SANT’OMERO – Ladri intercettati in auto nella zona industriale di Sant’Omero fuggono a piedi per le campagne circostanti.

Erano in due, con il volto coperto da passamontagna, e si trovavano a bordo di una Fiat 500, risultata poi rubata lo scorso 22 aprile a Morro d’Oro. All’interno del veicolo sono stati rinvenuti diversi attrezzi da scasso, utilizzati solo qualche ora prima a San Nicolò, dove i due malviventi avevano fatto visita a un punto vendita della catena “Acqua&Sapone”.

Dopo aver scassinato la saracinesca dell’attività commerciale, si sono introdotti all’interno riuscendo a portar via diversi profumi di valore. Sono stati però ripresi dalle telecamere di video sorveglianza e i carabinieri della locale stazione sono riusciti poco dopo a vedere l’auto sulla quale si erano allontanati, avviando così le ricerche su tutto il territorio della provincia.

E, a tarda notte, la Fiat 500 è stata intercettata da una pattuglia dei carabinieri di Nereto mentre si aggirava per la zona industriale di Sant’Omero, probabilmente in cerca di un’altra attività da ripulire. Ne è nato così un inseguimento per le vie del circondario e, quando i malviventi hanno capito di avere poche chances di farla franca, hanno preferito lasciare l’auto scappando a piedi.

Con il favore del buio, sono quindi riusciti a far perdere le proprie tracce addentrandosi per le campagne circostanti. Indossavano ancora il passamontagna e nell’auto, che è stata poi ispezionata in cerca di eventuali impronte, hanno lasciato solo gli attrezzi da scasso. Dei profumi rubati, invece, nessuna traccia.


Copyright © 2020 Riviera Oggi, riproduzione riservata.