GROTTAMMARE – Prosegue con grande interesse la XXIV stagione culturale dell’Associazione Blow Up intitolata “Labirinti Familiari“. Giovedì 11 aprile alle ore 21.15, presso il nuovo spazio dell’Ospitale, Casa delle Associazioni, al paese alto di Grottammare si svolgerà il sesto di una serie di appuntamenti (tutti programmati il secondo giovedì del mese) organizzati in collaborazione con il Fotocineclub di Grottammare e dedicati a giovani filmaker di talento. Per questa sesta serata sarà presente il grande Sandro Bocci che presenterà i suoi lavori e interagirà con il pubblico presente in sala.

Dopo i successi dei due concerti degli Iteration (gennaio 2018 e 2019) in cui ha curato la straordinaria parte visiva e l’apprezzatissima partecipazione come ospite d’onore all’incontro de “La visione e l’enigma” in cui ha dialogato con studentesse e studenti dei licei spiegando la sua idea di cinema sperimentale tra il “concettuale” e il “poetico”, Sandro Bocci torna ospite di “Blow Up” per continuare a parlare del suo originale percorso di ricerca cinematografica. 

Sandro Bocci è un documentarista e filmmaker nato a San Benedetto del Tronto nel 1978. Nel corso degli anni ha accumulato esperienza nell’ambito delle riprese macro/micro ed astrofotografia, ha sviluppato e realizzato cortometraggi riguardanti la dinamica dei fluidi ed in generale tutto ciò che riguarda le forme ed i movimenti della natura a varie scale di osservazione. Le sue opere, che hanno ottenuto numerosi e prestigiosi riconoscimenti a livello internazionale, sono intriganti e ipnotiche perché lavorano sugli elementi base del linguaggio cinematografico: luce, ombra, colore, forma e movimento; sono al tempo stesso astratte perché apparentemente prive di un riferimento reale, e concrete perché ancorate alla trama più profonda della realtà, cioè le strutture delle sostanze elementari che la compongono.

Ad arricchire l’incontro ci sarà l’intervento del Fotocineclub con Carlo Traini che a partire dalle opere di Sandro Bocci svilupperà una riflessione sul tema dell’astrazione tra arte e fotografia.

L’ingresso è gratuito con tessera-abbonamento alla Federazione Italiana Cineforum 2018-2019, rilasciata dall’Assocazione Blow Up al costo di 10 euro e che può essere sottoscritta rapidamente all’ingresso. La tessera F.I.C. consentirà di partecipare liberamente a quasi tutte le iniziative del ricco calendario della rassegna.


Copyright © 2019 Riviera Oggi, riproduzione riservata.