SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Sole primaverile, e si pensa all’estate. Il lungo periodo del ponte di Pasqua è congeniale ai turisti per chiedere informazioni in merito alle case in affitto per la prossima stagione estiva, come fa sapere il Collegio dei Geometri e dei Geometri Laureati di Ascoli secondo il quale il prezzo di una locazione in Riviera oscilla dai 570 euro ai 1260 euro di canone mensile. Nel dettaglio si evince che la zona più economica è quella di Grottammare, bella fascia litoranea a Nord del capoluogo: qui il prezzo va dai 570 agli 830 euro mensili per un’abitazione in ottimo stato.

Prezzo che lievita se si sceglie come zona una casa nella zona centrale di San Benedetto, da lungomare Nord all’asse ferroviario. Qui il prezzo parte da un minimo di 840 euro ad un massimo di 1260 euro al mese di affitto. Andando a nord della costa, a Cupra Marittima nella zona centrale della fascia litoranea qui il prezzo del canone di affitto, per un’abitazione in ottimo stato conservativo, parte da un minimo di 740 euro ad un massimo di 1200 euro.

È quanto emerge da un’indagine del Collegio Geometri e Geometri Laureati di Ascoli elaborata su dati dell’Agenzia delle Entrate relativi al primo semestre del 2018. “Le abitazioni maggiormente richieste dai turisti – commenta Leo Crocetti presidente del Collegio Geometri e G.L. di Ascoli – che scelgono le città della Riviera per trascorrere 15-20 giorni di vacanze durante il periodo estivo sono soprattutto trilocali. Spesso si tratta di famiglie con bambini piccoli”.


Copyright © 2020 Riviera Oggi, riproduzione riservata.