SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Una migrazione di massa da una lista civica ad un partito che non passa, ovviamente, inosservata. Ed è Valerio Pignotti, capogruppo di Forza Italia, a postare una nota con un pizzico di pepe. Coinvolti nella sua riflessione sono appunto il vicesindaco Andrea Assenti, passato da SiAmo San Benedetto a Fratelli d’Italia, il capogruppo di Fratelli d’Italia Gianni Balloni e un non meglio identificato “scudiero di Ripaberarda” che va ad animare la già ricca frequentazione animalesca degli ultimi anni del Consiglio comunale di San Benedetto, tra Corvi, Falchi e falconieri e qualche serpente.

“Dopo qualche mese di rumors e in seguito a molte smentite, alla fine anche i “patriottici” piceni, avranno un volto autorevole con cui noi di Forza Italia potremmo piacevolmente dialogare. Mi complimento con l’esperto assessore Assenti per la scelta e ovviamente anche con i gregari che lo hanno seguito in questa operazione da missionari” scrive Pignotti.

“I soliti rumors di cui sopra, attribuiscono al collega capogruppo la regia dell’operazione, pertanto se la militanza è un Valore (e la destra l’ha sempre considerato tale) sono ben disposto a dare il mio sostegno all’amico Gianni, storica icona del partito, che ora, considerata l’alta operazione politica eseguita, ed in seguito alla sua “missione torinese”, ha il diritto di rivendicare un ruolo di grande spessore” sottolinea con un po’ di ironia Pignotti.

“Io sono giovane e alle prime armi pertanto all’assessore ai lavori pubblici, non mi sento di proporre soluzioni, perché so già che lui stesso, assieme ovviamente allo scudiero di Ripaberarda, troverà l’espediente magico per rivitalizzare l’azione della maggioranza e per nuovamente bilanciare, e questa volta in modo equo, l’azione di governo della città. In fondo, il leader del partito “traino” del centrodestra (per ora solo in Consiglio Comunale a San Benedetto) avrebbe tutte le carte in regola per divenire, dopo le Comunali del Capoluogo, il leader territoriale del partito della Meloni. Quindi, caro Andrea, siamo sulla stessa barca, a San Benedettp e sul capoluogo – continua Pignotti, alludendo alla candidatura di Marco Fioravanti di Fratelli d’Italia ad Ascoli – Sta a te ora unire oppure dividere, il margine è sottile e Forza Italia, ti assicuro, nell’interesse dei Sambenedettesi e dei nostri Valori non starà più a guardare. In bocca al lupo” termina.


Copyright © 2019 Riviera Oggi, riproduzione riservata.