SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Dopo lo sciame sismico avvenuto in Adriatico che nelle ultime ore, pur con scosse al massimo di 3.6 Richter, ha provocato un po’ di allarme nella costa picena, il sindaco di San Benedetto Piunti ha incontrato i dirigenti scolastici o i loro rappresentanti dei tre istituti comprensivi cittadini per un confronto sulle migliori modalità da seguire per la gestione delle situazioni conseguenti a scosse telluriche.

E’ emersa dall’incontro la necessità che venga adottato un protocollo condiviso che consenta, in caso di evacuazione degli edifici scolastici, di valutare con obiettività le condizioni delle strutture per stabilire se si possa rientrare in sicurezza. Ciò ovviamente nel caso in cui, come accaduto oggi, il Comune non abbia gli elementi di legge per procedere all’emazione di un’ordinanza di chiusura.

Il responsabile della Protezione civile commissario Vinicio Cipolloni ha avuto l’incarico di approfondire il tema con i referenti regionali: le risultanze saranno poi oggetto di una condivisione con gli stessi dirigenti scolastici e i relativi responsabili del servizio protezione e prevenzione.


Copyright © 2019 Riviera Oggi, riproduzione riservata.