SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Già è tempo di pensare alla prossima estate, nonostante la primavera sia appena iniziata: così nel Tavolo del Turismo che oggi l’Amministrazione Comunale ha convocato sono stati toccati alcuni punti in merito a quella che potrebbe essere la proposta di intrattenimento per i turisti nei mesi più caldi della bella stagione sambenedettese.

Presenti il sindaco Pasqualino Piunti, l’assessore al Turismo Pierluigi Tassotti e il consigliere comunale Emidio Del Zompo, mentre dalla parte degli imprenditori turistici c’era una delegazione dell’Assoalbergatori Riviera delle Palme con il vicepresidente Nicola Mozzoni, Sandro Assenti della Confesercenti e Antonia Fanesi di Confesercenti-Asshotel.

L'immagine può contenere: 4 persone, persone sedute

“Siamo soddisfatti del calendario degli eventi proposto dal Comune di San Benedetto – afferma Nicola Mozzoni – a partire da alcuni concerti che crediamo siano interessanti. Ma ci ha soddisfatto l’apertura del Comune ad integrare il calendario con proposte che arrivano dagli imprenditori del turismo, anche perché in questo modo, anno dopo anno, potremmo migliorarci e individuare l’esatto target di riferimento della nostra proposta turistica”.

“In particolar modo da parte nostra chiederemo la possibilità di un evento che riesca a rappresentare una promozione del settore principale del nostro turismo, ovvero i bambini e le famiglie – continua Mozzoni, titolare dell’hotel Relax – La nostra spiaggia, il mare e i servizi sono infatti adatti particolarmente a questo target, senza dimenticare la Bandiera Blu e la Bandiera Verde, ovvero spiaggia consigliata dai pediatri per le vacanze dei più piccoli”.

“Entro 15 giorni avanzeremo le nostre idee per un evento che, possibilmente, si sviluppi in un periodo storicamente difficile come quello che è compreso tra la fine di luglio e i primi di agosto: non avrebbe senso proporlo nel pieno di agosto o anche di luglio quando lavoriamo sempre molto bene. Non pensiamo a qualcosa che sia concentrato in un luogo quanto, piuttosto, ad iniziative itineranti in grado di coinvolgere tutta la città, come ad esempio anche gli hotel della zona di Porto d’Ascoli o, perché no, negozi e altre tipologie commerciali cittadine” afferma.

Quanto alla contribuzione, Mozzoni sottolinea come “non se ne è parlato anche se dopo gli aggravi in termini di tassa di soggiorno,  decisi quando i prezzi erano già stabiliti, è auspicabile uno sforzo amministrativo in tal senso anche se, nel caso ci fosse una richiesta di contributo, sarà da valutare serenamente sulla base di prospettive ufficiali”.

Da parte sua gli amministratori hanno lanciato l’idea di un bus turistico, con vista scoperta, che transiti sul lungomare di San Benedetto e nelle zone più gradevoli della città. Una sorta di City Sighseeing per San Benedetto.


Copyright © 2019 Riviera Oggi, riproduzione riservata.