SERIE C 2018/19:

Campi da gioco Serie C 2018-2019

Programma gare Serie C dalla 15a alla 19a ed ultima giornata di ritorno

PLAY OFF e PLAY OUT SERIE C (Comunicato del 30 aprile 2019)

Regolamento modificato Play Off e play out Serie C stagione in corso 2018-19

Sotto al Girone B i risultati degli altri 2 Gironi A (dove ad una giornata dal termine Piacenza vittoriosa in rimonta nel finale sull’Olbia [2 volte in vantaggio con l’attaccante colombiano Ceter] conserva un +2 di vantaggio sulla Virtus Entella corsara all’inglese ad Alessandria, sul campo della Juventus B, Siena impatta a Novara dove viene raggiunta al 94′ e perde 2 posizioni in griglia Play Off venendo scavalcato da Carrarese ed Arezzo, scivolando in 7a posizione ma sarà l’arbitro decisivo del torneo nell’ultimo turno quando ospiterà il già citato Piacenza) e C (dove come risaputo la Juve Stabia è matematicamente promossa in Serie B grazie al successo a tavolino sul Matera, Trapani batte di misura al 90’Paganese e resta a -4 dalla vetta) e quelli di Serie B (dove nel posticipo della domenica sera, Lecce si aggiudica il big match che chiude 35°turno agganciando Brescia in testa a quota 63: +5 sul 3°posto, sempre occupato dal Palermo stecca ancora impattando a Livorno e dove Pescara impatta in casa col Verona mantenendo invariata la sua posizione Play Off, Ascoli impatta facendosi rimontare 2 reti a Cittadella [che resta 8° e dunque in zona Play Off] ma è matematicamente salvo con 3 giornate d’anticipo).

ALBO D’ORO RECENTE 3A SERIE:

Lega Pro:
2014/15: Girone A: Novara; Girone B: Ascoli (al posto del Teramo che aveva vinto torneo sul campo ma a cui poi è stato revocato titolo per illecito sportivo) ; Girone C: Salernitana. Supercoppa vinta poi dal Novara. Play Off Inter-Girone vinti dal Como (Girone A).
2015/16: Girone A: Cittadella; Girone B: Spal ; Girone C: Benevento. Supercoppa vinta poi dalla Spal. Play off Inter-girone vinti dal Pisa (Girone B).
2016/17: Girone A: Cremonese; Girone B (dove c’era anche la Samb giunta 7a ed approdata fino alla 2a Fase dei Play Off dove è stata eliminata dal Lecce con 2 pareggi) : Venezia ; Girone C: Foggia. Supercoppa vinta poi dal Foggia. Play off Inter-girone vinti dal Parma (Girone B).

Serie C:
2017/18: Girone A: Livorno ; Girone B: (dove c’era anche la Samb giunta 3a ed approdata fino ai quarti di finale dei Play Off dove è stata eliminata dal Cosenza che poi li ha vinti) Padova ; Girone C: Lecce. Supercoppa vinta poi dal Padova. Play off Inter-girone vinti dal Cosenza (Girone C).
2018/19: Girone A: Piacenza * ; Girone B: Pordenone ; Girone C: Juve Stabia.
Le 3 squadre vincitrici dei rispettivi Gironi si giocheranno la Supercoppa di Serie C 2019. A queste direttamente promosse in B, si aggiungeranno le 2 squadre (e non più una come le recenti stagioni) vincitrici dei Play Off Inter-Girone Nazionali.
* Squadre in testa ai propri Gironi ma non ancora matematicamente promosse in Serie B.

Sul fondo dell’articolo prima della Coppa Italia di Serie C e dei verdetti (parziali) di Serie D c’è l’Albo d’oro completo della 3a Serie.

SERIE C GIRONE B:

SAN BENEDETTO DEL TRONTO-La 37a giornata (18a di ritorno) di Serie C Girone B va in archivio con 9 successi (di cui 2 esterni) ed un solo pareggio (a reti bianche); 29 (di cui 4 su rigore) le reti messe a segno in questo 37°turno.
In questa penultima giornata è stata realizzata una tripletta che porta la firma di Pasquale Maiorino (Feralpisalò).
Pordenone batte Giana Erminio ed è matematicamente promosso in Serie B (dove approda per la 1a volta nella sua storia) con una giornata d’anticipo.
Non ci sono più squadre imbattute ne in senso assoluto e ne in casa. Mentre in trasferta è ancora imbattuto solo il Pordenone.
Primo successo del 2019, del Girone di ritorno e con Fabio Gallo in panchina per la Ternana che battendo di misura Ravenna ottiene la matematica salvezza .
In coda il Fano sembra ormai spacciato e dunque prossimo al ritorno in Serie D dopo 3 stagioni di C, ma se battesse la Triestina, con il concomitante successo di una delle due squadre nello scontro diretto Rimini-Renate accederebbe ai play out in quanto a pari punti 38 (è messa meglio di Rimini o Renate negli scontri diretti). Se invece al Romeo Neri uscirà il pari la squadra fanese sarebbe condannata anche in caso di aggancio alla Virtus Verona (messa meglio del Fano negli scontri diretti). Dunque alla formazione di Brini non resta che vincere e sperare che Rimini-Renate non finisca in parità.

RISULTATI DELLA 37A GIORNATA (18A DI RITORNO) DI DOMENICA 28 APRILE 2019:
Imolese-Sudtirol Alto Adige 2-0 (34’Eric Lanini su punizione, 47’Nicola Mosti)
Lanerossi Vicenza Virtus-Alma Juventus Fano 2-0 (33’Giacomelli su rigore, 48’Simone Guerra)
Monza-Fermana 3-0 (44’Armellino su punizione, 77’Tentardini, 88’Chiricò)
Pordenone-Giana Erminio 3-1 (12’Candellone, 31’Ciurria, 34’Fabio Perna [G.E.], 37’Alberto Barison. Seconda frazione di gioco iniziata in netto ritardo per liberare il campo dalla grande quantità di acqua dovuta alla pioggia incessante)
Renate-Feralpisalò 2-3 (1’Reno Piscopo [R], 16’e 18’Pasquale Maiorino, 48’Guglielmotti [R], 76’Pasquale Maiorino su punizione. Al 49’espulso Guglielmotti del Renate per doppia ammonizione, la seconda rimediata per eccessiva esultanza dopo aver realizzato il gol del momentaneo 2-2)
SAMB-Gubbio 3-1 (34’Di Massimo su rigore, 52’Carlo Ilari, 56’De Silvestro [G], 82’Stanco. Espulsi entrambi tra le fila del Gubbio: al 39’Alessio Benedetti per doppia ammonizione ed al 79’il tecnico Galderisi per proteste. Dal 77’gara ferma per almeno 6 minuti per l’infortunio all’assistente arbitrale Stefano Lenza di Firenze, sostituito da regolamento così come l’altro guardalinee Francesco Santi di Prato con i dirigenti delle 2 squadre: il team manager della Samb Pietro Buongiorno ed il preparatore atletico del Gubbio Luca Palazzari)
Ternana-Ravenna 1-0 (2’Guido Marilungo. Al 92’espulsi per acceso diverbio e recproche scorrettezze i vice-tecnici delle 2 squdre: Chiappara della Ternana e Montanari del Ravenna)
Triestina-Teramo 3-2 (14’Granoche su rigore, 27’Fiordaliso [Te], 36’Rocco Costantino, 44’Petrella, 92’Mattia Proietti [Te]. Espulsi: all’84’Spighi del Teramo per gioco falloso su Granoche ed all’86’Lambrughi della Triestina al termine di una maxi rissa tra i componenti delle 2 squadre in seguito al brutto fallo del già citato Spighi)
Virtus Vecomp Verona-Albinoleffe 1-2 (2’Sibilli, 59’Sbaffo su rigore, 73’Danti [V.V.V.] su punizione)
Vis Pesaro-Rimini 0-0

CLASSIFICA:

Promozione diretta in Serie B
1) Pordenone *(B)* 72,

Zona Play Off
2) Triestina (-1) 67,
3) Imolese 61,
4) Feralpisalò 61,
5) Monza 57,
6) Sudtirol Alto Adige 55,
7) Ravenna 54,
8) Lanerossi Vicenza Virtus 48,
9) SAMB 47,
10) Fermana 47,

Zona salvezza diretta
11) Ternana 43,
12) Albinoleffe 43,
13) Teramo 42,
14) Giana Erminio 41,
15) Vis Pesaro 41,
16) Gubbio 41,
17) Virtus Vecomp Verona 38,

Zona play out
18) Renate 38,
19) Rimini 38,

Retrocessione diretta in Serie D
20) Alma Juventus Fano 35.

*(B)*= Matematicamente promosso in Serie B (dove approda per la 1a volta nella sua storia) con una giornata d’anticipo.

(-1)= un punto di penalizzazione inflitto mercoledì 31 ottobre 2018.

La Virtus Verona ha gli stessi punti (38) di Renate e Rimini, ma in base alla classifica avulsa a tre degli scontri diretti la squadra veronese (17a) sarebbe salva, mentre quella brianzola (18a) e quella romagnola (19a) dovrebbero disputare lo spareggio play out.

Manca una giornata al termine, ma se il Campionato fosse finito oggi sarebbe così:

Pordenone (1° classificato) è direttamente promosso in Serie B per la 1a volta nella sua storia.

Play Off : La Triestina (2a) riposerebbe nel 1° (Fase Girone), 2° (Fase Girone) e 3° (1a Fase Inter-Girone-Nazionale) turno, entrando in gioco al 4° turno (2a Fase Inter-Girone-Nazionale del 29 maggio e 2 giugno 2019). L’Imolese (3a) riposerebbe nel 1° (Fase Girone) e 2° (Fase Girone) turno, entrando in gioco nel 3° (1a Fase Inter-Girone-Nazionale del 19 e 22 maggio 2019) turno.
Mentre la Feralpisalò (4a) riposerebbe solo nel 1° (Fase Girone) turno entrando in gioco nel 2° (Fase Girone di mercoledì 15 maggio 2019).

Nel 1° Turno (domenica 12 maggio) si giocheranno 3 partite in gara unica in casa delle meglio classificate al termine della Regular Season, ad oggi queste:
Monza (5°; se non vincerà la Coppa Italia di Serie C, altrimenti entrerebbe in gioco nei Play Off nel 3° turno ossia la 1a Fase Nazionale, mentre al 1° turno del Girone B, parteciperebbe anche l’11a classificata che in questo momento sarebbe la Ternana)-Fermana (10a), Sudtirol Alto Adige (6°)-SAMB (9°) e Ravenna (7°)-Lanerossi Vicenza Virtus (8°).
Qualora il Monza vincesse la Coppa Italia di Serie C, gli abbianamenti del 1°turno, in questo momento sarebbero i seguenti: Sudtirol Alto Adige (6°)-Ternana (11a), Ravenna (7°)-Fermana (10a) e Lanerossi Vicenza Virtus (8°)-SAMB (9a) .

Play out: si giocherà una sola gara doppia (andata sabato 18 maggio in casa della peggio classificata e ritorno sabato 25 maggio 2019 in casa della meglio classificata), ad oggi: Rimini (19°)-Renate (18°).

La vincente del doppio confronto sarà salva, la perdente invece retrocederà in Serie D.

Fano ultimo (20°) classificato sarebbe direttamente retrocesso in Serie D.

PROSSIMO TURNO, 38a ed ultima giornata (19a ed ultima di ritorno) di domenica 5 maggio 2019 ore 15:
Albinoleffe-Lanerossi Vicenza Virtus (All’andata 1-1)
Alma Juventus Fano-Triestina (all’andata 1-0 per il Fano)
Feralpisalò-Pordenone (all’andata 2-2)
Fermana-SAMB (Gara che sarà diretta da: Federico Longo di Paola [Cosenza], coadiuvato dagli assistenti: Gaetano Massara di Reggio Calabria e Roberto Terenzio di Cosenza; all’andata 0-2 per la Samb)
Giana Erminio-Vis Pesaro (all’andata 1-1)
Gubbio-Virtus Vecomp Verona (all’andata 1-3 per la Virtus Verona)
Ravenna-Imolese (Gara che sarà trasmessa in diretta tv in chiaro su Rai Sport; all’andata 2-2)
Rimini-Renate (all’andata 0-1 per il Renate)
Sudtirol Alto Adige-Monza (1-1)
Teramo-Ternana (all’andata 1-2 per la Ternana)

All’andata al Comunale Riviera delle Palme è finita 2-0 (21’Calderini su rigore, 29’Di Massimo. Al 70’espulso Luca Cecchini della Samb per doppia ammonizione. Al 77′ Giandonato della Fermana, ha fallito un rigore, parato dall’estremo locale Pegorin) per la Samb, allora guidata in panchina da Giorgio Roselli .
La scorsa stagione sempre in Serie C Girone B (gara della 2a giornata d’andata di domenica 3 settembre 2017, sospesa al 31’sull’1-0 per un principio d’incendio all’impianto d’illuminazione che aveva causato un blackout sul terreno di gioco del Recchioni e poi completata mercoledì 20 settembre ripartendo dal minuto 31), al Comunale Bruno Recchioni di Fermo finì 2-0 (25’autorete del portiere ospite Aridità su conclusione di Cremona, 90’Iotti) per la Fermana.

Fasce orarie Girone B:
Domenica orario d’inizio 14.30 e 18.30 nei mesi di Settembre/Ottobre/Novembre 2018.
Sabato orario d’inizio 14.30, 16.30, 18.30 e 20.30 nei mesi di Dicembre 2018/Gennaio/Febbraio 2019.
Domenica orario d’inizio 16.30 e 20.30 nei mesi di Marzo/Aprile/Maggio 2019.

CLASSIFICA MARCATORI:

In testa alla classifica marcatori c’è l’attaccante italo-uruguaiano Pablo Mariano Granoche della Triestina con 17 reti (di cui 9 su rigore).

Alle sue spalle troviamo Fabio Perna della Giana Erminio con 14 centri (di cui 5 su rigore).

Completano attuale podio: Candellone del Pordenone ed Eric Lanini (un rigore trasformato) dell’Imolese con 13 gol ciascuno.

Alle spalle del podio ci sono: Andrea Caracciolo (4 rigori trasformati) della Feralpisalò e Giacomelli (6 rigori trasformati) del Lanerossi Vicenza Virtus con 12 centri a testa.

A seguire: Nocciolini (2 rigori trasformati) del Ravenna e Stanco della SAMB con 11 gol ciascuno.

Segue Guido Marilungo della Ternana con 10 centri (di cui 2 su rigore).

Poi a seguire, ci sono: D’Errico (3 rigori trasformati) del Monza, Danti (2 rigori trasformati) della Virtus Vecomp Verona, Michael De Marchi dell’Imolese, Infantino (3 rigori trasformati) del Teramo, Scarsella della Feralpisalò e Sacha Cori (2 con la maglia del Monza e 7 di cui 3 su rigore con quella dell’Albinoleffe, dove si è trasferito nel mercato di gennaio) con 9 reti ciascuno.

Seguono poi: De Silvestro del Gubbio, l’attaccante italo-argentino Jonathan Alexis Ferrante (2 rigori trasformati) dell’Alma Juventus Fano, Petrella della Triestina, Rocco Costantino (4 di cui 2 su rigore con la maglia del Sudtirol Alto Adige e 4 con quella della Triestina, dove si è trasferito nel mercato di gennaio) e Simone Guerra (3 con la maglia della Feralpisalò e 5 con quella del Lanerossi Vicenza Virtus, dove si è trasferito nel mercato di gennaio) con 8 gol a testa.

Quindi troviamo: Burrai (3 rigori trasformati) del Pordenone, Maracchi della Triestina, Daniele Rocco della Giana Erminio, Michele Volpe del Rimini ed Ettore Marchi (5 di cui 3 su rigore con la maglia del Gubbio e 2 con quella del Monza, dove si è trasferito nel mercato di gennaio) con 7 centri ciascuno.

Poi seguono: Alberto Barison del Pordenone, l’attaccante marocchino Arma del Lanerossi Vicenza Virtus, Daniele Casiraghi (un rigore trasformato) del Gubbio, Galuppini (3 rigori trasformati) del Ravenna, Guido Gomez (un rigore trasformato) del Renate, Carlo Ilari della SAMB, Flavio Lazzari (un rigore trasformato) della Vis Pesaro, l’attaccante italo-ghanese Davis Mensah della Triestina e Nicola Mosti dell’Imolese con 6 reti a testa.

Quindi seguono: Belcastro dell’Imolese, Berrettoni (un rigore trasformato), De Agostini e Magnaghi del Pordenone, Alfredo Bifulco della Ternana, Calderini (4 rigori trasformati) della SAMB, Tommaso Ceccarelli del Monza, Chinellato del Gubbio, l’attaccante italo-brasiliano De Cenco, Niccolò Romero e Turchetta del Sudtirol Alto Adige, De Grazia del Teramo, Pasquale Maiorino della Feralpisalò, l’attaccante argentino Olcese della Vis Pesaro, l’attaccante australiano Reno Piscopo del Renate, Sbaffo (3 rigori trasformati) dell’Albinoleffe e Lunetta (1 con la maglia della Giana Erminio e 4 con quella del Sudtirol Alto Adige, dove si è trasferito nel mercato di gennaio) con 5 centri ciascuno.

A seguire: Nicolò Bianchi del Lanerossi Vicenza Virtus, Ferrani del Rimini, Andrea Ferretti ed Alessio Vita della Feralpisalò, Frediani della Ternana, Grandolfo della Virtus Vecomp Verona, l’attaccante ivoriano Kouko (un rigore trasformato) e Sibilli dell’Albinoleffe Lupoli della Fermana, Simone Mazzocchi e Tommaso Morosini del Sudtirol Alto Adige, Andrea Petrucci (un rigore trasformato) della Vis Pesaro, Procaccio e Steffè della Triestina, Raffini del Ravenna, l’attaccante brasiliano Reginaldo del Monza e Simone Rossetti dell’Imolese con 4 gol a testa.

Poi ci sono: Berardocco (2 rigori trasformati) e Tait del Sudtirol Alto Adige, Andrea Brighenti, Chiricò e Stefano Negro del Monza, Candido (3 rigori trasformati) del Rimini, Federico Carraro e Michele Valentini dell’Imolese, Alessandro Celli classe 94 e Fiordaliso del Teramo, Ciurria del Pordenone, Marino Defendi, Francesco Nicastro, Pobega e Vantaggiato della Ternana, Di Massimo (un rigore trasformato) e Rapisarda della SAMB, Vincenzo Ferrara, Momentè (3 rigori trasformati; poi passato nel mese di febbraio alla Pistoiese dopo essersi svincolato) e Manfrin della Virtus Vecomp Verona, Germinale del Pordenone, Giandonato (3 rigori trasformati) e Maurizi della Fermana, Guglielmotti del Renate, Simone Pesce della Feralpisalò, Plescia del Gubbio e l’attaccante brasiliano Jefferson (1 con la maglia del Monza e 2 con quella della Giana Erminio, dove si è trasferito nel mercato di gennaio) con 3 centri ciascuno.

Seguono poi: Acquadro, Alessandro Celli classe 97 ed il difensore centrale ivoriano Dramane Konatè dell’Alma Juventus Fano, Agnello e Giorgione dell’Albinoleffe, Anastasio ed Andrea Palazzi del Monza, Arlotti, Buonaventura (un rigore trasformato) ed il difensore burkinabe Guiebre del Rimini, Bacio Terracino (poi passato al Potenza nel mercato di gennaio), Barbuti (un rigore trasformato), Nebil Caidi, Mattia Proietti e Roberto Ranieri del Teramo, Marco Beccaro, Bracaletti (un rigore trasformato) e Malomo della Triestina, Nicolas Bresciani, Salvatore Esposito, Salvatore Papa e Siani del Ravenna, Casarotto, l’attaccante croato Grbac e Manarin della Virtus Vecomp Verona, Casoli (poi passato al Catanzaro nel mercato di gennaio) del Gubbio, Chiarello (un rigore trasformato), Daniele Dalla Bona e Iovine della Giana Erminio, Alessio Curcio e Tommy Maistrello del Lanerossi Vicenza Virtus, Massimo D’Angelo, Scrosta ed Urbinati della Fermana, il difensore centrale francese Modibo Diakitè ed il terzino sinistro uruguaiano Walter Alberto Lopez (poi passato alla Salernitana nel mercato di gennaio) della Ternana, l’attaccante senegalese Abou Diop e Mattia Gennari della Vis Pesaro, Alessandro Fabbri del Sudtirol Alto Adige, Matteo Fissore, Mirko Miceli e Signori della SAMB, Mario Gargiulo e l’attaccante italo-tunisino Saber Hraiech dell’Imolese, Davide Gavazzi e Semenzato del Pordenone, Legati e Mattia Marchi della Feralpisalò, Nicola Pavan del Renate, Antonio Palma (una con la maglia della Giana Erminio ed una su rigore con quella del Rimini dove si è trasferito nel mercato di gennaio), Razzitti (una con la maglia del lanerossi Vicenza Virtus ed una con quella dell’Albinoleffe, dove si è trasferito nel mercato di gennaio) e Solerio (una con la maglia del Lanerossi Vicenza Virtus ed una con quella della Giana Erminio, dove si è trasferito nel mese di febbraio dopo essersi svincolato dal Vicenza) con 2 reti a testa.

Ed infine troviamo: Anghileri, De Sena, Priola, Lorenzo Saporetti, Lorenzo Simonetti, Alberto Spagnoli e Venitucci del Renate, Armellino, Luca Giudici (poi passato alla Giana Erminio nel mercato di gennaio), Iocolano (poi passato alla Virtus Entella nel mercato di gennaio), Filippo Lora, Ivan Marconi e Tentardini del Monza, il centrocampista gambiano Lamin Modou Badjie, Giacomo Cecconi, Andrea Montanari, Gianmarco Piccioni, Daniele Simoncelli, Variola ed Andrea Venturini del Rimini, Ignazio Battista, Campagnacci, Marco Maini, Nicola Malaccari e Schiaroli del Gubbio, Nicola Bizzotto, Andrea Bovo, Cinelli, Gianluca Laurenti, Andrea Mantovani, Tronco, Zarpellon e Loris Zonta del Lanerossi Vicenza Virtus, Boccaccini, l’attaccante islandese Sveinn Aron Gudjohnsen, Lelj, Magrassi, Alfonso Selleri e Trovade del Ravenna, Bombagi e Zammarini del Pordenone, Capano, Simone Perico, Gianluca Piccoli e Daniele Pinto della Giana Erminio, Riccardo Cappa, Sparacello, Ivan Speranza, Spighi, Christian Ventola e Zecca del Teramo, Checchi dell’Imolese, Cognigni, Malcore, Misin e Zerbo della Fermana, Coletti, Lambrughi e Pizzul della Triestina, Danieli, Lavagnoli, il centrocampista rumeno Onescu, Rubbo, Speri e Trainotti della Virtus Vecomp Verona, De Paoli e Russotto (un rigore trasformato) della SAMB, Della Giovanna, Fink ed il difensore francese Vinetot del Sudtirol Alto Adige, Alberto Filippini e Vitturini dell’Alma Juventus Fano, il difensore centrale bulgaro Hristov, Antonio Palumbo e Salzano della Ternana, Fabio Gavazzi, Gelli, Gonzi, Romizi e Luca Ruffini dell’Albinoleffe, Luca Guidetti, Luca Magnino, Paolo Marchi e Luca Parodi della Feralpisalò e Marco Guidone, il terzino montenegrino Hadžiosmanović, l’attaccante bulgaro Kirilov, Rizzato, Tessiore e Davide Voltan della Vis Pesaro, tutti con un gol ciascuno.

Autoreti: Boccioletti (Vis Pesaro) pro SAMB alla 3a giornata, Boccardi (Imolese) pro Alma Juventus Fano alla 4a giornata, Comotto (Fermana) pro Ravenna alla 5a giornata, Ruggero Riva (Monza) pro Ternana alla 10a giornata, Luca Parodi (Feralpisalò) pro Virtus Vecomp Verona all’11a giornata, Clemente (Fermana) pro Vis Pesaro alla 13a giornata, Tait (Sudtirol Alto Adige) pro Lanerossi Vicenza Virtus, sempre alla 13a giornata, Scarsella (Feralpisalò) pro Giana Erminio alla 14a giornata, Dametto (Feralpisalò) pro Pordenone alla 19a giornata, Matteo Ronchi (Ravenna) pro Triestina alla 22a giornata, Pasquale Fazio (Ternana) pro Virtus Vecomp Verona alla 25a giornata, Antonio Magli (Alma Juventus Fano ) pro Giana Erminio, sempre alla 25a giornata, Solerio (Giana Erminio) pro Albinoleffe alla 28a giornata e Schiaroli (Gubbio) pro Giana Erminio alla 31a giornata.

STATISTICHE SAMB:
Vittorie: 10 (2-1 in rimonta con l’Imolese alla 7a giornata, 2-0 con la Feralpisalò alla 12a, 1-2 in rimonta sul campo della Virtus Vecomp Verona alla 14a, 1-0 in casa col Sudtirol Alto Adige alla 15a, altro 1-0 interno, stavolta col Rimini alla 17a, 2-0 interno con la Fermana alla 19a, 2-1 interno in rimonta col Teramo alla 21a, 2-0 interno con la Ternana alla 28a, 3-0 interno con l’Albinoleffe alla 35a e 3-1 interno col Gubbio alla 37a)
Pareggi: 17 (0-0 a Teramo alla 2a giornata, 1-1 interno con la Vis Pesaro alla 3a, altro 1-1 interno, stavolta col Monza alla 5a, ancora un 1-1, stavolta esterno, a Fano all’8a, 2-2 interno col Pordenone alla 10a, 0-0 interno con la Triestina alla 13a, altro 0-0, stavolta a Bergamo alla 16a, ancora uno 0-0 esterno, stavolta a Gubbio alla 18a, 1-1 a Meda, sul campo del Renate alla 20a, altro 1-1 esterno, stavolta a Pesaro alla 22a, ancora un 1-1, stavolta interno, con la Giana Erminio alla 23a, 0-0 ad Imola alla 26a, altro 0-0, stavolta interno col Fano alla 27a, 1-1 a Pordenone alla 29a, 0-0 a Terni nel recupero della 9a giornata d’andata, 1-1 a Salò [Brescia] sul campo della Feralpi alla 31a ed altro 1-1, stavolta interno con la Virtus Verona alla 33a)
Sconfitte: 10 (0-2 interno col Renate alla 1a giornata, 2-1 a Gorgonzola [Milano] sul campo della Giana Erminio alla 4a, 2-0 a Ravenna alla 6a, 1-0 a Vicenza all’11a, 3-2 a Monza alla 24a, 0-1 interno col Ravenna alla 25a, 1-4 interno col Lanerossi Vicenza alla 30a, 4-0 a Trieste alla 32a, 2-1 a Bolzano, sul campo del Sudtirol alla 34a e 3-1 a Rimini alla 36a)
Gol fatti: 37 (25 in casa e 12 fuori; 6 su rigore) con 10 diversi marcatori: Calderini (5 di cui 4 su rigore), De Paoli (1), Di Massimo (3 di cui 1 su rigore), Matteo Fissore (2), Carlo Ilari (6), Mirko Miceli (2), Rapisarda (3), Russotto (1 su rigore), Signori (2) e Stanco (11). Alle reti dei 10 diversi marcatori rossoblu va aggiunta l’autorete di Boccioletti (Vis Pesaro) alla 3a giornata.
Gol subiti: 39 (16 in casa e 23 fuori).
Differenza reti: -2 (37-39)
Capocannoniere: Francesco Stanco con 11 reti all’attivo.
Punti interni: 34 (su 19 gare casalinghe), frutto di 9 successi, 7 pareggi e 3 ko interni .
Punti esterni: 13 (su 18 gare esterne), frutto di un successo, 10 pareggi e 7 ko esterni.
Espulsioni (di giocatori): 5 (Zaffagnini per fallo da ultimo uomo alla 6a giornata, Rapisarda per doppia ammonizione alla 15a, Luca Cecchini, anch’egli per doppia ammonizione alla 19a, Mirko Miceli per aver spintonato Pinto della Giana Erminio alla 23a e Signori per aver toccato la sfera con la mano sulla linea di porta impedendo un gol della squadra avversaria alla 30a)
Ammonizioni: 93.
Media inglese: -28.
Nella Coppa Italia principale la squadra rossoblu dopo aver eliminato nel 1° Turno l’Unione Sanremo vincendo per 1-0 (48’Gelonese) tra le mura amiche del Riviera delle Palme, è stata eliminata nel 2° turno dallo Spezia perdendo 2-1 (66’Nicholas Pierini, 77’Gelonese [Sa], 82’Bartolomei) al Comunale Alberto Picco.
Nella Coppa Italia di Serie C invece è entrata in gioco nella Fase Finale dove al 1° Turno in gara unica di mercoledì 10 ottobre (gara che è stata trasmessa in diretta tv in chiaro su Sportitalia) ha eliminato il Fano battendolo (4-1) ai rigori dopo che i tempi regolamentari e supplementari si erano chiusi sull’1-1 (27’Alberto Filippini [A.J.F.], 92’Russotto [S]). Sequenza rigori: Ludovico Rocchi (S) gol, Jonathan Alexis Ferrante (A.J.F.) parato, Calderini (S) gol, Cernaz (A.J.F.) gol, Carlo Ilari (S) gol, Dramane Konate (A.J.F.) traversa e Russotto (S) gol.
Ma poi nei sedicesimi (2°turno) sempre in gara unica di mercoledì 31 ottobre è stata eliminata dal Teramo perdendo per 3-1 (16′, 29′ e 31’Zecca, 89’Rapisarda [S]) al Bonolis.

CALENDARIO COMPLETO DETTAGLIATO SAMB SERIE C GIRONE B 2018/19:

ANDATA 2018- 1a Giornata, Domenica 16 settembre 2018: SAMBENEDETTESE-Renate 0-2; 2a Giornata, domenica 23 settembre: Teramo–SAMB 0-0; 3a Giornata, mercoledì 26 settembre: SAMB–Vis Pesaro 1-1; 4a Giornata, domenica 30 settembre: Giana Erminio-SAMB 2-1; 5a Giornata, sabato 6 ottobre: SAMB–Monza (gara che è stata trasmessa in diretta tv in chiaro su Sportitalia) 1-1; 6a Giornata, domenica 14 ottobre: Ravenna–SAMB 2-0 ; 7a Giornata, mercoledì 17 ottobre: SAMB-Imolese 2-1 ; 8a Giornata, domenica 21 ottobre: Alma Juventus Fano-SAMB 1-1 ; 9a Giornata, gara recuperata mercoledì 6 marzo 2019: Ternana–SAMB 0-0 ; 10a Giornata, domenica 4 novembre: SAMB-Pordenone 2-2 ; 11a Giornata, domenica 11 novembre: Lanerossi Vicenza Virtus-SAMB 1-0; 12a Giornata, domenica 18 novembre: SAMB-Feralpisalò 2-0; 13a Giornata, domenica 25 novembre: SAMB–Triestina 0-0 ; 14a Giornata, sabato 1° dicembre: Virtus Vecomp Verona–SAMB 1-2 ; 15a Giornata, domenica 9 dicembre ore 14,30: SAMB–Sudtirol Alto Adige 1-0 ; 16a giornata, mercoledì 12 dicembre: Albinoleffe–SAMB 0-0 ; 17a Giornata, sabato 15 dicembre: SAMB –Rimini 1-0 ; 18a giornata, sabato 22 dicembre: Gubbio–SAMB 0-0 ; 19a giornata, mercoledì 26 dicembre: SAMB–Fermana 2-0 .

RITORNO 2018 e 2019- 20a Giornata, sabato 29 dicembre 2018: Renate -SAMBENEDETTESE 1-1; Sosta invernale di 2 settimane; 21a Giornata, sabato 19 gennaio 2019: SAMB-Teramo 2-1; 22a Giornata, martedì 22 gennaio: Vis Pesaro-SAMB 1-1; 23a Giornata, sabato 26 gennaio: SAMB-Giana Erminio 1-1 ; 24a Giornata, sabato 2 febbraio: Monza-SAMB 3-2 ; 25a Giornata, sabato 9 febbraio: SAMB-Ravenna 0-1 ; 26a Giornata, martedì 12 febbraio: Imolese-SAMB 0-0; 27a Giornata, sabato 16 febbraio (Gara che è stata trasmessa in diretta tv in chiaro su Sportitalia): SAMB-Alma Juventus Fano 0-0; 28a Giornata, sabato 23 febbraio: SAMB-Ternana 2-0 ; 29a Giornata, domenica 3 marzo: Pordenone-SAMB 1-1 ; 30a Giornata, domenica 10 marzo: SAMB-Lanerossi Vicenza Virtus 1-4 ; 31a Giornata, domenica 17 marzo: Feralpisalò-SAMB 1-1 ; 32a Giornata, domenica 24 marzo: Triestina-SAMB 4-0 ; 33a Giornata, domenica 31 marzo: SAMB-Virtus Vecomp Verona 1-1 ; 34a Giornata, domenica 7 aprile: Sudtirol Alto Adige-SAMB 2-1 ; 35a Giornata, domenica 14 aprile: SAMB-Albinoleffe 3-0; 36a Giornata, anticipo pre-pasquale, sabato 20 aprile: Rimini-SAMB 3-1 ; 37a Giornata, domenica 28 aprile: SAMB-Gubbio 3-1 ; 38a ed ultima Giornata, domenica 5 maggio ore 15: Fermana-SAMB.

Statistiche FERMANA (prossimo avversario della Samb nella 38a ed ultima giornata):
Vittorie: 12 (Con Virtus Vecomp Verona, Giana Erminio, Renate, Lanerossi Vicenza Virtus, Pordenone, Teramo, Alma Juventus Fano, Triestina, di nuovo con la Virtus Vecomp Verona, poi con Feralpisalò, di nuovo col Teramo, poi con Rimini)
Pareggi: 11 (Con Feralpisalò, Sudtirol Alto Adige, Albinoleffe, Imolese, Giana Erminio, Renate, Lanerossi Vicenza Virtus, Vis Pesaro, di nuovo con l’Albinoleffe, poi con la Ternana e di nuovo con l’Imolese)
Sconfitte: 14 (Con Ravenna, Gubbio, Rimini, Vis Pesaro, Ternana , Monza, Samb, di nuovo col Ravenna, poi con Sudtirol Alto Adige, di nuovo col Gubbio, poi con Pordenone, Alma Juventus Fano e Triestina e di nuovo col Monza)
Gol fatti: 20 (14 in casa e 6 fuori; 3 su rigore) con 10 diversi marcatori: Cognigni (1; poi passato al Siracusa nel mercato di gennaio), Massimo D’Angelo (2), Giandonato (3, tutti su rigore), Lupoli (4), Malcore (1), Maurizi (3), Misin (1), Scrosta (2), Urbinati (2) e Zerbo (1).
Gol subiti: 32 (8 in casa e 24 in trasferta).
Differenza reti: -12 (20-32)
Capocannoniere: Arturo Lupoli con 4 reti
Punti interni: 30 (su 18 gare interne), frutto di 8 successi, 6 pareggi e 4 ko interni .
Punti esterni: 17 (su 19 gare esterne), frutto di 4 successi, 5 pareggi e 10 ko esterni.
Espulsioni (di giocatori): 7.
Ammonizioni: 85.
Media inglese: -26.
La Fermana è una squadra marchigiana di Fermo.
La scorsa stagione è giunta 14a in Serie C Girone B.
Nella sua storia ha disputato un campionato di Serie B (il primo e per ora unico della sua storia nella stagione 1999/00).
Nel suo Palmares oltre ad un Campionato di 1a Categoria Marche Girone C (nella stagione 2006/07), 2 Campionati di Promozione Marche Girone B (nelle stagioni 1988/89 e 2008/09), 2 Coppe Italia d’Eccellenza Marche (nella stagioni 2009/10 e 2012/13), una Coppa Italia Dilettanti (nella stagione 2012/13), 3 Campionati di Serie D (Girone L nella stagione 1949/50 e Girone F nelle stagioni 1983/84 e 2016/17) ed un 4° posto nel Girone B di Serie C2 con conseguente promozione in C1 ottenuta vincendo ai rigori finale Play Off col Livorno (nella stagione 1995/96), c’è soprattutto un Campionato di Serie C1 Girone B (vinto nella stagione 1998/99) con conseguente prima storica promozione in Serie B.
La formazione di Flavio Destro (confermato) nell’attuale campionato è 10a (e dunque in zona Play Off) a pari punti (47) con la Samb. 47 punti in 37 gare, frutto di 12 successi (2-0 interno con la Virtus Vecomp Verona alla 1a giornata, 1-0 interno con la Giana Erminio alla 3a, 0-1 a Meda , sul campo del Renate alla 4a, 2-0 interno col Vicenza all’8a, 0-1 a Pordenone alla 9a, 2-0 interno col Teramo alla 10a, 2-1 interno col Fano alla 12a, 1-0 sempre interno, stavolta con la Triestina alla 16a, 0-1 a Verona, sul campo della Virtus Vecomp alla 20a, 1-0 interno con la Feralpisalò alla 21a, 0-1 a Teramo alla 29a ed 1-0 interno col Rimini alla 30a), 11 pareggi (0-0 sul campo della Feralpisalò alla 2a giornata, altro 0-0, stavolta interno col Sudtirol alla 6a, di nuovo uno 0-0 interno, stavolta con l’Albinoleffe alla 14a, ancora uno 0-0, stavolta ad Imola [Bologna] alla 17a, 1-1 a Gorgonzola [Milano] sul campo della Giana Erminio alla 22a, altro 1-1 stavolta interno col Renate alla 23a, 0-0 a Vicenza alla 27a, altro 0-0, stavolta interno con la Vis alla 32a, 1-1 a Bergamo, sul campo dell’Albinoleffe alla 33a, 0-0 interno con la Ternana alla 34a ed 1-1 interno con l’Imolese alla 36a) e 14 ko (0-2 interno col Ravenna alla 5a giornata, 2-0 a Gubbio alla 7a, altro 2-0 esterno, stavolta a Rimini all’11a, 3-0 a Pesaro alla 13a, 2-0 a Terni alla 15a, 0-1 interno col Monza alla 18a, 2-0 sul campo della Samb alla 19a, 1-0 a Ravenna alla 24a, 2-0 a Bolzano, sul campo del Sudtirol Alto Adige alla 25a, 0-1 interno col Gubbio alla 26a, altro 0-1 interno stavolta col Pordenone alla 28a, 2-0 a Fano nel recupero della 31a giornata, 3-0 a Trieste alla 35a ed altro 3-0 , stavolta a Monza alla 37a).
Nella Coppa Italia di Serie C la squadra canarina è stata subito eliminata chiudendo il Girone triangolare H con un solo punto, frutto di un pari esterno: 0-0 a Teramo ed un ko interno: 0-2 (75’Cece Franck Pepe, 85’Todorov) col Rieti.

Queste nel dettaglio le 20 squadre che compongono il Girone B di Serie C 2018/19 con i loro rispettivi allenatori :
Albinoleffe (Squadra lombarda degli omonimi comuni di Albino e Leffe, entrambi in provincia di Bergamo [dove ha sede lo stadio, lo stesso dell’Atalanta, ossia l’Atleti Azzurri d’Italia]. La scorsa stagione giunto 5° nel Girone B di Serie C, partecipando poi ai Play Off dove è stato eliminato nel 2° turno dalla Feralpisalò): Massimiliano Alvini (Confermato), poi esonerato dopo la 13a giornata e rilevato alla 14a da Michele Marcolini.
Alma Juventus Fano (Squadra marchigiana di Fano, in provincia di Pesaro-Urbino. La scorsa stagione giunta 13a nel Girone B di Serie C): Massimo Epifani (Nuovo), poi esonerato dopo la 30a giornata e rilevato alla 32a da Fabio Brini.
Feralpisalò (Squadra lombarda di Salò [dove ha sede lo stadio Lino Turina] e di Lonato del Garda, entrambi i comuni in provincia di Brescia. La scorsa stagione è giunta 6a nel Girone B di Serie C, partecipando poi ai Play Off dove è stata eliminata nei quarti di finale Inter-Girone dal Catania): Domenico Toscano (Confermato)
Fermana (Squadra marchigiana di Fermo. La scorsa stagione giunta 14a nel Girone B di Serie C): Flavio Destro (Confermato)
Giana Erminio (Squadra lombarda di Gorgonzola, comune in provincia di Milano. Ha il presidente propietario più longevo del calcio italiano professionistico: Oreste Bamonte in carica dal 1985. La scorsa stagione è giunta 9a nel Girone A di Serie C, disputando poi i Play Off dove è stata subito eliminata al 1° Turno dal Piacenza): Raul Bertarelli (Nuovo; fino alla scorsa stagione faceva l’allenatore in 2a di Cesare Albè che è poi divenuto vice-presidente del club milanese dopo averlo guidato in panchina dal 1995 al 2018), che si è poi dimesso dopo la 21a giornata ed è stato rilevato alla 22a da Cesare Albè (che come detto aveva già guidato la Giana negli ultimi 23 anni), che però dopo la 28a giornata è tornato a fare il vice-presidente venendo rilevato sulla panchina bianco-azzurra alla 29a da Riccardo Maspero.
Gubbio (Squadra dell’omonimo comune umbro in provincia di Perugia. La scorsa stagione giunto 15° nel Girone B di Serie C) : Alessandro Sandreani (Confermato), poi esonerato dopo la 13a giornata e rilevato alla 14a da Giuseppe Galderisi.
Imolese (Squadra romagnola di Imola, in provincia di Bologna. Ripescata dalla Serie D dove è giunta 2a nel Girone D, vincendo poi i Play Off del suddetto Girone): Alessio Dionisi (Nuovo)
Lanerossi Vicenza Virtus (Squadra veneta di Vicenza. Nata in estate dalla fusione tra Vicenza e Bassano Virtus [il quale la scorsa stagione è giunto 8° nel Girone B di Serie C disputando poi i Play Off dove è stato eliminato al 2° turno dalla Reggiana; ora ripartito col nome Bassano dalla 1a Categoria Veneto]. La scorsa stagione il Vicenza è giunto ultimo [18°; senza contare il Modena radiato] nel Girone B di Serie C, ma si è poi salvato vincendo il doppio spareggio play out contro il Santarcangelo): Giovanni Colella (Nuovo; la scorsa stagione aveva guidato il Bassano Virtus subentrando alla 18a giornata all’esonerato Giuseppe Magi), poi esonerato dopo la 19a giornata e rilevato alla 20a da Michele Serena, che poi si è dimesso dopo la 28a giornata venendo sostituito dallo stesso Giovanni Colella, che è stato dunque richiamato a guidare la squadra bianco-rossa facendo il suo nuovo esordio in Campionato alla 29a giornata.
Monza (Squadra lombarda dell’omonimo comune capoluogo della provincia di Monza e Brianza. Sul finire di settembre 2018 è stata ufficializzata la nuova proprietà del Club brianzolo composta da Silvio Berlusconi [proprietario] ed Adriano Galliani [amministratore delegato; era stato vice presidente del Monza nelle stagioni 1984/85 e 1985/86 in Serie B]. Mentre il Presidente resta Nicola Colombo [figlio di Felice, che fu Presidente del Milan dal 1977 al 1980]. La scorsa stagione la squadra rosso-bianca è giunta 4a nel Girone A di Serie C, disputando poi i Play Off dove è stata eliminata al 2° turno dal Piacenza): Marco Zaffaroni (Confermato), poi esonerato dopo l’8a giornata e rilevato alla 9a da Cristian Brocchi.
Pordenone (Squadra dell’omonimo comune friulano. La scorsa stagione è giunto 9° nel Girone B di Serie C, ha poi partecipato ai Play Off dove è stato subito eliminato al 1° turno dalla Feralpisalò): Attlio Tesser (Nuovo)
Ravenna (Squadra dell’omonimo comune romagnolo. La scorsa stagione giunto 12° nel Girone B di Serie C): Luciano Foschi (Nuovo)
Renate (Squadra dell’omonimo comune lombardo, in provincia di Monza e Brianza. La scorsa stagione è giunto 7° nel Girone B di Serie C, partecipando ai Play Off dove è stato subito eliminato nel 1° turno dal Bassano Virtus): Oscar Brevi (Nuovo), poi esonerato dopo la 6a giornata e rilevato alla 7a dal vice-tecnico Gioacchino Adamo (poi tornato a fare il vice-allenatore alla 13a giornata), a sua volta rilevato alla 13a da Aimo Diana.
Rimini (Squadra dell’omonimo comune romagnolo. Neopromosso in C avendo vinto il Campionato di Serie D Girone D): Gianluca Righetti (Confermato), che poi si è dimesso dopo l’8a giornata ed è stato rilevato alla 9a da Leonardo Acori, poi esonerato dopo la 21 giornata e rilevato alla 22a dal vice Marco Martini, a sua volta esonerato dopo la 32a giornata e rilevato alla 33a da Mario Petrone.
SAMBENEDETTESE (Squadra marchigiana di San Benedetto del Tronto in provincia di Ascoli Piceno. La scorsa stagione è giunta 3a nel Girone B di Serie C, partecipando ai Play Off dove è stata eliminata ai quarti di finale Inter-Girone dal Cosenza che li ha poi vinti, venendo promosso in B): Giuseppe Magi (Nuovo), poi esonerato dopo la 4a giornata e rilevato alla 5a da Giorgio Roselli, poi a sua volta esonerato dopo la 32a giornata e rilevato alla 33a dallo stesso Giuseppe Magi.
Sudtirol Alto Adige (Squadra altoatesina di Bolzano. La scorsa stagione giunto 2° nel Girone B di Serie C, partecipando ai Play Off dove è stato eliminato nelle semifinali Inter-Girone dal Cosenza, che li ha poi vinti venendo promosso in B): Paolo Zanetti (Confermato)
Teramo (Squadra dell’omonimo comune abruzzese. La scorsa stagione giunto 16° [sul campo era 17° ed avrebbe dovuto disputare il play out contro il Vicenza, ma grazie ai 2 di penalizzazione inflitti al Santarcangelo a Campionato già concluso, si è salvato senza disputare spareggio] nel Girone B di Serie C): Giovanni Zichella (Confermato; la scorsa stagione era stato prima il vice di Antonino Asta fino alla 22a giornata e poi subentrò alla 38a ed ultima giornata all’esonerato Ottavio Palladini che a sua volta aveva sostituito alla 23a l’esonerato Asta), poi esonerato dopo la 6a giornata e rilevato alla 7a da Agenore Maurizi.
Ternana (Squadra umbra di Terni. Retrocessa dalla Serie B dove è giunta ultima, ossia 22a): Luigi De Canio (Confermato), poi esonerato dopo la 21a giornata e rilevato alla 22a da Alessandro Calori, poi a sua volta esonerato dopo la 26a giornata e rilevato alla 27a da Fabio Gallo.
Triestina (Squadra di Trieste, comune capoluogo della regione Friuli-Venezia Giulia. La scorsa stagione è giunta 11a nel Girone B di Serie C): Massimo Pavanel (Nuovo)
Virtus Vecomp Verona (E’la terza squadra di Verona dopo Hellas e Chievo, rappresenta nominalmente il quartiere di Borgo Venezia. Neopromossa avendo vinto il Campionato di Serie D Girone C):Luigi Fresco (Confermato; è allenatore e presidente della Virtus Verona dal 1982)
Vis Pesaro (Squadra marchigiana di Pesaro, capoluogo con Urbino della provincia di Pesaro e Urbino. Neopromossa in Serie C avendo vinto la scorsa stagione il Campionato di Serie D Girone F): Leonardo Colucci (Nuovo).

In neretto le squadre che hanno sostituito il loro allenatore iniziale.

GLI ALTRI 2 GIRONI DI SERIE C:

Riepilogo recupero 9a giornata d’andata Girone A, giocato martedì sera 23 aprile 2019: Piacenza-Virtus Entella 1-0 (67’Sestu. All’82’espulso Bertoncini del Piacenza per doppia ammonizione).

Risultati della 37a giornata (18a di ritorno) Girone A di sabato 27 aprile 2019:
Albissola 2010-Lucchese 1-1
Arezzo-Gozzano 2-0
Arzachena-Pistoiese 0-0
Aurora Pro Patria-Pisa (Gara che è stata trasmessa in diretta tv in chiaro su Rai Sport) 1-2
Carrarese-Cuneo 3-0
Juventus B (Under 23)-Virtus Entella 0-2 (28’Iocolano, 39’Caturano)
Novara-Robur Siena 2-2 (36’Mirko Romagnoli [R.S.], 39’Pablo Andres Gonzalez [N], 73’Pietro Cianci [R.S.], 94’Eusepi [N] su rigore)
Piacenza-Olbia 3-2 (13’Ceter [O], 36’Mattia Corradi, 47’Ceter [O], 59’Terrani su rigore, 83’Terrani)
Pontedera-Alessandria 1-2
Pro Vercelli-Pro Piacenza 3-0 a tavolino

CLASSIFICA:

1) Piacenza 74,

2) Virtus Entella 72,
3) Pisa 66,
4) Pro Vercelli 64,
5) Carrarese 62,
6) Arezzo 61,
7) Robur Siena 60,
8) Aurora Pro Patria 56,
9) Novara 50,
10) Pontedera 45,

11) Alessandria 42,
12) Juventus B (Under 23) 39,
13) Olbia 35,
14) Pistoiese 35,
15) Arzachena (-1) 34,
16) Gozzano 33,
17) Albissola 2010 28,

18) Cuneo (-23) 23,
19) Lucchese (-25) 17.

20) Pro Piacenza (16 punti raccolti sul campo ma ne aveva 8 in classifica per via del -8 di penalizzazione che poi sarebbe diventato -16 senza la radiazione) radiato e dunque escluso dal Campionato. In tutte le restanti gare della squadra emiliana a partire dalla 28a giornata verranno automaticamente assegnati 3 punti a tavolino alle avversarie in calendario nel girone di ritorno. Ma sono state annullate tutte le gare che aveva giocato nel girone d’andata (che doveva ancora completare) e dunque sottratti tutti i punti che erano stati raccolti dalle avversarie del Pro Piacenza.

La perdente dello spareggio play out retrocederà direttamente in Serie D, mentre la vincente affronterà quella che avrà vinto il play out del Girone C per decidere l’ultima retrocessione stagionale della 3a Serie.

(-25)= 25 punti di penalizzazione. 11 inflitti mercoledì 31 ottobre 2018, ma poi dopo il ricorso che era stato presentato, venerdì 14 dicembre 3 punti gli erano stati restituiti dalla Corte Federale d’Appello. Ma poi altri 8 gli sono stati aggiunti lunedì 18 febbraio 2019, altri 2 giovedì 4 aprile per irregolarità amministrative ed altri 7 (6 dei quali per inadempienze della nuova proprietà) martedì 23 aprile.
(-23)= 23 punti di penalizzazione. 3 punti inflitti mercoledì 31 ottobre 2018, altri 4 erano stati aggiunti lunedì 28 gennaio 2019 per violazioni amministrative, poi altri 8 aggiunti lunedì 18 febbraio ed ancora altri 8 lunedì 25 febbraio arrivando a -23. Ma poi giovedì 28 marzo gli sono stati restituiti 6 punti. In seguito però, giovedì 4 aprile gli sono stati aggiunti 4 punti per irregolarità amministrative ed altri 2 martedì 23 aprile.
(-1)= Un punto di penalizzazione inflitto mercoledì 31 ottobre 2018.

Prossimo turno, 38a ed ultima giornata (19a ed ultima di ritorno) di sabato 4 maggio 2019 ore 16,30:
Alessandria -Albissola 2010 (All’andata 2-1 per l’Alessandria)
Cuneo-Aurora Pro Patria (All’andata 0-2)
Gozzano-Arzachena (All’andata 2-1)
Lucchese-Pontedera (All’andata 3-3)
Olbia-Pro Vercelli (All’andata 1-1)
Pisa-Novara (All’andata 2-2)
Pistoiese-Arezzo (All’andata 1-2)
Pro Piacenza-Juventus B Under 23 (0-3 a tavolino; anche all’andata 0-3 a tavolino per la Juventus Under 23, ma dopo la radiazione del Pro Piacenza il match è stato poi annullato come tutti gli altri disputati all’andata dalla squadra emiliana)
Robur Siena-Piacenza (All’andata 1-0)
Virtus Entella-Carrarese (All’andata 2-0)

Fasce orarie Girone A:
Domenica orario d’inizio 16.30 e 20.30 nei mesi di Settembre/Ottobre/Novembre 2018.
Domenica orario d’inizio 14.30 e 18.30 nei mesi di Dicembre 2018/Gennaio/Febbraio 2019.
Sabato orario d’inizio 14.30, 16.30, 18.30 e 20.30 nei mesi di Marzo/Aprile/Maggio 2019.

Risultati della 37a giornata (18a di ritorno) Girone C di domenica 28 aprile 2019:
Casertana-Potenza 0-0
Cavese-Catania 2-2
Matera-Juve Stabia 0-3 a tavolino
Rieti-Monopoli 1-1
Siracusa-Catanzaro (Gara che è stata trasmessa in diretta tv in chiaro su Sportitalia) 1-0
Trapani-Paganese 2-1 (40’Scognamillo, 60’Francesco Scarpa [P] su punizione, 90’Fedato)
Vibonese-Reggina 0-2
Virtus Francavilla-Bisceglie 2-1
Viterbese Castrense-Rende 1-3

Ha riposato: Sicula Leonzio.

CLASSIFICA:

1) Juve Stabia *(B)* (-1) 77,

2) Trapani (-1) 73,
3) Catania 64,
4) Catanzaro * 61,
5) Potenza 54,
6) Virtus Francavilla 52,
7) Reggina (-4) 49,
8) Monopoli (-2) 48,
9) Casertana 48,
10) Rende (-1) 47,

11) Cavese 47,
12) Viterbese Castrense * 45,
13) Sicula Leonzio 42,
14) Vibonese 42,
15) Rieti (-4) 38,
16) Siracusa (-7) 35,

17) Bisceglie (-3) 26,
18) Paganese 20.

19) Matera (sul campo aveva raccolto 16 punti, ma ha chiuso con un -18 visto il -34 di penalizzazione a cui gli è stato aggiunto dopo radiazione un -8 che dovrà scontare nel prossimo Campionato di qualsiasi categoria a cui prenderà parte) radiato e dunque escluso dal Campionato. In tutte le restanti gare in calendario della squadra lucana verranno automaticamente assegnati 3 punti a tavolino alle avversarie.

*(B)*= Matematicamente promossa in Serie B (dove manca dalla stagione 2013/14).

La perdente dello spareggio play out retrocederà direttamente in Serie D, mentre la vincente affronterà quella che avrà vinto il play out del Girone A per decidere l’ultima retrocessione di Serie C.

(-7)= 7 punti di penalizzazione. Un punto gli era stato inflitto mercoledì 31 ottobre 2018. E poi gliene sono stati inflitti altri 2 punti giovedì 4 aprile 2019 per irregolarità amministrative su segnalazione della Covisoc. Ed altri 4 aggiunti mercoledì 23 aprile.
(-4)= 4 punti di penalizzazione. Alla Reggina 2 gli erano stati inflitti lunedì 28 gennaio 2019 per violazioni amministrative. Ma poi lunedì 25 febbraio gli sono stati aggiunti altri 6 punti di penalizzazione per lo stesso motivo arrivando a -8. Ma poi giovedì 28 marzo gli sono stati restituiti 4 punti. Mentre al Rieti 2 gli erano stati inflitti lunedì 28 gennaio 2019 per violazioni amministrative ed altri 2 gli sono stati aggiunti giovedì 4 aprile per non aver depositato le attestazioni del settore tecnico della Figc relative al tesseramento del medico responsabile sanitario e di almeno un operatore sanitario della prima squadra.
(-3)= 3 punti di penalizzazione inflitti tutti giovedì 4 aprile 2019 per non aver depositato le attestazioni del settore tecnico della Figc relative al tesseramento del medico responsabile sanitario e di almeno un operatore sanitario della prima squadra ed anche di un allenatore responsabile della squadra partecipante al campionato Berretti.
(-2)= 2 punti di penalizzazione inflitti mercoledì 31 ottobre 2018.
(-1)= Un punto di penalizzazione inflitto mercoledì 31 ottobre 2018.

*= Una gara da recuperare.

Finora hanno riposato: Virtus Francavilla (alla 1a ed alla 20a giornata), Paganese (alla 2a ed alla 21a giornata), Cavese (alla 3a ed alla 22a giornata), Potenza (alla 4a ed alla 23a giornata), Rieti (alla 5a ed alla 24a giornata), Juve Stabia (alla 6a ed alla 25a giornata), Casertana (alla 7a ed alla 26a giornata), Catanzaro (all’8a ed alla 27a giornata), Matera (alla 9a giornata, poi radiato dopo la 26a giornata), Monopoli (alla 10a ed alla 29a giornata), Vibonese (all’11a ed alla 30a giornata), Reggina (alla 12a ed alla 31a giornata), Trapani (alla 13a ed alla 32a giornata), Catania (alla 14a ed alla 33a giornata), Viterbese Castrense (alla 15a ed alla 34a giornata), Bisceglie (alla 16a ed alla 35a giornata), Siracusa (alla 17a ed alla 36a giornata), Sicula Leonzio (alla 18a ed alla 37a giornata) e Rende (alla 19a giornata).

Recupero 16a giornata di mercoledì 1°maggio 2019 ore 14,30: Catanzaro-Viterbese Castrense.

Prossimo turno, 38a ed ultima giornata (19a ed ultima di ritorno) di domenica 5 maggio 2019 ore 18,30:
Bisceglie-Cavese (All’andata 0-2 per la Cavese)
Catania-Rieti (All’andata 1-0)
Catanzaro-Trapani (All’andata 1-2)
Juve Stabia-Virtus Francavilla (All’andata 1-1)
Monopoli-Siracusa (All’andata 1-1)
Paganese-Viterbese Castrense (All’andata 1-2)
Potenza-Vibonese (Gara che sarà trasmessa in diretta tv in chiaro su Sportitalia; all’andata 0-1 per la Vibonese)
Reggina-Matera (3-0 a tavolino; all’andata 6-0 per la Reggina)
Sicula Leonzio-Casertana (All’andata 1-1).

Riposerà: Rende.

Fasce orarie Girone C:
Sabato orario d’inizio 14.30, 16.30, 18.30 e 20.30 nei mesi di Settembre/Ottobre/Novembre 2018.
Domenica orario d’inizio 16.30 e 20.30 nei mesi di Dicembre 2018/Gennaio/Febbraio 2019.
Domenica orario d’inizio 14.30 e 18.30 nei mesi di Marzo/Aprile/Maggio 2019.

SERIE B

Risultati della 35a giornata (16a di ritorno) di sabato 27 aprile 2019:
Benevento-Cosenza (Gara giocata venerdì sera 26 aprile e che è stata trasmessa in diretta tv in chiaro su Rai Sport) 4-2
Cittadella-Ascoli (Gara giocata domenica pomeriggio 28 aprile) 2-2 (34’Nahuel Valentini [A], 38’Ardemagni [A], 61’Giuseppe Panico [C], Moncini [C])
Cremonese-Foggia (Gara giocata domenica pomeriggio 28 aprile) 1-0
Lecce-Brescia (Gara giocata domenica sera 28 aprile) 1-0 (80’Tabanelli. Espulsi entrambi tra le fila del Brescia: al 54’Sabelli per doppia ammonizione ed al 93′ il tecnico Corini per proteste)
Livorno-Palermo 2-2
Pescara-Verona 1-1 (7’Sottil [P], 71’Faraoni [V])
Salernitana-Carpi 2-5
Spezia-Perugia 1-1
Venezia-Crotone 1-4

Ha riposato: Padova.

Classifica:

Promozione diretta in Serie A
1) Brescia 63
2) Lecce 63

Zona Play Off
3) Palermo 58
4) Benevento 56
5) Pescara 51
6) Verona 49
7) Spezia 47
8) Cittadella 46

9) Perugia 46
10) Cremonese 45
11) Ascoli 43
12) Cosenza 42
13) Salernitana 38
14) Crotone 37

Zona play out
15) Venezia 33
16) Livorno 32

Retrocessioni dirette in Serie C
17) Foggia (-6) 31
18) Carpi 29
19) Padova 26

(-6)= 6 punti di penalizzazione. Erano 8 i punti che inizialmente gli erano stati inflitti ma poi 2 gli sono stati restituiti mercoledì 23 gennaio 2019.

Finora hanno riposato: Livorno (alla 1a ed alla 20a giornata), Benevento (alla 2a ed alla 21a giornata), Perugia (alla 3a ed alla 22a giornata), Ascoli (alla 4a ed alla 23a giornata), Venezia (alla 5a ed alla 24a giornata), Palermo (alla 6a ed alla 25a giornata), Cittadella (alla 7a ed alla 26a giornata), Cremonese (all’8a ed alla 27a giornata), Carpi (alla 9a ed alla 28a giornata), Brescia (alla 10a ed alla 29a giornata), Spezia (all’11a ed alla 30a giornata), Foggia (alla 12a ed alla 31a giornata), Salernitana (alla 13a ed alla 32a giornata), Verona (alla 14a ed alla 33a giornata), Crotone (alla 15a ed alla 34a giornata), Padova (alla 16a ed alla 35a giornata), Pescara (alla 17a giornata), Lecce (alla 18a giornata) e Cosenza (alla 19a giornata).

Ricordiamo che Cosenza-Verona della 2a giornata non è stata disputata per campo impraticabile ed è stato poi assegnato lo 0-3 a tavolino al Verona.

Prossimo turno, 36a giornata (17a di ritorno) di mercoledì 1°maggio 2019 ore 15:
Brescia-Ascoli (Ore 18; all’andata 1-1)
Carpi-Cremonese (All’andata 2-1 per il Carpi)
Cosenza-Venezia (1-0)
Crotone-Benevento (0-3)
Foggia-Salernitana (0-1)
Padova-Lecce (2-3)
Palermo-Spezia (Gara che si giocherà alle ore 12,30 e che sarà trasmessa in diretta tv in chiaro su Rai Sport; all’andata 1-1)
Perugia-Cittadella (2-2)
Verona-Livorno (0-0)

Riposerà: Pescara.

Prossimo turno, 37a giornata (18a di ritorno) di sabato 4 maggio 2019:
Ascoli-Palermo (Ore 15; all’andata 0-3 per il Palermo)
Benevento-Padova (Gara posticipata a domenica 5 maggio alle ore 15; all’andata 1-0)
Cittadella-Verona (Ore 18; all’andata 0-4)
Cremonese-Brescia (Ore 15, sarà trasmessa in diretta tv in chiaro su Rai Sport; all’andata 2-3)
Foggia-Perugia (Gara posticipata a lunedì 6 maggio alle ore 21; all’andata 0-3)
Livorno-Carpi (Gara posticipata a domenica 5 maggio alle ore 15; all’andata 4-1)
Salernitana-Cosenza (Gara posticipata a domenica 5 maggio alle ore 21; all’andata 0-0)
Spezia-Crotone (Ore 15; all’andata 3-0)
Venezia-Pescara (Ore 15; all’andata 0-1)

Riposerà: Lecce.

ALBO D’ORO completo 3a Serie Nazionale (che esiste dalla stagione 1926/27; Serie C poi ribattezzata C1, Prima Divisione e successivamente Lega Pro e poi di nuovo Serie C) dal 1959 ad oggi:
Serie C:

1952/53 (a Girone unico, dove c’era anche la Samb giunta 13a a pari punti col Lecce): Pavia.
1953/54 (a Girone unico, dove c’era anche la Samb giunta 11a a pari punti con Empoli e Siracusa): Parma.
1954/55 (a Girone unico, dove c’era anche la Samb giunta 10a a pari punti con Carbosarda, Piacenza e Siracusa): Bari.
1955/56 (a girone unico, dove c’era anche la Samb giunta 2a con gli stessi punti [44] del Venezia [vincitore del Campionato] ed anch’essa promossa in Serie B): Venezia.
1956/57 (a Girone unico): Prato.
1957/58: (a Girone unico): Reggiana.
1958/59: Girone A: Mantova; Girone B: Catanzaro.
1959/60: Girone A: Pro Patria ; Girone B: Prato; Girone C: Foggia.
1960/61: Girone A: Modena ; Girone B: Lucchese; Girone C: Cosenza.
1961/62: Girone A: Triestina ; Girone B: Cagliari ; Girone C: Foggia.
1962/63: Girone A: Varese ; Girone B: Prato ; Girone C: Potenza.
1963/64: Girone A: Reggiana ; Girone B: Livorno ; Girone C: (dove c’era anche la Samb giunta 3a davanti all’Ascoli, 4°) Trani .
1964/65: Girone A: Novara ; Girone B: Pisa ; Girone C: (dove c’era anche la Samb giunta 8a) Reggina.
1965/66: Girone A: Savona ; Girone B: Arezzo ; Girone C:(dove c’era anche la Samb giunta 3a, davanti all’Ascoli, 8°) Salernitana.
1966/67: Girone A: Monza ; Girone B (dove c’era anche la Samb giunta 9a): Perugia ; Girone C: Bari.
1967/68: Girone A: Como ; Girone B (dove c’era anche la Samb giunta 4a a pari punti con l’Arezzo): Cesena ; Girone C: Ternana.
1968/69: Girone A: Piacenza ; Girone B (dove c’era anche la Samb giunta 9a a pari punti con Prato e Pistoiese): Arezzo ; Girone C:Taranto .
1969/70: Girone A: Novara ; Girone B (dove c’era anche la Samb giunta 3a, davanti all’Ascoli, 4°): Massese ; Girone C: Casertana.
1970/71: Girone A: Reggiana ; Girone B (dove c’era anche la Samb giunta 3a, davanti all’Ascoli, 4°): Genoa ; Girone C: Sorrento .
1971/72: Girone A: Lecco ; Girone B (dove c’era anche la Samb giunta 3a a pari punti con la Spal): Ascoli ; Girone C: Brindisi .
1972/73: Girone A: Parma ; Girone B (dove c’era anche la Samb giunta 4a): Spal ; Girone C: Avellino .
1973/74: Girone A: Alessandria ; Girone B: SAMB ; Girone C: Pescara.
1974/75: Girone A: Piacenza ; Girone B: Modena ; Girone C: Catania.
1975/76: Girone A: Monza ; Girone B: Rimini ; Girone C: Lecce.
1976/77: Girone A: Cremonese ; Girone B: Pistoiese ; Girone C: Bari.
1977/78: Girone A: Udinese ; Girone B: Spal ; Girone C: Nocerina .

Serie C1
1978/79: Girone A: Como ; Girone B: Matera.
1979/80: Girone A: Varese ; Girone B: Catania .
1980/81: Girone A: Reggiana ; Girone B: (dove c’era anche la Samb giunta 2a con gli stessi punti [44] della Cavese [vincitrice del Girone] ed anch’essa promossa in Serie B) Cavese .
1981/82: Girone A: Atalanta ; Girone B: Arezzo.
1982/83: Girone A: Triestina ; Girone B: Empoli.
1983/84: Girone A: Parma ; Girone B: Bari.
1984/85: Girone A: Brescia ; Girone B: Catanzaro.
1985/86: Girone A: Parma ; Girone B: Messina.
1986/87: Girone A: Piacenza; Girone B: Catanzaro.
1987/88: Girone A: Ancona; Girone B: Licata.
1988/89: Girone A: Reggiana; Girone B: Cagliari .
1989/90: Girone A: Modena; Girone B (dove c’era anche la Samb giunta 16a e retrocessa in Serie C2): Taranto.
1990/91: Girone A: Piacenza; Girone B: Casertana.
1991/92: Girone A: Spal; Girone B (dove c’era anche la Samb giunta 8a a pari punti con Casarano, Nola e Reggina): Ternana.
1992/93: Girone A (dove c’era anche la Samb giunta 9a a pari punti con Alessandria, Carraresee, Massese e Palazzolo): Ravenna; Girone B: Palermo.
1993/94: Girone A: Chievo Verona; Girone B (dove c’era anche la Samb giunta 8a ma poi in estate fallita per problemi finanziari e ripartita dall’Eccellenza Marche) : Perugia.
1994/95: Girone A: Bologna ; Girone B: Reggina.
1995/96: Girone A: Ravenna; Girone B: Lecce.
1996/97: Girone A: Treviso; Girone B: Fidelis Andria
1997/98: Girone A: Cesena ; Girone B: Cosenza.
1998/99: Girone A: Alzano Virescit; Girone B: Fermana.
1999/00: Girone A: Siena; Girone B: Crotone. Esordio della Supercoppa vinta dal Siena.
2000/01: Girone A: Modena; Girone B: Palermo. Supercoppa poi vinta dal Modena.
2001/02: Girone A: Livorno; Girone B: Ascoli. Supercoppa poi vinta dall’Ascoli.
2002/03: Girone A: Treviso; Girone B (dove c’era anche la Samb giunta 5a ed ha poi perso la semifinale Play Off col Pescara): Avellino. Supercoppa poi vinta dal Treviso.
2003/04: Girone A: Arezzo; Girone B (dove c’era anche la Samb giunta 7a): Catanzaro. Supercoppa poi vinta dall’Arezzo.
2004/05: Girone A: Cremonese; Girone B (dove c’era anche la Samb giunta 4a ed ha poi perso la semifinale Play Off col Napoli): Rimini. Supercoppa poi vinta dal Rimini.
2005/06: Girone A (dove c’era anche la Samb giunta 15a che si è poi salvata vincendo play out contro Lumezzane): Spezia; Girone B: Napoli. Supercoppa poi vinta dallo Spezia.
2006/07: Girone A: Grosseto; Girone B (dove c’era anche la Samb giunta 8a): Ravenna. Supercoppa poi vinta dal Grosseto.
2007/08: Girone A: Sassuolo ; Girone B (dove c’era anche la Samb giunta 13a): Salernitana. Supercoppa poi vinta dal Sassuolo.

Prima Divisione (ex Serie C1) Lega Pro
2008/09: Girone A (dove c’era anche la Samb giunta 16a e retrocessa sul campo in 2a Divisione Lega Pro dopo spareggio play out perso col Lecco, ma poi causa fallimento per problemi finanziari, fu costretta a ripartire dall’Eccellenza Marche per la 2a volta nella sua storia) : Cesena; Girone B : Gallipoli. Supercoppa poi vinta dal Gallipoli.
2009/10: Girone A: Novara; Girone B: Portogruaro. Supercoppa poi vinta dal Novara.
2010/11: Girone A: Gubbio; Girone B: Nocerina. Supercoppa poi vinta dalla Nocerina.
2011/12: Girone A: Ternana; Girone B: Spezia. Supercoppa poi vinta dallo Spezia.
2012/13: Girone A: Trapani ; Girone B: Avellino. Supercoppa poi vinta dall’Avellino.
2013/14: Girone A: Virtus Entella; Girone B: Perugia. Supercoppa poi vinta dal Perugia.

Lega Pro:
2014/15: Girone A: Novara; Girone B: Ascoli (al posto del Teramo che aveva vinto torneo sul campo ma a cui poi è stato revocato titolo per illecito sportivo) ; Girone C: Salernitana. Supercoppa vinta poi dal Novara. Play Off Inter-Girone vinti dal Como (Girone A).
2015/16: Girone A: Cittadella; Girone B: Spal ; Girone C: Benevento. Supercoppa vinta poi dalla Spal. Play off Inter-girone vinti dal Pisa (Girone B).
2016/17: Girone A: Cremonese; Girone B (dove c’era anche la Samb giunta 7a ed approdata fino alla 2a Fase dei Play Off dove è stata eliminata dal Lecce con 2 pareggi) : Venezia ; Girone C: Foggia. Supercoppa vinta poi dal Foggia. Play off Inter-girone vinti dal Parma (Girone B).

Serie C:
2017/18: Girone A: Livorno ; Girone B: (dove c’era anche la Samb giunta 3a ed approdata fino ai quarti di finale dei Play Off dove è stata eliminata dal Cosenza che poi li ha vinti) Padova ; Girone C: Lecce. Supercoppa vinta poi dal Padova. Play off Inter-girone vinti dal Cosenza (Girone C).
2018/19: Girone A: Piacenza * ; Girone B: Pordenone ; Girone C: Juve Stabia.
Le 3 squadre vincitrici dei rispettivi Gironi si giocheranno la Supercoppa di Serie C 2019. A queste direttamente promosse in B, si aggiungeranno le 2 squadre (e non più una come le recenti stagioni) vincitrici dei Play Off Inter-Girone Nazionali.
* Squadre in testa ai propri Gironi ma non ancora matematicamente promosse in Serie B.

COPPA ITALIA SERIE C (vinta la scorsa stagione dall’Alessandria) 2018/19:

Le 11 squadre (Albissola, Alma Juventus Fano, Arzachena, Catanzaro, Gozzano, Imolese, Lucchese, Potenza, Siracusa, Teramo e Virtus Vecomp Verona) vincitrici dei rispettivi Gironi triangolari sono approdate alla Fase Finale assieme alle 30 formazioni (Albinoleffe, Alessandria, Carrarese, Casertana, Catania, Feralpisalò, Giana Erminio, Juve Stabia, Lanerossi Vicenza Virtus, Monopoli, Monza, Novara, Piacenza, Pisa, Pistoiese, Pontedera, Pordenone, Pro Vercelli, Renate, Rende, Robur Siena, SAMB, Sicula Leonzio, Sudtirol Alto Adige, Ternana, Trapani, Triestina, Virtus Entella, Virtus Francavilla e Viterbese Castrense) di Serie C che hanno partecipato alla Coppa Italia principale organizzata dalla Lega di Serie A.

FASE FINALE

Finale di mercoledì 24 aprile (l’andata) e mercoledì 8 maggio ore 17,45 (il ritorno) in diretta tv in chiaro su Rai Sport:

Gara d’andata: MONZA-VITERBESE CASTRENSE (Gara che è stata trasmessa in diretta tv in chiaro su Rai Sport) 2-1 (13’Vandeputte [V.C.], 30’Andrea Brighenti , 56’D’Errico su rigore).

In caso di parità di punteggi (esempio: 2-1 e 2-1) tra andata e ritorno al termine dei 180′regolamentari, si andrà ai tempi supplementari ed in caso di ulteriore parità si ricorrerà ai calci di rigore per l’assegnazione del trofeo.

ALBO D’ORO COPPA ITALIA DI SERIE C (LEGA PRO):
1972/73: Alessandria; 1973/74: Monza; 1974/75: Monza; 1975/76: Lecce; 1976/77: Lecco 1977/78: Udinese; 1978/79: Siracusa; 1979/80: Padova; 1980/81: Arezzo; 1981/82: Lanerossi Vicenza; 1982/83: Carrarese; 1983/84: Fanfulla ; 1984/85: Casarano; 1985/86: Virescit Boccaleone ; 1986/87: Livorno ; 1987/88: Monza ; 1988/89: Cagliari; 1989/90: Lucchese; 1990/91:Monza; 1991/92: SAMBENEDETTESE; 1992/93:Palermo ; 1993/94: Triestina; 1994/95: Varese ; 1995/96: Empoli ; 1996/97: Como ; 1997/98: Alzano Virescit; 1998/99: Spal ; 1999/00: Pisa ; 2000/01: Prato; 2001/02: Albinoleffe; 2002/03: Brindisi ; 2003/04: Cesena; 2004/05: Spezia; 2005/06: Gallipoli ; 2006/07: Foggia; 2007/08: Bassano Virtus ; 2008/09: Sorrento; 2009/10: Lumezzane; 2010/11: Juve Stabia ; 2011/12: Spezia; 2012/13: Latina ; 2013/14: Salernitana; 2014/15: Cosenza ; 2015/16: Foggia; 2016/17: Venezia; 2017/18: Alessandria (che si impose vincendo entrambe le gare della doppia finale con la Viterbese Castrense: 0-1 a Viterbo e 3-1 ad Alessandria); 2018/19: Vincente della doppia finale Monza-Viterbese-Castrense.

RIEPILOGO RISULTATI SEMIFINALI DI MERCOLEDI’ 13 (ANDATA) E 27 (RITORNO) MARZO 2019:

Gara d’andata 1: LANEROSSI VICENZA VIRTUS-MONZA 0-1 (92′ Ettore Marchi. Espulsi: al 76’Andrea Mantovani del Vicenza per aver colpito con una testata al volto un avversario ed al 92’Ettore Marchi del Monza per doppia ammonizione)

Gara d’andata 2: VITERBESE CASTRENSE–TRAPANI (Match giocato mercoledì sera 27 marzo) 1-0 (87’Salvatore Molinaro) Le 2 squadre in attesa del match di ritorno (in programma il 10 aprile), si riaffronteranno già domenica alle ore 16,30 in Campionato, ma a campi invertiti, stavolta al Polisportivo Provinciale di Erice (Trapani).

Gara di ritorno 1: MONZA-LANEROSSI VICENZA VIRTUS (Match che è stato trasmesso in diretta tv in chiaro su Sportitalia) 1-1 (33’autorete di Andrea Bonetto su tentativo di conclusione da fuori di Franco Lepore [M], 35’Simone Guerra [L.V.V.]. Espulsi: al 50’Nicolò Bianchi del Vicenza per gioco falloso su D’Errico ed all’86’Armellino del Monza per doppia ammonizione)

Gara di ritorno 2: TRAPANI-VITERBESE CASTRENSE (Gara giocata mercoledì sera 10 aprile) 1-2 (34’Costa Ferreira [T], 44’Mignanelli, 58’Mario Pacilli. All’85’espulso il portiere del Trapani Riccardo Ferrara per aver toccato la sfera con le mani fuori dalla propria area di rigore, fermando una chiara occasione da gol ospite)

In neretto le 2 squadre approdate in finale.

CALENDARIO DATE MODIFICATE:

Primo turno di qualificazione in gara unica: mercoledì 10 ottobre 2018

Secondo turno di qualificazione (sedicesimi di finale) in gara unica: mercoledì 31 ottobre 2018

Ottavi di finale in gara unica: mercoledì 6 febbraio 2019

Quarti di finale in gara unica: mercoledì 27 febbraio 2019

Semifinali
Andata: mercoledì 13 marzo 2019
Ritorno: mercoledì 27 marzo 2019

Finale
Andata: mercoledì 24 aprile (e non più mercoledì 10 aprile) 2019 ore 18
Ritorno: mercoledì 8 maggio 2019 ore 17,45.

Queste le squadre dei 9 Gironi di Serie D già promosse in Serie C o in testa al proprio Girone ad una giornata dalla fine:
Girone A : Lecco ;
Girone B: Como ;
Girone C: Arzignano Valchiampo ;
Girone D : Modena * e Pergolettese * prime a pari punti (70) ;
Girone E (a 20 squadre): Pianese * ;
Girone F (a 20 squadre): Romagna Centro Cesena * ;
Girone G (a 20 squadre): Avellino * e Lanusei * prime a pari punti (80);
Girone H : Az Picerno ;
Girone I : Bari.
In neretto le squadre matematicamente promosse in Serie C
*= squadre in testa al proprio Girone ma non ancora matematicamente promosse in Serie C.
Le 9 vincitrici dei rispettivi gironi si giocheranno poi lo Scudetto Dilettanti.


Copyright © 2019 Riviera Oggi, riproduzione riservata.