SAN BENEDETTO DEL TRONTO – È il sabato dei complimenti: da una parte ad una squadra che dopo 8 anni di sofferenze è finalmente riuscita a salire in Serie C, dall’altra ad una squadra di giovanissimi che sorprendentemente e passo dopo passo è riuscita a sfiorare una clamorosa promozione.

Complimenti alla Sicur Clean Jesi, allenata con energia e competenza da Baldoni e che ha festeggiato a San Benedetto con decine di tifosi provenienti dal centro natale di Federico II di Svevia, vincendo la partita alla Curzi per 3-1 e portando sul definitivo 2-0 la semifinale promozione. Un piccolo passo per il rilancio di una delle società più importanti delle Marche, capace con i marchi Trevalli e Ipersidis di affrontare sette campionati di A2 tra gli anni Ottanta e Novanta, sfiorando anche la promozione nella massima serie.

Complimenti anche alla Happy Car Samb Volley, protagonisti di una delle pagine più belle dei quarant’anni di storia del movimento pallavolistico sambenedettese. A volte le pagine belle non sono solo legati a vittorie di campionati e/o promozioni, ma anche di prestazioni e storie che rimangono nel cuore e nella memoria dei tifosi. Protagonista il pugliese Rocco Netti, capace di portare in alto un gruppo di giovanissimi a questo prestigioso traguardo. Nello sport l’impresa di Netti può essere, in piccolo, paragonata per mentalità, filosofia e risultati al “Bari dei baresi” di Enrico Catuzzi una squadra formata esclusivamente da giovani calciatori baresi provenienti dalle giovanili. Correva l’anno 1982 quando questi giovani ragazzi sfiorarono con un spettacolare calcio una clamorosa promozione in Serie A.

Archiviando i complimenti, la partita della Curzi ha visto prevalere meritatamente l’esperienza e la classe di Jesi per 3 set a 1 sulla freschezza dei rossoblu, sfortunati soprattutto nel secondo set. Ha vinto chi ha sbagliato meno e forse un secondo set oltre il 25esimo punto e/o un tie break, sarebbero stati ancor più divertenti e appassionanti per i numerosissimi presenti a San Benedetto.

Nella prima frazione c’è stata l’illusione rossoblu con la vittoria con il punteggio di 25-22. Nel secondo set Jesi non si è arresa, e dopo molto equilibrio, è riuscita ad andare sul +4. Veemente la reazione dei rossoblu, che però hanno perso la frazione a causa di alcuni decisivi errori e di decisioni arbitrali discutibili.

Nelle altre due frazioni bravi i rossoblu all’inizio, ma Jesi ha costruito le sue vittorie con eccellenti metà set, grazie ad un muro semplicemente perfetto. Bravi i ragazzi di Baldoni, perfetti ad amministrare il vantaggio nonostante i ritorni degli altrettanti eccellenti ragazzi di Netti, che si fermano sia nella terza, sia nella quarta frazione, al ventesimo punto.

Vittoria meritata per Jesi, promosso assieme ad Ancona in serie C. La finale sarà solo una formalità per le statistiche.

HAPPY CAR SAMB VOLLEY 1 – SICUR CLEAN JESI 3 (25-22, 22-25, 20-25, 20-25) Arbitro Mirco Settimi

1DF, continua la corsa verso la salvezza: con grande forza le ragazze di Medico hanno vinto 3-1 contro la Libero 1984, continuando così la sua corsa alla salvezza in Prima Divisione Femminile. Una grande partita per le ragazze di Medico che hanno respinto gli attacchi delle ascolane e sabato 4 maggio si giocheranno la permanenza in categoria alla Palestra Forlini.

Nel match, svoltosi nel tardo pomeriggio di sabato alla palestra Curzi, le rossoblu hanno sofferto nel primo ed equilibratissimo set, terminato con il punteggio di 26-24. Anche il secondo è stato sofferto, ma le rossoblu hanno dimostrato una maggior efficacia concludendo con il punteggio di 25-22. Nel terzo set il momento di difficoltà con le ascolane che hanno vinto per 23-25. Coach Medico ha spronato le ragazze, invitando ad utilizzare la testa, a non deconcentrarsi e gli effetti si sono visti immediatamente. Il quarto set è stato trionfante per le rossoblu che si sono aggiudicate gara 2 con un netto 25-17.

Un’ottima prestazione per le rivierine, pronte per una “bella” assolutamente da non perdere, ultimo atto di un campionato provinciale ad altissimo livello.

1DF: HAPPY CAR SAMB VOLLEY 3 – LIBERO VOLLEY 1984 1 (26-24, 25-22, 23-25, 25-17) Arbitro Antonino Silvestri. 


Copyright © 2019 Riviera Oggi, riproduzione riservata.