SALA 6 Beffato dalla deviazione di Fissore, resta forse troppo fuori dai pali in occasione del gol. Un paio gli interventi molto apprezzabili specialmente nel finale di gara.

BIONDI 6,5 Schierato centralmente al posto dello squalificato Miceli, dimostra ancora una volta la sua validità

CELJAK 6 Un suo anticipo sbagliato mette in difficoltà la difesa rossoblu in un “tre contro tre” al quale Biondi rimedia con l’ammonizione. Suo il cross per il gol di Ilari.

FISSORE 6 Tiene botta in difesa anche se una sua involontaria deviazione mette fuori causa Sala e determina il gol ospite.

GELONESE 6 Colpisce una traversa beffarda su un pallonetto dal limite. Nel primo tempo agisce da baluardo difensivo, districandosi abbastanza bene negli appoggi anche se a volte rallenta un po’ i tempi di gioco. Esce nell’intervallo.

SIGNORI 6,5 Spara alto da buonissima posizione dopo un quarto d’ora. Cuce bene però la zona centrale della mediana, garantendo buone ripartenze. Scende un po’ nella ripresa ma crediamo che le sue qualità nel tocco di palla

D’IGNAZIO 6 Buono il suo primo tempo, ordinato nella fase difensiva e propositivo in avanti. Continua bene nella ripresa ma poi gli mancano i minuti di gioco e Magi è costretto a toglierlo.

RAPISARDA 7 Molto bene in avvio, sia in fase di recupero che all’offensiva. Una spina nel fianco della difesa eugubina per tutta la partita.

ILARI 7 Pronti via ha una grande occasione assieme a Stanco su assist di Di Massimo. Galleggia nel resto della partita ma si fa trovare puntuale all’inzuccata vincente, e sono sei i gol realizzati. Sfiora il gol subito dopo, poi si sposta sull’esterno dopo l’uscita di D’Ignazio.

DI MASSIMO 8 Il suo avvio è bruciante, sente l’importanza della partita e risulta imprendibile con le sue serpentine e le sue finte. Su una palla sbagliata della difesa ospite compie un’altra delle sue accelerazioni e conquista il rigore (con ammonizione importante a Benedetti) che poi trasforma. La marcatura lo galvanizza e continua ancor meglio di prima ad essere autore di giocate davvero pregevoli. Peccato davvero che in questa stagione sia stato utilizzato con eccessiva intermittenza. Espeche lo atterra ancora dopo un dribbling secco e viene ammonito anche lui. Nella ripresa continua con giocate di alta classe, compreso un assist di testa per Stanco eccezionale e un colpo di tacco raro da vedere in C. Esce fra gli applausi. L’avremmo tenuto ancora in campo.

STANCO 6 Funge da boa offensiva anche se ha alcune buone occasioni ma sembra la sua giornata, poteva fare meglio in più di una occasione e nel finale sbaglia due gol che sembravano fatti. Poi riscatta una partita fino a quel momento in ombra con il suo colpo migliore, l’incornata di testa, stavolta su un cross dalla trequarti.

BOVE 6 Magi lo schiera ancora una volta nel ruolo di play maker, secondo noi posizione a lui poco adatta perché fa fatica nel contenimento delle avanzate avversarie, e oggi ne ha dato conferma.

PANAIOLI 6 Magi rischia tantissimo ad inserirlo in un momento molto complicato dell’incontro e un centrocampo già deboluccio a causa della presenza di Bove. Appena entrato deve ricorrere al fallo e viene ammonito.

RUSSOTTO 6,5 Diventa subito il punto di rifermento per la squadra, diventa regista avanzato e fa respirare la squadra. Anche lui sfiora la marcatura. Mezzo voto in più per uno stop strepitoso seguito da un colpo di tacco con il quale si smarca di due avversari. Il calcio è anche spettacolo.

MAGI 6,5 Fatta eccezione per lo strano secondo tempo di Rimini, la sua è diventata una Samb che ama affrontare le partite a viso aperto, e così per la seconda volta in stagione, alla seconda partita casalinga consecutive, le marcature sono tre. Oggi ha dovuto schierare dal primo minuto Di Massimo che è stato autore di una prestazione di elevatissimo valore. Davvero difficile a questo punto rinunciare a lui o a Russotto, calciatori in grado di cambiare il volto della squadra, anche se un uomo come Stanco, oggi un po’ in ombra fino al gol finale, resta un punto fermo della formazione.

Un po’ azzardato o forse solo coraggioso il doppio cambio a centrocampo, con due giocatori portati alla costruzione ma poco all’interdizione come Bove e Panaioli, messi in campo assieme. Ci aspettavamo l’ingresso di un giocatore come Rocchi, che però ha avuto un affaticamento muscolare in settimana, ma comunque stavolta è andata bene anche se questa Samb ci sembra ancora una squadra che non riesce a sfruttare appieno il suo potenziale. Adesso che i play off sono finalmente sicuri, ci aspetta la vicina trasferta di Fermo per costruire finalmente una Samb formato trasferta e ricompattare l’ambiente in vista degli spareggi finali.


Copyright © 2020 Riviera Oggi, riproduzione riservata.