GROTTAMMARE – La consigliera del Movimento Cinque Stelle di Grottammare, Alessandra Manigrasso, critica l’Amministrazione Piergallini sul tema della nomina degli scrutatori alle elezioni Europee del 26 maggio: “Anche nel Piergallini bis non si dà la priorità a disoccupati e studenti. È stucchevole, si persevera seguendo un metodo legale ma che reputiamo ingiusto e sbagliato.  Ad ogni tornata elettorale siamo costretti a ripeterci, a continuare nella nostra scelta coerente e rispettosa di chi non elemosinando aiuti, vorrebbe una diversa selezione degli scrutatori iscritti all’albo”.
“Noi del M5S  di Grottammare, abbiamo più volte chiesto durante questi anni che la commissione elettorale del comune di Grottammare potesse approvare un nuovo criterio per la nomina degli scrutatori e quest’anno presentiamo una mozione che impegni tutto il consiglio. Come avviene in alcuni  comuni marchigiani (Fermo, Polverigi) le nomine vengono effettuate dando priorità ai disoccupati compilando una domanda di comunicazione di disponibilità degli iscritti presso il Centro Territoriale per l’impiego o a studenti che non svolgono alcuna attività lavorativa retribuita, a condizione che siano regolarmente iscritti nel vigente albo degli scrutatori e presentando una semplice domanda all’ufficio elettorale in autocertificazione” scrive la Manigrasso.
“Dal 2006 si è tornati ad una gestione politica degli scrutatori. Le nomine avvengono tramite una spartizione proporzionale a seconda del “peso” delle forze politiche. Ricordiamo che il M5S non ha mai partecipato e mai parteciperà al metodo attuale di scelta” conclude la nota.

Copyright © 2019 Riviera Oggi, riproduzione riservata.