)
Olympia Agnonese -Vastese 3-2 (16’Henry Shiba [V], 23’Ricciardi su rigore, 45’autorete di Del Duca, 76’Formuso, 90’Vito Leonetti [V])
Real Giulianova -Romagna Centro Cesena 1-1 (12’Danilo Alessandro [R.C.C.], 26’Tozzi Borsoi [R.G.])
Sammaurese-Campobasso (Gara giocata sabato 4 maggio) 2-1 (35’Zuppardo su rigore, 72’Soumahin, 88’Kevin Magri [C]. Al 92’espulso Kevin Magri del Campobasso per aver colpito un calciatore avversario con un calcio)
Sangiustese-Jesina 2-1 (25’Sergio Pereira Cruz [J], 54’Cerone, 81’Tizi)
Santarcangelo -San Nicolò Notaresco 3-2 (10’De Cerchio, 32’Minella [S.N.N.], 44’Tommaso Leon Bernardi, 57’Bontà [S.N.N.], 69’Tommaso Leon Bernardi)

CLASSIFICA FINALE:

Promozione diretta in Serie C
1) Romagna Centro Cesena *(C)* 83,

Zona Play Off
2) Matelica @ 80,
3) Recanatese @ 63,
4) Pineto @ 62,
5) Sangiustese @ 61,

6) Francavilla 1927 60,
7) San Nicolò Notaresco 54,
8) Jesina 51,
9) Montegiorgio 51,
10) Sammaurese 49,
11) Savignanese 48,
12) Campobasso (-3) 46,
13) Real Giulianova 44,
14) Forlì 43,

Zona play out
15) Avezzano ° 42,
16) Vastese ° 42,
17) Olympia Agnonese ° 39,
18) Santarcangelo ° 37,

Retrocessioni dirette in Eccellenza
19) Isernia ^ 35,
20) Castelfidardo ^ 25.

*(C)*= Promosso direttamente in Serie C.
@= Disputeranno Play Off.
°= Disputeranno Play Out.
^= Direttamente retrocesse in Eccellenza.

(-3)= Avezzano partito con 3 punti di penalizzazione.
(-3)= Campobasso era partito con 2 punti di penalizzazione, ma poi un altro gli è stato aggiunto giovedì 14 marzo 2019 , quest’ultimo comminato per il mancato pagamento nei termini, di 900,00 euro al calciatore Andrea Loperfido, in rosa nel corso della stagione 2016/17 (da febbraio 2017).

Ricordiamo che la gara della 21a giornata Francavilla 1927-Campobasso 1-2 (18’Jonathan Alberto Alessandro, 82’Banegas [F] su rigore, 88’Cogliati. All’81’espulso Nazari del Francavilla per fallo da ultimo uomo su Cogliati, ma l’intervento falloso in realtà è stato commesso da Di Renzo e per questo il Francavilla aveva presentato ricorso) non sarà ripetuta in quanto è stato accolto il contro-ricorso della squadra molisana.

VERDETTI REGULAR SEASON:

Romagna Centro Cesena è direttamente promosso in Serie C e si giocherà dal 12 maggio lo Scudetto Dilettanti assieme alle altre 8 squadre vincitrici dei Gironi di Serie D.

Play Off 1a fase (o semifinali che dir si voglia) in gara unica (in casa delle meglio classificate nella Regular Season) di domenica 12 maggio 2019 alle ore 16, tra la 2a e la 5a classificata: Matelica-Sangiustese [Gara anticipata a sabato 11 maggio alle ore 15] e la 3a e la 4a classificata: Recanatese-Pineto. In caso di parità al termine dei 90 minuti regolamentari vi saranno i supplementari per decretare la vincente. Se il pareggio persisterà passeranno alla fase successiva le squadre meglio classificate al termine del campionato. Sarà così anche per la finale (2a Fase).
2a Fase di domenica 19 maggio alle ore 16, le 2 vincenti della 1a Fase (o semifinali che dir si voglia) si affronteranno in finale in casa della meglio classificata nella Regular Season.

Play Out in gara unica (in casa della migliore classificata nella Regular Season) di domenica 12 maggio 2019 alle ore 16: Avezzano (15°) –Santarcangelo (18°) e Vastese (16a)-Olympia Agnonese (17a).
Chi perde retrocede in Eccellenza, chi vince si salva. In caso di parità al termine dei tempi regolamentari verranno disputati i supplementari, persistendo la parità retrocederà la squadra peggio classificata al termine della stagione regolare.

Isernia (19°) e Castelfidardo (20° ed ultimo), sono direttamente retrocesse in Eccellenza .

RIPROPOSIZIONE CLASSIFICA FINALE SERIE D GIRONE F 2017/18:
Vis Pesaro *(C)* 73,
Matelica @@ 71,
Avezzano @ 62,
Pineto @ 57,
L’Aquila @ 55 #,
Francavilla 1927 53,
San Marino 51 (S. N. G. D.),
Vastese 51,
Sangiustese 48,
Campobasso (-4) 45,
Castelfidardo 44,
Recanatese 43,
Olympia Agnonese 41,
Virtus San Nicolò ° 40,
Jesina ° ^ 34 (R),
Monticelli ^ 30,
Fabriano Cerreto ^ 20,
Nerostellati Pratola 1910 ^ 18.

*(C)*= direttamente promossa in Serie C.
@@= Ha disputato e vinto i Play Off del Girone F.
@= Hanno disputato i Play Off.
°= Ha disputato il play out.
° ^= Retrocessa sul campo in Eccellenza dopo il Play Out perso .
^= Direttamente retrocesse in Eccellenza.

(-4)= 4 punti di penalizzazione a Campionato in corso inflitti lunedì 18 dicembre per stipendi non pagati risalenti alla stagione 2015/16.

#= Al termine della stagione non si è poi iscritta al successivo Campionato di Serie D, ripartendo dalla 1a Categoria Abruzzo Girone A.
(S. N. G. D.)= Spostato nel Girone D.
(R)= Ripescata in Serie D.

CLASSIFICA MARCATORI CONCLUSIVA:

Giovanni Ricciardo del Romagna Centro Cesena succede all’attaccante brasiliano Mateus Ribeiro Dos Santos (che la scorsa stagione con la maglia dell’Avezzano fu capocannoniere del torneo con 21 reti) vincendo la classifica cannonieri della Serie D Girone F 2018/19 con 20 gol.

Alle sue spalle troviamo: Danilo Alessandro (8 rigori trasformati) del Romagna Centro Cesena, Vito Leonetti (5 rigori trasformati) della Vastese, l’attaccante argentino Minella (5 rigori trasformati) del San Nicolò Notaresco e Pera (2 rigori trasformati), Sivilla (2 rigori trasformati) della Recanatese e l’attaccante brasiliano Mateus Ribeiro Dos Santos (4 con la maglia dell’Avezzano e 14 di cui 1 su rigore con quella del Francavilla 1927, dove si è trasferito nel mercato di dicembre) con 18 centri a testa.

Completano podio: Alex Ambrosini (6 rigori trasformati) del Forlì e Cerone (9 di cui 3 su rigore con la maglia dell’Avezzano ed 8 di cui 3 su rigore con quella della Sangiustese, dove si è trasferito nel mercato di dicembre) con 17 reti ciascuno.

Alle spalle del podio c’è Simone Tomassini del Pineto con 16 gol (di cui 3 su rigore).

Quindi segue Francesco Manuzzi della Savignanese con 15 reti (di cui 3 su rigore).

Quindi ci sono: Antonio Calabrese (4 rigori trasformati) del Castelfidardo, l’attaccante argentino Jonathan Alberto Alessandro (1 con la maglia dell’Avezzano e 13 di cui 2 su rigore con quella del Campobasso, dove si è trasferito nel mercato di dicembre) e Jacopo Fortunato (8 di cui 4 su rigore con la maglia del Pineto e 6 con quella del Romagna Centro Cesena, dove si è trasferito nel mercato di dicembre) con 14 gol a testa.

Poi segue Cosmo Palumbo (2 rigori trasformati) del Francavilla 1927 e Zuppardo (un rigore trasformato) della Sammaurese con 12 reti a testa.

Quindi troviamo: l’attaccante argentino Banegas (4 rigori trasformati) del Francavilla 1927con 11 centri ciascuno.

Seguono poi: Davide Borrelli della Recanatese, Cheddira (2 rigori trasformati) della Sangiustese, Francesco Di Paolo (un rigore trasformato) del Real Giulianova, Falomi (6 rigori trasformati) del Santarcangelo e Cristian Longobardi (un rigore trasformato) della Savignanese con 10 gol ciascuno.

Poi troviamo: Florian (2 rigori trasformati) del Matelica, Giacomo Romano (un rigore trasformato) dell’Isernia e Sbarbati (3 rigori trasformati) del Montegiorgio con 9 reti a testa.

Quindi seguono: l’attaccante brasiliano Sergio Pereira Cruz della Jesina, Daniele Melandri (3 rigori trasformati) del Matelica e l’attaccante brasiliano Wilson Cruz (5 con la maglia del Francavilla 1927 e 3 con quella del Pineto, dove si è trasferito nel mercato di dicembre) con 8 centri ciascuno .

Quindi troviamo: Angelilli, Bugaro e l’attaccante argentino Dorato (un rigore trasformato) del Matelica, Bontà del San Nicolò Notaresco, Cogliati, Mirko Giacobbe e Musetti (2 rigori trasformati) del Campobasso, Ivan Graziani del Forlì, Pezzotti (un rigore trasformato) della Sangiustese e Ricciardi (4 rigori trasformati) dell’Olympia Agnonese con 7 gol a testa.

Poi ci sono: Argento ed il centrocampista panamense Eric Orlando Herrera (un rigore trasformato; poi passato al Sorrento nel mercato di dicembre) della Sangiustese, Candellori del San Nicolò Notaresco, Salvatore Margarita (un rigore trasformato) del Matelica, Stivaletta della Vastese, Tozzi Borsoi (4 rigori trasformati) del Real Giulianova, Manuel Manari (una con la maglia del San Nicolò Notaresco e 5 con quella dell’Avezzano, dove si è trasferito nel mercato di dicembre) e Marco Villanova (3 con la maglia del Pineto e 3 di cui una su rigore con quella della Jesina, dove si è trasferito nel mercato di dicembre) con 6 reti a testa.

Quindi troviamo: Matteo Cortesi del Forlì, Ettore Padovani (3 rigori trasformati) dell’Avezzano, Riccardo Pieri della Sammaurese, Pignat del Matelica, l’attaccante italo-albanese Henry Shiba (un rigore trasformato) della Vastese, Tortori del Romagna Centro Cesena, Alberto Torelli del Real Giulianova ed Emmanuel Cascione (3 con la maglia del Santarcangelo e 2 di cui una su rigore con quella del Forlì, dove si è trasferito nel mercato di dicembre) con 5 centri ciascuno.

Poi troviamo: Bondioli e De Cerchio (un rigore trasformato) del Santarcangelo, Bordo (2 rigori trasformati) della Jesina, Camillucci della Sangiustese, Cristiano Ciccone e Petitti dell’Isernia, D’Eramo (2 rigori trasformati; poi passato allo Spezia in Serie B nel mercato di gennaio) dell’Avezzano, Del Sante del Forlì, Nicola Fiore e Daniel Giampaolo della Vastese, Formuso dell’Olympia Agnonese, Michael Liguori, Kevin Magri del Campobasso, Federico Moretti e Davide Salvatori del San Nicolò Notaresco, Lo Sicco del Matelica, Pellizzi del Montegiorgio e Napolano (una su rigore con la maglia della Vastese e 3 di cui una su rigore con quella del Real Giulianova, dove si è trasferito nel mercato di dicembre) con 4 reti a testa.

Seguono poi: Bisceglia, Matteo Corbo, l’attaccante gambiano Jawo e Sorgente dell’Olympia Agnonese, l’attaccante gambiano Bittaye, Vittorio Favo e Daniele Fioretti (un rigore trasformato; poi passato alla Clodiense nel mercato di dicembre) del Matelica, Mattia Bruni dell’Avezzano e l’attaccante senegalese Falou Samb dell’Avezzano, Cameruccio della Jesina, Cinque (un rigore trasformato), Moroni ed Alessandro Peroni del Santarcangelo, l’attaccante senegalese Makhtar Diop e l’attaccante tunisino Louati della Sammaurese, Francesco Esposito, Fratangelo, Gianmarco Massa, Alfonso Pepe (2 rigori trasformati) e Pomante del Pineto, Maicol Guidi, Lucio Peluso e Vandi della Savignanese, Giancarlo Improta del Campobasso, Lorenzo Marchionni (un rigore trasformato), il centrocampista classe 92 Marco Mariani (un rigore trasformato) ed il trequartista italo-bosniaco Nasic del Montegiorgio, Federico Palmieri della Recanatese, Vincenzo Scognamiglio classe 92 della Sangiustese, l’attaccante brasiliano Granado Semiao (un rigore trasformato) e Trillini del Castelfidardo, Emanuele Valeri del Romagna Centro Cesena, Luca Fabrizi (1 con la maglia del Real Giulianova e 2 con quella del Francavilla 1927, dove si è trasferito nel mercato di dicembre), Leo Grazioso (1 con la maglia del Castelfidardo e 2 con quella dell’Avezzano, dove si è trasferito nel mercato di dicembre) ed Andrea Mancini (1 con la maglia del Pineto e 2 con quella del Francavilla 1927, dove si è trasferito nel mercato di dicembre) con 3 gol ciascuno.

A seguire: Ancora, Pietro Gentile ed il centrocampista ghanese Alimeyaw Salifu dell’Olympia Agnonese, Baldinini e Nigretti del Forlì, Barlafante, De Fabritiis, Ivan Fazzini e Mangiacasale del Real Giulianova, Maikol Benassi, Capellini, Ciofi, Ettore Casadei, il difensore centrale greco Stikas e Viscomi del Romagna Centro Cesena, Luca Benedetti, Cuccato, Simone De Santis e Filippo Franchi del Matelica, Tommaso Leon Bernardi e Marco Maini (poi passato al Gubbio nel mercato di dicembre) del Santarcangelo, Morgan Besana dell’Avezzano, Bonandi, Marcello Scarponi e Soumahin della Sammaurese, l’attaccante croato Bubalo (un rigore trasformato), Ceccuzzi, Pierandrei e l’attaccante francese Trudo della Jesina, Cafiero e Francesco Mele del Francavilla 1927, Camplone, Ciarcelluti, Denis Di Rocco, Marianeschi e Tommaso Mazzei del Pineto, Matteo Di Giacomo e Luca Sbardella della Vastese, Di Lauri del Campobasso, Albino Fazio e Iaboni (un rigore trasformato) dell’Isernia, Mattia Giovagnoli, Lignani e Mirco Severini del Castelfidardo, Alex Nodari e Nikola Olivieri (un rigore trasformato) della Recanatese, Noschese della Savignanese, Andrea Omiccioli, Passalacqua e Regolanti (un rigore trasformato) del Montegiorgio, l’attaccante venezuelano Pluchino e Tizi della Sangiustese, Di Lollo (1 con la maglia del San Nicolò Notaresco ed 1 con quella del Castelfidardo, dove si è trasferito nel mercato di dicembre) e Matias Mancini (1 con la maglia del Santarcangelo ed 1 con quella del Matelica, dove si è trasferito nel mercato di dicembre) con 2 centri a testa.

Ed infine troviamo: Lorenzo Albanesi, Baraboglia, Ciarmela, Umberto De Lucia, Ferranti, Terrenzio e Vecchione del Montegiorgio, Basilio Antonelli, Cassese, De Stefano, il centrocampista maliano Boubacar Diarra e l’attaccante croato Pejic dell’Olympia Agnonese, Francesco Antonelli, l’attaccante polacco Branicki (un rigore trasformato), il centrocampista albanese Islamaj, Lo Bello, Domenico Marchetti, Ranelli ed il centrocampista senegalese Seck del Campobasso, Marco Antonelli ed il centrocampista polacco Dawid Lenart del Real Giulianova, il terzino kosovaro Arapi e Santeramo del Matelica, Barretta, Marco Di Matteo (un rigore trasformato), Daniele Frabotta, il centrocampista ghanese Douglas Gyabaa, Lenoci e Schena dell’Isernia, Bellanca, Andrea Bosco, Cicerello, De Costanzo (un rigore trasformato), Di Pinto, Matteo Milizia, Davide Montagnoli e l’attaccante spagnolo Mario Berbil Sanchez del Francavilla 1927, Bencivenga, il centrocampista greco-albanese Dhamo (un rigore trasformato), Fuchi, Mattia Gabrielli, Tommaso Guidi e Pescatore del Santarcangelo, Biondini, Francesco Campagna, Davide Munari, Noce, il difensore centrale spagnolo-olandese Rutjens e Simone Tonelli del Romagna Centro Cesena, Bisegna, Di Gianfelice, Di Nicola, Dosa, Damiano Menna, Pellecchia ed il difensore centrale rumeno Tariuc dell’Avezzano, Bracciatelli, Emanuele Caruso, D’Ercole, l’attaccante senegalese Bubacar Diouf, Alessandro Radi (difensore centrale classe 82, ex Samb) e Luca Rivi (un rigore trasformato) del Castelfidardo, Brigliadori, Giacobbi, Riccardo Manuzzi, Francesco Scarponi, Andrea Tamagnini e Turci della Savignanese, Capellupo, De Meio, l’attaccante ivoriano Mamadou Kone, Riccardo Palestini e Genny Russo della Vastese, Stefano Castellani, D’Angeli, Marco Di Benedetto, Manuel Prati, Sabbioni, Fabio Succi, Oliver Urso e Vesi del Forlì, Simone Errico, Merciari, Nicholas Lombardi, Maioli, Nicolas Santoni e Toromani della Sammaurese, Fracassini, Luca Magnanelli, Leonardo Nonni, Guido Parasecoli, Pasqualini, il centrocampista burkinabè Yabrè e Zannini della Jesina, Dalmazzi e Marcelli del San Nicolò Notaresco, Luca Orlando del Pineto e Raparo della Recanatese, tutti con un gol ciascuno.

Autoreti:

2 per: Emanuele Valeri (Romagna Centro Cesena) pro Olympia Agnonese nel recupero della 21a giornata e pro Montegiorgio alla 34a giornata.

una per: l’attaccante brasiliano Sergio Pereira Cruz (Jesina) pro Pineto alla 27a giornata, De Fabritiis (Real Giulianova) pro Recanatese alla 9a giornata, Del Duca (Vastese) pro Olympia Agnonese alla 38a giornata, Di Lollo (San Nicolò Notaresco) pro Pineto alla 12a giornata, il difensore camerunense Enow (Castelfidardo) pro Sangiustese alla 7a giornata, Mattia Gabrielli (Santarcangelo) pro Avezzano alla 30a giornata, Alessandro Marchetti (Recanatese) pro Isernia alla 3a giornata, Massetti (San Nicolò Notaresco) pro Matelica alla 9a giornata, Alex Nodari (Recanatese) pro Castelfidardo alla 12a giornata, Federico Pierantozzi (Avezzano) pro Francavilla 1927 alla 29a giornata, Michele Rinaldi (Real Giulianova) pro Avezzano alla 23a giornata, Vincenzo Scognamiglio classe 92 (Sangiustese) pro Sammaurese alla 31a giornata, il portiere Spacca (Francavilla 1927) pro Jesina alla 36a giornata, il portiere Sprecacè (Recanatese) pro Forlì alla 38a giornata e Vecchione (Montegiorgio) pro San Nicolò Notaresco alla 35a giornata.

Queste nel dettaglio le 20 squadre che compongono il Girone F di Serie D 2018/19 con i loro rispettivi allenatori :
Avezzano (Squadra dell’omonimo comune in provincia dell’Aquila. La scorsa stagione giunto 3° in Serie D Girone F ha disputato i Play Off perdendo la semifinale interna col Pineto): Federico Giampaolo (Confermato) che poi si è separato consensualmente con la società marsicana dopo la 26a giornata ed è stato sostituito alla 27a dal vice Paolo La Nera. Ma dalla 28a giornata sulla panchina bianco-verde siede Gianluca Colavitto.
Campobasso (Squadra dell’omonimo comune capoluogo della regione Molise. La scorsa stagione giunto 10° nel Girone F) : Bruno Mandragora (Nuovo), poi esonerato dopo la 10a giornata e rilevato all’11a da Massimo Bagatti.
Castelfidardo (Squadra dell’omonimo comune in provincia di Ancona. La scorsa stagione giunto 11° nel Girone F) : Simone Pazzaglia (Nuovo), che poi si è dimesso dopo la 7a giornata ed è stato rilevato all’8a da Roberto Vagnoni (che aveva già guidato il Castelfidardo nella scorsa stagione), a sua volta esonerato dopo la 22a giornata e momentaneamente sostituito alla 23a dall’autogestione del gruppo calciatori guidata in panchina dal co-presidente della società fidardense Costantino Sarnari, ma dalla 24a giornata sulla panchina bianco-verde c’è Massimiliano Vadacca.
Forlì (Squadra dell’omonimo comune romagnolo, capoluogo della provincia Forlì-Cesena. La scorsa stagione è giunto 3° nel Girone D, ha poi disputato i Play Off perdendo la finale sul campo dell’Imolese [poi ripescata in Serie C]): Nicola Campedelli (Nuovo), poi esonerato dopo l’11a giornata e rilevato alla 12a da Stefano Protti, a sua volta esonerato dopo la 28a giornata e rilevato alla 29a dal ritorno dello stesso Nicola Campedelli.
Francavilla 1927 (Squadra abruzzese di Francavilla al Mare [Chieti]. La scorsa stagione è giunto 6° nel Girone F): Paolo Rachini (Nuovo)
Isernia (Squadra dell’omonimo comune molisano. Neoprosso in Serie D avendo vinto il Campionato d’Eccellenza Molise): Massimo Silva (Nuovo).
Jesina (Squadra di Jesi [Ancona]. Ripescata in D, la scorsa stagione nel Girone F era infatti retrocessa sul campo in Eccellenza dopo essere giunta 15a ed aver successivamente perso spareggio play out contro la Virtus San Nicolò): Davide Ciampelli (Nuovo)
Matelica (Squadra dell’omonimo comune in provincia di Macerata. La scorsa stagione giunto 2° nel Girone F perdendo Campionto all’ultima giornata, ha poi vinto i Play Off battendo in finale il Pineto): Luca Tiozzo (Confermato)
Montegiorgio (Squadra dell’omonimo comune in provincia di Fermo. Neopromosso in D avendo vinto Campionato d’Eccellenza Marche. In attesa dei lavori al Pianarelle Tamburrini, sta giocando le sue gare interne sul campo della Sangiustese, ossia al Comunale Villa San Filippo di Monte San Giusto [Macerata]): Massimo Paci (Confermato)
Olympia Agnonese (Squadra di Agnone [Isernia]. La scorsa stagione giunta 13a nel Girone F) : Antonio Mecomonaco (Nuovo), poi esonerato dopo la 4a giornata e rilevato alla 5a da Antonio Foglia Manzillo, che poi si è dimesso dopo la 33a giornata ed è stato rilevato alla 34a dallo stesso Mecomonaco, il quale è dunque tornato sulla panchina granata.
Pineto (Squadra dell’omonimo comune in provincia di Teramo. La scorsa stagione giunto 4° nel girone F ha poi disputato i Play Off, perdendo la finale sul campo del Matelica) : Daniele Amaolo (Confermato)
Real Giulianova (Squadra di Giulianova [Teramo]. Neoprosso in Serie D avendo vinto il Campionato d’Eccellenza Abruzzo) :Nico Stallone (Nuovo), poi esonerato dopo la 22a giornata e rilevato alla 23a da Ruben Dario Bolzan.
Recanatese (Squadra di Recanati [Macerata]. La scorsa stagione è giunta 12a nel Girone F): Marco Alessandrini (Confermato)
Romagna Centro Cesena (Nato dalla fusione tra Romagna Centro e Cesena, quest’ultimo costretto a ripartire dalla D dopo il fallimento societario; Romagna Centro la scorsa stagione era giunto 10° in Serie D Girone D, mentre il Cesena 13° in Serie B): Giuseppe Angelini (Nuovo)
Sammaurese (Squadra di San Mauro Pascoli [Forlì-Cesena]. La scorsa stagione è giunta 11a nel Girone D): Alessandro Mastronicola (Nuovo)
San Nicolò Notaresco (Squadra dell’omonima frazione di San Nicolò a Tordino in provincia di Teramo. Ex San Nicolò Teramo e Virtus San Nicolò. Si è trasferito a Notaresco [Teramo]. La scorsa stagione giunto 14° nel Girone F, si è poi salvato vincendo spareggio play out contro la Jesina): Mirko Cudini (Nuovo)
Sangiustese (Squadra marchigiana di Monte San Giusto [Macerata]. La scorsa stagione è giunta 11a nel Girone D): Stefano Senigagliesi (Confermato)
Santarcangelo (Squadra di Santarcangelo di Romagna in provincia di Rimini. Retrocesso in D dopo aver perso il play out di Serie C Girone B): Daniele Galloppa (Nuovo).
Savignanese (Squadra romagnola di Savignano sul Rubicone [Forlì-Cesena]. Neopromossa avendo vinto il Campionato d’Eccellenza Emilia Romagna Girone B. In attesa dei lavori di adeguamento allo stadio Giuseppe Capanni, giocherà almeno inizialmente le sue gare interne al Centro Sportivo Romagna Centro di Martorano [frazione di Cesena]): Oscar Farneti (Confermato)
Vastese (Squadra di Vasto [Chieti]. La scorsa stagione giunta 8a nel Girone F): Allenatore: Ottavio Palladini (Nuovo), poi esonerato dopo la 6a giornata e rilevato alla 7a da Fabio Montani, poi a sua volta esonerato dopo la 30a giornata e rilevato alla 31a da Aldo Papagni.

In neretto le squadre che hanno già sostituito il loro allenatore iniziale.

COPPA ITALIA DI SERIE D (VINTA LA SCORSA STAGIONE DAL CAMPODARSEGO) 2018/19:

Risultati Semifinali d’andata di mercoledì 27 febbraio 2019:

Mantova-Matelica 1-1 (58’David Johnson Yeboah [Man], 82’Dorato [Mat])

Real Giulianova-Messina 1-1 (56’Arcidiacono [M] su rigore, 80’Tozzi Borsoi [R.G.] su rigore).

Risultati Semifinali di ritorno di mercoledì 3 aprile 2019:

Matelica-Mantova 2-1 (23’Florian su rigore, 33’Nicola Ferrari [Man], 68’Florian su rigore. All’82’espulso Fabrizio De Santis del Mantova per doppia ammonizione)

Messina-Real Giulianova 3-2 (5’Francesco Di Paolo, 16’Tozzi Borsoi su rigore, 23’Giovanbattista Catalano su rigore, 33’Kevin Biondi, 47’p.t. Traditi. A fine 1° tempo al termine di un concitato parapiglia tra i componenti delle 2 squadre, espulsi entrambi tra le fila del Messina: il tecnico Oberdan Biagioni per aver insultato un calciatore del Giulianova ed il responsabile dell’area tecnica Castorina per aver spintonato il tecnico del Giulianova).
Il Messina (da non confondere col Città di Messina, ossia la 2a squadra del comune siciliano che gioca anch’essa nel Girone I di Serie D, dove è giunta 14a e dunque disputerà i play out) è giunto 12° con un + 1 sulla zona play out nel Girone I (dove il Bari ha vinto il Campionato con un +11 sulla Turris, 2a) di Serie D. E’guidato in panchina da Pietro Infantino (che era stato esonerato il 16 ottobre 2018 e sostituito con Oberdan Biagioni, ma poi è stato richiamato il 9 aprile 2019 dopo l’esonero dello stesso Biagioni).

In neretto le 2 squadre approdate in finale.

Finale in gara unica di sabato 18 maggio 2019 alle ore 16 al Comunale Domenico Francioni di Latina:
Messina-Matelica (Gara che sarà trasmessa in diretta esclusiva in streaming video via internet sulla pagina ufficiale facebook della Serie D)

In caso di parità al termine dei 90 minuti regolamentari, si ricorrerà direttamente ai calci di rigore per l’assegnazione del trofeo.

RIEPILOGO RISULTATI TURNI PRECEDENTI IN ORDINE CRONOLOGICO

Risultati Turno Preliminare in gara unica di domenica 26 agosto (data in cui era in programma il 1°Turno; il turno preliminare si doveva giocare domenica 19 agosto) 2018:
Gara 1: Tamai-Chions 2-1
Gara 2: Cjarlins Muzane-Sandonà (Gara giocata sabato 25 agosto) 3-0
Gara 3: Clodiense Chioggia-Delta Porto Tolle 1-0
Gara 4: Trento-St Georgen 2-1
Gara 5: Levico Terme-Virtus Bolzano 1-1 D.T.R. e 4-6 D.C.R.
Gara 6: Montebelluna-Cartigliano 1-3
Gara 7: Ambrosiana-Vigor Carpaneto 2-1
Gara 8: Ciliverghe Mazzano-Adrense 0-0 D.T.R. ed 8-7 D.C.R.
Gara 9: Olginatese-Scanzorosciate 4-2
Gara 10: Ciserano-Calvina 2-2 D.T.R. e 6-7 D.C.R.
Gara 11: Seregno-Villa D’Alme Valbrembana 2-3
Gara 12: Oltrepovoghera-Fanfulla 1-1 D.T.R. e 3-5 D.C.R.
Gara 13: Sondrio-Lecco 1-3
Gara 14: Borgaro Nobis Torinese-Pro Dronero 2-3
Gara 15: Casale -Stresa Sportiva (Gara giocata sabato 25 agosto) 3-0
Gara 16: Lavagnese-Ligorna 3-2
Gara 17: Sestri Levante-Fezzanese (Gara giocata sabato 25 agosto al Comunale di Lavagna [Genova]) 2-4
Gara 18: Reggio Audace (Reggiana)-Sasso Marconi (Gara giocata al Comunale Mirabello di Reggio Emilia) 1-0 (60’Broso)
Gara 19: Mezzolara-Modena 1-0 (26’Federico Sala)
Gara 20: Axys Zola-Forlì 2-1 (33’e 38’Caprioni, 45’Alex Ambrosini [F]. Al 63’Alex Ambrosini del Forlì ha fallito un rigore, parato dall’estremo locale Celeste)
Gara 21: Savignanese-Classe 1-0 (55’Cristian Longobardi su rigore)
Gara 22: Castelfidardo-Santarcangelo 2-1 (3’Mirco Severini, 9’Fuchi [S], 91’Bracciatelli)
Gara 23: Recanatese-Jesina 1-1 (10’Pera [R], 20’Lorenzo Pasqualini [J]) D.T.R. e 2-4 D.C.R. Sequenza rigori: Alessandro Capone (J) gol, Sivilla (R) parato, Yabrè (J) gol, Pera (R) gol, Marco Ricci (J) gol, Borrelli (R) gol, Bordo (J) gol e Federico Palmieri (R) parato.
Gara 24: Bastia -Montegiorgio 2-0 (30’Tascini, 93’Dario Colombi).
Gara 25: Sporting Club Trestina-Cannara 2-3
Gara 26: San Nicolò Notaresco-Real Giulianova 0-1 (29’Tozzi Borsoi su rigore. Espulsi: al 28’Di Lollo del San Nicolò per aver toccato la sfera con le mani nella propria area impedendo una chiara occasione da gol per gli ospiti ed al 69’Marco Antonelli del Real Giulianova per doppia ammonizione)
Gara 27: Aglianese-Prato 2-0
Gara 28: Ghivizzano Borgo a Mozzano-Tuttocuoio 0-0 D.T.R. e 3-5 D.C.R.
Gara 29: Gavorrano-San Gimignano 2-1
Gara 30: Scandicci-Sinalunghese 1-0
Gara 31: Olympia Agnonese-Campobasso 1-2 (20’Branicki, 47’Nyang [O.A], 84’Branicki).
Gara 32: Città Di Anagni-Isernia 1-1 (42’Luca Di Giovanni [C.d’A.], 47’Frabotta [I]) D.T.R. e 3-4 D.C.R. Sequenza rigori: Emanuele Capuano (C.d.A.) parato, Albino Fazio (I) gol, Tataranno (C.d.A.) gol, Frabotta (I) parato, Pralini (C.d.A.) gol, Raffaele De Chiara (I) gol, Galvanio (C.d.A.) gol, Pierluigi Vitale (I) gol, Luca Di Giovanni (C.d.A.) palo, Marco Di Matteo (I) fuori, D’Orsi (C.d.A.) fuori e Barretta (I) gol.
Gara 33: Anzio-Vis Artena 0-2
Gara 34: Ladispoli-Flaminia 2-3
Gara 35: Ostia Mare-Budoni (Gara giocata mercoledì 29 agosto) 1-1 D.T.R. e 4-5 D.C.R.
Gara 36: Torres-Latte Dolce 0-3
Gara 37: Castiadas-Lanusei 0-0 D.T.R. e 6-7 D.C.R.
Gara 38: Avellino-Nola (Gara giocata mercoledì 19 settembre) 0-1
Gara 39: Turris-Pomigliano 4-0
Gara 40: Sorrento -Granata 1-0
Gara 41: Sarnese-Portici 0-2
Gara 42: Bari-Bitonto (Gara giocata mercoledì 26 settembre) 0-1
Gara 43: Fidelis Andria-Città Di Fasano (Gara giocata domenica 2 settembre) 2-2 D.T.R. e 2-4 D.C.R.
Gara 44: F.C. Francavilla-Rotonda Calcio (Gara giocata venerdì 24 agosto) 2-3
Gara 45: Castrovillari-Cittanovese 1-0
Gara 46: Locri-Roccella 0-1
Gara 47: Palmese-Città di Messina 2-2 D.T.R. e 3-4 D.C.R.
Gara 48: Sancataldese-Marsala 2-2 D.T.R. e 4-5 D.C.R.

D.T.R.= Dopo Tempi Regolamentari.
D.C.R.= Dopo Calci Rigore.
In neretto le squadre approdate al 1° Turno.

Risultati Primo turno in gara unica di domenica 2 settembre (data in cui sarebbe dovuto partire il Campionato; il 1° turno si doveva infatti giocare domenica 26 agosto) 2018:
Gara 1: Tamai-Cjarlins Muzane 2-1
Gara 2: Adriese-Clodiense Chioggia 1-1 D.T.R. e 3-4 D.C.R.
Gara 3: Belluno-Trento (Gara giocata sabato 1° settembre) 0-0 D.T.R. e 2-4 D.C.R.
Gara 4: Union Feltre-Virtus Bolzano 4-2
Gara 5: Arzignano Valchiampo-Cartigliano (Gara giocata sabato 1° settembre) 2-1
Gara 6: Este-Legnago Salus (Gara giocata in anticipo domenica 26 agosto) 1-1 D.T.R. e 4-6 D.C.R.
Gara 7: Ambrosiana-Ciliverghe Mazzano (Gara giocata sabato 1° settembre) 3-2
Gara 8: Olginatese-Villa D’Alme Valbrembana 1-1 D.T.R. e 2-3 D.C.R.
Gara 9: Calvina-Darfo Boario 2-2 D.T.R. e 2-4 D.C.R.
Gara 10:Fanfulla-Pavia 1-2
Gara 11: Virtus Bergamo-Lecco 0-1
Gara 12: Folgore Caratese-Pro Sesto 2-2 D.T.R. e 4-3 D.C.R.
Gara 13: Arconatese-Bustese Milano City 2-1
Gara 14: Inveruno-Caronnese 2-5
Gara 15: Crema-Pergolettese (Gara giocata lunedì 3 settembre) 0-2
Gara 16: Ponte San Pietro Isola-Caravaggio (Gara giocata in anticipo domenica 26 agosto) 1-0
Gara 17: Borgosesia-Casale 0-1
Gara 18: Bra -Pro Dronero 4-1
Gara 19: Savona -Massese 8-0
Gara 20: Fezzanese-Lavagnese (Gara giocata sabato 1° settembre) 3-3 D.T.R. e 2-4 D.C.R.
Gara 21: Reggio Audace (Reggiana)-Lentigione (Gara giocata sabato 1° settembre al Comunale Mirabello di Reggio Emilia) 1-0 (69’Cigagna)
Gara 22: Mezzolara -Fiorenzuola 1-0
Gara 23: Axys Zola-Mantova (Gara giocata sabato 1°settembre) 0-1
Gara 24: Savignanese -R.C. Cesena 2-0 (9’Giacobbi, 57’Vandi)
Gara 25: Sammaurese-San Marino 1-0 (91’Errico)
Gara 26: Castelfidardo-Jesina 3-2 (20’Antonio Calabrese su rigore, 32’Mirco Severini, 44’Luca Magnanelli [J], 70’Antonio Calabrese, 75’Pierandrei [J])
Gara 27: Pineto-Sangiustese (Gara giocata in anticipo domenica 26 agosto) 1-0 (12’Pedalino)
Gara 28: Bastia-Cannara 0-3 a tavolino (4-1 era finita sul campo; gara che non era poi stata omologata per il ricorso presentato dalla squadra ospite in quanto il tecnico del Bastia Bonura ha sbagliato un cambio sostituendo il classe 2000 Muzhani con il non under Mammoli [96], venendo dunque meno all’obbligo di schierare 4 fuoriquota in campo per tutti i 90 minuti. Il Giudice Sportivo ha poi accolto il ricorso del Cannara infliggendo ai locali la sconfitta a tavolino)
Gara 29: Francavilla 1927 –Real Giulianova 2-2 (14’Di Paolo [R.G.], 24′ e 37’Banegas [F], 88’Frulla [R.G.]. Al 37’espulso il tecnico del Real Giulianova Stallone per proteste) D.T.R. e 3-5 D.C.R. Sequenza rigori: Tozzi Borsoi (R.G.) gol, Francesco Mele (F) gol, Frulla (R.G.) gol, Bedin (F) gol, Fuschi (R.G.) gol, Cicerello (F) gol, Barlafante [R.G.] gol, Paravati (F) parato ed Alessio Palladini (R.G.) gol.
Gara 30: Vastese-Avezzano 3-0 (46’Matteo D’Alessandro, 53’Napolano, 57’De Meio)
Gara 31: Budoni-Aprilia Racing Club (Gara giocata martedì 4 settembre) 1-2
Gara 32: Latte Dolce-Lanusei 0-1
Gara 33: Trastevere-Flaminia 1-1 D.T.R. ed 8-9 D.C.R.
Gara 34: Sff Atletico-Gavorrano 1-1 D.T.R. e 5-6 D.C.R.
Gara 35: Latina-Vis Artena 1-2
Gara 36: Monterosi -Lupa Roma (Gara giocata in anticipo domenica 26 agosto) 0-3 a tavolino per entrambe le squadre (sul campo era finita 3-1; gara che non era stata omologata per i ricorsi da parte di entrambe le squadre che hanno schierato un giocatore a testa che era squalificato: Piro il Monterosi e Lorenzo Negro il Lupa Roma. Il Giudice Sportivo infatti ha poi sanzionato ambedue le formazioni con la sconfitta a tavolino)
Gara 37: Cassino-Isernia 4-2 (6’Marco Di Matteo [I], 49’Tribelli, 50’Ricamato, 60’Marcheggiani, 69’Albino Fazio [I], 76’Tribelli).
Gara 38: Aquila Montevarchi-Sangiovannese (Gara giocata in anticipo domenica 26 agosto) 3-3 D.T.R. ed 8-7 D.C.R.
Gara 39: Real Forte Querceta-Viareggio (Gara giocata in anticipo domenica 26 agosto) 4-1
Gara 40: Seravezza Pozzi-Ponsacco (Gara giocata in anticipo domenica 26 agosto) 1-1 D.T.R. e 5-4 D.C.R.
Gara 41: Pianese-Scandicci 2-1
Gara 42: Aglianese-Tuttocuoio 0-0 D.T.R. e 3-4 D.C.R.
Gara 43: Audace Cerignola-Campobasso 5-0 (20’Abruzzese, 73’Alessio Esposito, 76’Nicola Loiodice, 89’Ciro Foggia, 91’Nicola Loiodice).
Gara 44: Taranto -Nardò (Gara giocata in anticipo domenica 26 agosto) 0-0 D.T.R. e 5-4 D.C.R.
Gara 45: Team Altamura -Bitonto (Gara giocata mercoledì 3 ottobre) 3-2
Gara 46: Gravina-Città Di Fasano (Gara giocata domenica 9 settembre) 1-1 D.T.R. e 3-5 D.C.R.
Gara 47: Città di Gragnano-Portici 1-1 D.T.R. e 6-5 D.C.R.
Gara 48: Turris-Nocerina 2-1
Gara 49: Sorrento -Nola (Gara giocata mercoledì 26 settembre) 1-1 D.T.R. e 4-3 D.C.R.
Gara 50: Savoia-Gelbison Vallo della Lucania 1-0
Gara 51: Rotonda Calcio-Castrovillari 0-0 D.T.R. e 3-4 D.C.R.
Gara 52: Gela-Troina 1-1 D.T.R. e 5-4 D.C.R.
Gara 53: Roccella-Città di Messina 0-1
Gara 54: Messina-Igea Virtus Barcellona 3-1
Gara 55: Acireale-Marsala 2-2 D.T.R. e 6-7 D.C.R.

D.T.R.= Dopo Tempi Regolamentari.
D.C.R.= Dopo Calci Rigore.
In neretto le squadre approdate ai Trentaduesimi di finale.

Risultati Trentaduesimi di finale in gara unica di domenica 9 settembre 2018:

Gara 1: Bra – Unione Sanremo 1-1 D.T.R. e 4-5 D.C.R.
Gara 2: Lavagnese – Savona 0-5

Gara 3: Chieri – Casale (Gara giocata allo stadio Righi di Borgaro Torinese [Torino]) 1-3
Gara 4: Pavia – Como (Gara non disputata in quanto il Como era in attesa del verdetto definitivo [che c’è stato venerdì 13 settembre] del Tar sul ricorso [poi di nuovo respinto così come quelli di Prato e Santarcangelo] per il ripescaggio in C e non si è presentato al campo) 3-0 a tavolino

Gara 5: Mantova – Pergolettese 2-2 D.T.R. e 6-5 D.C.R.
Gara 6: Lecco – Folgore Caratese 2-0

Gara 7: Arconatese – Caronnese (Gara giocata sabato 8 settembre) 1-1 D.T.R. e 2-3 D.C.R.
Gara 8: Villa d’Almè Valbrembana – Ponte San Pietro Isola 2-1

Gara 9: Darfo Boario – Rezzato 1-4
Gara 10: Legnago Salus – Arzignano Valchiampo 2-2 D.T.R. e 5-4 D.C.R.

Gara 11: Trento – Ambrosiana 2-2 D.T.R. e 4-5 D.C.R.
Gara 12: Campodarsego – Clodiense Chioggia 0-1

Gara 13: Union Feltre -Tamai (Gara giocata al Campo di Boscherai di Pedavena [Belluno]) 4-2
Gara 14: Reggio Audace (Reggiana)- Sammaurese (Gara giocata al Comunale Mirabello di Reggio Emilia) 1-2 (63’Ponsat [R.A.], 67’Zuppardo, 91’Errico)

Gara 15: Savignanese –Mezzolara (Gara giocata sabato 8 settembre al Comunale Capanni di Savignano sul Rubicone [Forlì-Cesena]) 2-0 (55’Francesco Manuzzi, 81’Lucio Peluso su rigore)
Gara 16: Matelica – Castefidardo 1-0 (90’Angelilli)

Gara 17: Real Forte Querceta – Tuttocuoio 1-0
Gara 18: Aquila Montevarchi – San Donato Tavarnelle 1-0

Gara 19: Gavorrano – Seravezza Pozzi 3-3 D.T.R. e 4-5 D.C.R.
Gara 20: Cannara-Pianese (Gara giocata mercoledì 3 ottobre) 0-2

Gara 21: Aprilia Racing Club– Lanusei 2-0 (7′ e 60’Titone)
Gara 22: Vis Artena – Flaminia 0-0 D.T.R. e 5-6 D.C.R.

Gara 23: Cassino -Vastese 1-0 (76’Prisco. Al 2′ Vito Leonetti della Vastese ha fallito un rigore, parato dall’estremo locale Della Pietra. Al 74’espulso Sebastiano Molinari della Vastese per doppia ammonizione)
Gara 24: Real Giulianova – Pineto 0-0 D.T.R. e 3-2 D.C.R. Sequenza rigori: Francesco Esposito (P) parato, Tozzi Borsoi (R.G.) gol, Alfonso Pepe (P) gol, Frulla (R.G.) fuori, Jacopo Fortunato (P) gol, Fuschi (R.G.) gol, Denis Di Rocco (P) parato, Barlafante (R.G.) gol ed Andrea Mancini (P) fuori.

Gara 25 non disputata: Albalonga accede direttamente ai sedicesimi
Gara 26: Savoia – Città di Gragnano 4-0

Gara 27: Sorrento– Turris (Gara giocata mercoledì 3 ottobre) 3-1
Gara 28: Città di Fasano –Taranto (Gara giocata mercoledì 26 settembre) 2-3

Gara 29: Team Altamura- Audace Cerignola (Gara giocata mercoledì 10 ottobre) 0-0 D.T.R. e 3-5 D.C.R.
Gara 30: Az Picerno – Castrovillari 2-0

Gara 31: Messina – Città di Messina 1-0 (73’Petrilli. Al 66’espulso Galesio del Città di Messina per doppia ammonizione)
Gara 32: Marsala – Gela 1-2

Oltre alle vincenti del 1° turno, in questa fase sono entrate in gioco il San Donato Tavarnelle (finalista nella scorsa edizione della Coppa Italia di Serie D) e le 8 partecipanti (Albalonga, Az Picerno, Campodarsego [che è anche il vincitore della Coppa Italia di Serie D 2017/18], Chieri, Como, Matelica, Rezzato ed Unione Sanremo) alla Coppa Italia principale (ex Tim Cup).

D.T.R.= Dopo Tempi Regolamentari.
D.C.R.= Dopo Calci Rigore.
In neretto le squadre approdate ai Sedicesimi di finale.

Risultati sedicesimi di finale in gara unica di mercoledì 10 (e non più il 31 come in precedenza stabilito) ottobre 2018:
Gara 1: Unione Sanremo-Savona 2-1
Gara 2: Casale -Pavia 2-0
Gara 3: Lecco-Mantova 1-1 D.T.R. e 4-5 D.C.R.
Gara 4: Caronnese-Villa d’Almè Valbrembana (Gara giocata al Comunale di Cesate [Milano]) 2-2 D.T.R. e 3-4 D.C.R.
Gara 5: Rezzato-Legnago Salus 2-0
Gara 6: Clodiense Chioggia-Ambrosiana 0-1
Gara 7: Sammaurese-Union Feltre 2-1 (40’Zuppardo su rigore, 69’Filippucci, 81’Roveretto [U.F.] su rigore. Al 38’espulso Cali dell’Union Feltre per aver rivolto un’espressione offensiva all’indirizzo del direttore di gara)
Gara 8: Matelica-Savignanese 2-0 (31’Daniele Melandri, 42’Daniele Fioretti)
Gara 9: Real Forte Querceta-Aquila Montevarchi (Gara giocata al Campo “Buon Riposo” di Seravezza [Lucca]) 0-2
Gara 10: Pianese-Seravezza Pozzi 1-0
Gara 11: Flaminia Civita Castellana-Aprilia Racing Club 1-0
Gara 12: Real Giulianova-Cassino 2-1 (44’e 50’Francesco Di Paolo, 55’Mannone [C])
Gara 13: Albalonga -Savoia 2-1
Gara 14: Taranto-Sorrento 0-1
Gara 15: Audace Cerignola-Az Picerno (Gara giocata mercoledì 24 ottobre) 1-2
Gara 16: Gela-Messina 1-1 D.T.R e 2-4 D.C.R.

D.T.R.= Dopo Tempi Regolamentari.
D.C.R.= Dopo Calci Rigore.
In neretto le squadre approdate agli ottavi di finale.

Risultati ottavi di finale in gara unica di mercoledì 28 novembre 2018:
Gara 1: Casale-Unione Sanremo 0-1 (76’Giorgio Gagliardi)
Gara 2: Mantova-Villa d’Almè Valbrembana 1-0 (66’Altinier. Espulsi entrambi nelle fila del Mantova: al 61’Cherubin per fallo da ultimo uomo e al 93’il difensore turco Baniya per gioco falloso).
Gara 3: Ambrosiana-Rezzato 3-2 (15’autorete di Dario Scuderi, 18’Riccardo Testi, 19’Alessandro Caruso [R], 45’Enrico Rossi, 90’Sottovia [R])
Gara 4: Sammaurese-Matelica 0-1 (76’Daniele Fioretti su rigore)
Gara 5: Aquila Montevarchi-Pianese 3-2 (4’Gianmarco Ravanelli [P], 20’e 47’Bernardo Masini, 54’Daniele Buongiorno [P] su rigore, 86’Cristiano Adami)
Gara 6: Flaminia Civita Castellana-Real Giulianova 0-0 D.T.R. e 3-4 D.C.R. Sequenza rigori: Alessandro Morbidelli (F.C.C.) parato, Tozzi Borsoi (R.G.) gol, Francesco Lazzarini (F.C.C.) alto sopra la traversa, Francesco Di Paolo (R.G.) gol, Gianmarco Carta (F.C.C.) gol, Frulla (R.G.) parato, Ingretolli (F.C.C.) gol, Marco Antonelli (R.G.) gol, Mignone (F.C.C.) gol ed Alessio Palladini (R.G.) gol.
Gara 7: Sorrento-Albalonga 0-2 (73’Cristiano Proietti, 90’Pippi).
Gara 8: Az Picerno-Messina (Gara giocata mercoledì 9 gennaio 2019) 2-4 (7′Mbaye Ba, 25’autorete del difensore senegalese del Messina Mbaye Ba che nel tentativo di anticipare Gallon [A.P.] devia la sfera nella propria rete, 38’Giuseppe Tedesco, 54’Gallon [A.P.], 82’Giovanbattista Catalano, 95’Cocimano)

D.T.R.= Dopo Tempi Regolamentari.
D.C.R.= Dopo Calci Rigore.
In neretto le squadre approdate ai quarti.

Risultati quarti di finale in gara unica Coppa Italia Serie D di mercoledì 30 gennaio 2019:
Gara 1: Unione Sanremo (Sanremese)-Mantova 0-1 (51’Varano)
Gara 2: Matelica-Ambrosiana 2-1 (20’Angelilli, 29’Lo Sicco, 57’Buxton [A]. Espulsi entrambi tra le fila dell’Ambrosiana: al 91’Lonardi per doppia ammonizione ed al 93’Dall’Agnola per proteste, condite da espressione offensiva all’indirizzo del Direttore di gara)
Gara 3: Real Giulianova-Aquila Montevarchi 2-1 (15’Nicola Gori, 51’Cristiano Adami [A.M.], 78’Francesco Di Paolo)
Gara 4: Albalonga –Messina 2-2 (20’Mario Barone [A] su rigore, 27’Arcidiacono [M], 61’Cocimano [M], 80’Jacopo Succi [A]) D.T.R. e 2-4 D.C.R. Sequenza rigori: Giovanbattista Catalano (M) gol, Renan Pippi (A) gol, Biagio Carini (M) gol, Corsetti (A) traversa, Alessio Amadio (M) gol, Pellecchia (A) gol, Traditi (M) gol e Mario Barone (A) palo.

D.T.R.= Dopo Tempi Regolamentari.
D.C.R.= Dopo Calci Rigore.

In neretto le 4 squadre approdate alle semifinali.

CALENDARIO DATE MODIFICATE
Domenica 26 agosto (e non più domenica 19 come in precedenza stabilito) 2018 Turno preliminare in gara unica
Domenica 2 settembre (e non più domenica 26 agosto come in precedenza stabilito) 2018 1° Turno in gara unica
Domenica 9 settembre 2018 Trentaduesimi di finale in gara unica
Mercoledì 10 ottobre 2018 Sedicesimi di finale in gara unica
Mercoledì 28 novembre 2018 Ottavi di finale in gara unica
Mercoledì 30 gennaio 2019 Quarti di finale in gara unica
Mercoledì 27 febbraio 2019 Semifinale di andata
Mercoledì 3 aprile 2019 Semifinale di ritorno
Sabato 18 maggio 2019 ore 16 Finale in gara unica e campo neutro (Stadio Artemio Franchi di Firenze)

ECCELLENZA CALCIO

Ecco il quadro Nazionale aggiornato di tutte le squadre che hanno vinto o sono in testa ai propri campionati regionali d’Eccellenza e sono dunque approdate o stanno per approdare in Serie D:
Abruzzo : Chieti
Basilicata: Grumentum Val d’Agri
Calabria: Corigliano
Campania: Giugliano che aveva chiuso torneo a pari punti (70) con la Frattese, ma poi ha conquistato il Campionato e la conseguente promozione in Serie D battendo la squadra di Frattamaggiore (Napoli) per 2-0 dopo i tempi supplementari nello spareggio giocato domenica 28 aprile a Castellammare di Stabia (Nel Girone A) e San Tommaso (Nel Girone B )
Emilia Romagna: Correggese (Girone A) ed Alfonsine (Girone B)
Friuli Venezia Giulia: San Luigi
Lazio: Team Nuova Florida (Girone A) e Pro Calcio Tor Sapienza (Girone B )
Liguria: Vado
Lombardia (unica regione che ha tre Gironi d’Eccellenza): Castellanzese (Girone A), Nibionnoggiono (Girone B) e Brusaporto (Girone C)
Marche: Tolentino
Molise: Vastogirardi
Piemonte e Valle D’Aosta (unica regione che non ha un proprio girone d’Eccellenza): Verbania (Girone A) e Fossano (Girone B)
Puglia: Casarano (è anche finalista della Coppa Italia Dilettanti)
Sardegna: Muravera
Sicilia: Licata (Girone A ) e Marina di Ragusa (Girone B)
Toscana: Grosseto (Girone A) e Grassina (Girone B).
Trentino Alto Adige: Dro Alto Garda
Umbria: Foligno
Veneto: Vigasio (Girone A) e Luparense (Girone B).
In neretto le squadre promosse in serie D.
A queste squadre sopra citate nei rispettivi Gironi di Serie D dove verranno inserite si aggiungeranno il Caldiero Terme (squadra veneta approdata in finale della Coppa Italia Dilettanti che giocherà contro il Casarano che ha già conquistato il Campionato d’Eccellenza Puglia e dunque la promozione in D) e le 7 vincitrici dei play off Nazionali d’Eccellenza.


Copyright © 2019 Riviera Oggi, riproduzione riservata.