SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Una Samb che potrebbe presentarsi agli imminenti play off come un outsider indecifrabile. Questa è l’impressione vedendo la squadra durante questo scorcio di gestione Magi, che ha cambiato poco rispetto a Roselli (essenzialmente la posizione di Ilari più avanzato, tale da trasformare il 3-5-2 in un 3-4-1-2) ma che ha trasformato l’atteggiamento attendista in uno molto più votato all’offesa.

Stanco ad esempio ha segnato 4 gol nelle ultime 4 partite, contro le 7 reti precedenti, e oggi le occasioni per il bomber rossoblu potevano portare ad un bottino più ricco; Rapisarda è tornato spesso e volentieri l’esterno incursore che abbiamo apprezzato; peccato per la perdurante assenza di Cecchini, che avrebbe aiutato sulla corsia sinistra.

Ma sono le seconde punte fin qui impiegate a beneficiare maggiormente del nuovo corso: Russotto si è dimostrato il classico giocatore in grado di fare la differenza in questa categoria e oggi Di Massimo ha sfruttato al meglio l’occasione mostrando un ricco repertorio di invenzioni. Senza dimenticare Calderini, oggi in panchina, resta difficile pensare di escludere uno tra Russotto e Di Massimo, anche se mister Magi, pur dicendoci, nell’ultima puntata di Scienziati nel Pallone, che è tentato dalle tre punte, difficilmente a Fermo rinuncerà allo schema fin qui vincente.

Resta enigmatico, a questo punto, il secondo tempo di Rimini, contro una formazione, quella biancorossa romagnola, contro cui la Samb nel primo tempo aveva giocato, come si suol dire da queste parti, a pallucce.

Non bisogna illudersi proprio in virtù del rendimento esterno della Samb fin qui molto deludente, anche se conoscendo l’ambiente rossoblu la sfida di Fermo potrebbe indirizzare l’entusiasmo della piazza in un verso o nell’altro: una affermazione servirebbe a diluire le molte delusioni della stagione e creare una aspettativa positiva rispetto agli spareggi finali. Contrariamente una sconfitta, pur con la Samb ai play off, certificherebbe o quasi l’incapacità della formazione di ottenere risultati in trasferta.

Nella sfida di Fermo la Samb ha dalla sua due risultati su tre per mantenere il nono posto, il che significherebbe giocare in trasferta la prima sfida play off contro squadre come il Sudtirol (l’abbinamento odierno) oppure contro il Vicenza nel caso il Monza vinca la Coppa Italia di Serie C. Esiste anche la possibilità di superare il Vicenza (impegnato in trasferta contro l’Albinoleffe, potenzialmente in corsa per un posto play off in caso di vittoria del Monza in Coppa Italia), soltanto con una vittoria a Fermo. In questo caso l’ottavo posto in campionato potrebbe diventare settimo se i brianzoli vinceranno la Coppa, il che vorrebbe dire giocare la prima sfida play off in casa con la possibilità anche di pareggiare l’incontro per passare il turno.

 


Copyright © 2020 Riviera Oggi, riproduzione riservata.