GROTTAMMARE – Ancora un riconoscimento sulla costa Picena.

La città di Grottammare rinnova la vocazione ciclabile: la Bandiera di Comune Ciclabile è stata ritirata questa mattina, 12 aprile, dal vice sindaco Alessandro Rocchi e dall’assessore alla Sostenibilità ambientale Alessandra Biocca. La consegna è avvenuta a Verona, nell’ambito della Giornata di studio della Scuola ComuniCiclabili promossa dalla FIAB, che ha confermato al Comune di Grottammare le “3 biciclette”, assegnate nella precedente edizione del 2017.

Il marchio ComuniCiclabili è rilasciato dalla Federazione Italiana Amanti della Bicicletta. E’ il titolo che attesta il grado di ciclabilità dei Comuni, cioè  quell’insieme di infrastrutture e iniziative che li rendono adatti ad essere vissuti e visitati in bicicletta.

Uno strumento particolarmente utile ai turisti, che hanno sempre più necessità di informazioni che permettano di confrontare, con criteri omogenei, quanto una località sia realmente a misura di bicicletta.

Con i suoi 11,2 chilometri di piste ciclabili, di cui 7,93 in rete (cioè non isolate ma collegate ad altre piste ciclabili o ciclopedonali) e 3,27 chilometri di corsie ciclabili (cioè a raso in carreggiata senza delimitazione fisica), Grottammare è l’unica realtà del sud delle Marche a rientrare in questo speciale elenco certificato.

L’assegnazione del numero di biciclette (variabili da un minimo di 1 a un massimo di 5) da esibire sulla bandiera Fiab avviene in base alla valutazione che tiene conto di tutte le azioni spese nel campo della sostenibilità cittadina. Nella scheda valutativa sono infatti contenuti anche i dati sulla superficie di aree e zone pedonali (17.500 mq) e di zone a traffico limitato (1500 mq).

La consegna delle bandiere è stata accompagnata dalla presentazione di buone pratiche, con l’intervento in videoconferanza di Christophe Najdovski, presidente ECF-European Cyclicts’ Federation, nonché vicesindaco di Parigi (“Parigi città del pedone e del ciclista”), e di Janez Kozeli vicesindaco di Lubiana (“Lubiana capitale car free”). Tra i relatori anche il responsabile del circuito europeo Cities and Regions for Cyclists Niccolò Panozzo, Network e Project Manager di Ecf.


Copyright © 2019 Riviera Oggi, riproduzione riservata.