MONTEPRANDONE – Più veloce, più evoluta, sempre più interconnessa. Monteprandone, nel corso della conferenza di servizi che si è svolta ieri mattina nella Sala Consiliare di Piazza dell’Aquila, è stata ufficialmente investita dalla Regione Marche “Comune Capofila” di un progetto che porterà alla costruzione di una rete a banda ultra larga con struttura in fibra ottica.

Gli altri comuni che hanno aderito sono Cossignano, Castel di Lama, Folignano, Roccafluvione, Appignano del Tronto, Venarotta.
L’investimento previsto è di circa 4 milioni euro e con questo progetto verranno raggiunte oltre 16 mila unità immobiliari e sedi pubbliche di scuole, comuni e strutture sanitarie.
Cartografia degli interventi nel territorio comunale di Monteprandone
Nessuna descrizione della foto disponibile.
Il progetto
Il Ministero per lo sviluppo economico, attraverso Infratel (soggetto attuatore dei Piani Banda Larga e Ultra Larga del Governo) ha svolto una consultazione per l’aggiornamento della mappa della disponibilità di connettività a banda ultra larga, al fine di individuare le aree in condizioni di “fallimento di mercato”. Gli operatori privati hanno risposto alla consultazione individuando le aree già coperte e/o a piano di copertura. Una volta individuate tali aree, è stato indetto un bando pubblico per la copertura delle aree bianche, vinto da Open Fiber.
Open Fiber è l’azienda che sta portando la fibra ottica a banda ultra larga (BUL) su tutto il territorio nazionale per dare una nuova velocità all’Italia, aprire alle persone l’accesso ai servizi digitali più evoluti e alle opportunità offerte da un mondo sempre più interconnesso. Come player infrastrutturale, Open Fiber si occupa della realizzazione, gestione e manutenzione della rete in fibra ottica con la tecnologia Fiber to the Home (FTTH), l’unica in grado di garantire una connessione ultra veloce (con velocità di trasmissione fino a 1 Gigabit per secondo, sia in download che in upload), consentendo così il massimo delle performance.
Open Fiber è un operatore wholesale only, ossia un soggetto non coinvolto in attività di vendita finale (retail), ma mette a disposizione la propria infrastruttura a tutte le società di telecomunicazioni interessate (Vodafone, Wind-Infostrada, Fastweb…), che procederanno la sottoscrizione del contratto con il cliente.

Copyright © 2019 Riviera Oggi, riproduzione riservata.