SAN BENEDETTO DEL TRONTO – “La petizione popolare intitolata ” Che Acqua Beviamo? ” che è stata iniziata nella giornata di ieri nell’ambito della Festa del 1^ Maggio svoltasi in zona Agraria a Porto d’Ascoli ha avuto un riscontro in termini di consenso e partecipazione che é andato oltre le più rosee aspettative”. A parlare è uno dei promotori dell’iniziativa, l’esponente del Pd Claudio Benigni che parla di 800 firme raccolte in un giorno.

“Un fiume non di acqua ma di persone motivate come non mai, si è accalcato sotto il gazebo che era stato predisposto per la sottoscrizione, sin dalla prima mattinata ed è stato un continuo andirivieni fino a notte. Oltre a ciò davvero molti gli apprezzamenti ed i messaggi di solidarietà ricevuti, in aggiunta alle telefonate dei tanti impossibilitati a venire che ci chiedevano se l’iniziativa sarebbe stata ripetuta e dove”.

“Il leitmotiv della giornata è stato il “sapore e odore sgradevole” dell’acqua sgorgante dai rubinetti delle case dei sanbenedettesi, a prescindere se essa sia potabile dal punto di vista sanitario. Una risposta popolare forte, che ci ha fatto capire ancor di più quanto il problema dell’acqua sia sentito nella cittadinanza, e che ci ha convinto a proseguire la raccolta di firme anche nei giorni a venire.
Sarà nostra cura poi pubblicare i siti dove sará ancora possibile firmare”.


Copyright © 2020 Riviera Oggi, riproduzione riservata.