SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Ringiovanire a 49 anni: no, non stiamo parlando di sortilegi magici né di un novello Dorian Gray, ma della 49esima edizione del Primo Maggio all’Agraria, che nel solco delle ultime annate diviene un vero e proprio festival spalmato su più giorni (e sere): ben cinque stavolta, come mai successo prima.

Una edizione quindi ricchissima, tra Food Truck (tutti i giorni), eventi sportivi come Torneo Csi, gara di mountain bike e rugby, tanta musica per tutti i gusti con ospiti di livello nazionale (si segnalano tra gli altri Modena City Ramblers e Giuliano Palma oltre che lo Zap Fest). Il tutto grazie ad un gruppo di giovani organizzatori che hanno raccolto l’eredità precedente e stanno rinnovando la Festa dei Lavoratori all’Agraria.

Vincenzo Gentili, Manuele D’Angelo e Mattia Giobbi dell’Associazione Agraria Club hanno così confezionato un ricco calendario di eventi che riportiamo integralmente di seguito nella locandina originaria.

Nessuna descrizione della foto disponibile.

In particolare il Primo Maggio si terrà per tutto il giorno una fiera in via Val Tiberina, mentre nel pomeriggio parteciperà anche il Corpo Bandistico di Ripatransone. Per la prima volta, oltre il patrocinio del Comune di San Benedetto, anche la Regione Marche ha garantito il proprio patrocinio.

Il sindaco Pasqualino Piunti ha sottolineato come “l’evento sia una caratteristica ormai della città e va a rafforzare la qualità dell’accoglienza e dell’apertura di San Benedetto. Si evidenzia inoltre come tante aziende locali sponsorizzino l’evento, favorendo la nascita del senso della comunità”.

Gli organizzatori da parte loro ringraziano “l’amministrazione comunale che da 49 anni ci aiuta a portare avanti la manifestazione, noi ce la mettiamo tutta per fare sempre meglio. Ringraziamo anche le autorità di pubblica sicurezza che ci accompagnano per i cinque giorni”.

L’assessore al Bilancio Andrea Traini aggiunge: “Questo è uno degli eventi storici di San Benedetto oltre quelli del Santo Patrono e della Marina. Da parte nostra c’è quindi una attenzione particolare. Poi occorre trovare nuove idee e ovviamente l’evento richiama un pubblico che va oltre San Benedetto. Si tratta di cinque serate quindi il Primo Maggio è oggi un evento molto impegnativo”. Anche l’assessore al Commercio Filippo Olivieri è intervenuto: “Questa è la festa della città, che si svolge in un quartiere periferico ma che appunto ci stimola ad essere attenti come amministrazione comunale. La festa è rivolta ai lavoratori e noi siamo orgogliosi di dare supporto tecnico e organizzativo”


Copyright © 2019 Riviera Oggi, riproduzione riservata.