SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Avvertita una scossa di terremoto nel Piceno alle ore 10:54. Presto aggiornamenti.

ORE 13 COMUNICATO SAN BENEDETTO A seguito della scossa di terremoto di magnitudo 3.6 registrata alle 10.55, il sindaco Pasqualino Piunti, impegnato ad Ancona per la cerimonia di inaugurazione dell’anno giudiziario del TAR Marche, ha immediatamente convocato il tavolo tecnico affidandone il coordinamento al vicesindaco Andrea Assenti.

Il tavolo ha preso in esame le eventuali condizioni che potessero giustificare l’emanazione di un’ordinanza per lo sgombero degli edifici pubblici cittadini, compresi quelli scolastici. Preso atto che dalla Protezione Civile regionale non sono giunte comunicazioni specifiche, che dalle scuole o da altri edifici pubblici non sono pervenute segnalazioni riguardanti possibili danni alle strutture, il tavolo non ha ravvisato le condizioni per poter proporre al Sindaco, che nel frattempo era rientrato in sede lasciando la cerimonia a cui stava partecipando, la firma dell’ordinanza.

Naturalmente resta in vigore lo stato di massima attenzione e in tal senso l’Amministrazione comunale invita a segnalare eventuali danni a strutture pubbliche per procedere alle verifiche del caso. Nei prossimi giorni il Sindaco, insieme ai tecnici comunali, incontrerà le dirigenze scolastiche e i responsabili per la sicurezza delle scuole cittadine per chiarire e, se necessario, meglio definire le procedure che debbono essere attuate in questi casi.

ORE 11:40 A San Benedetto in alcune scuole i bambini stanno uscendo. Anche l’Istituto Alberghiero è evacuato e gli alunni sono tutti nel piazzale. Evacuata anche la scuola Moretti. Gli istituti sono in attesa di una eventuale ordinanza comunale. Fonti comunali affermano che c’è un tavolo riunito per valutare la situazione.

ORE 11:35 CUPRA LEZIONI SOSPESE FINO A VENERDì A Cupra lezioni sospese fino a venerdì. I genitori stanno riprendendo gli alunni dalle scuole. Si valuterà poi se chiudere anche sabato, afferma il sindaco D’Annibali.

ORE 11:30 SOSPESE LE LEZIONI SCOLASTICHE A GROTTAMMARE Le lezioni sono state sospese ed è attivo il servizio scuolabus per riportare gli alunni nelle loro case. Molti genitori sono tornati a prendere i bambini e ragazzi come testimonia la nostra foto. I tecnici comunali sono andati a fare sopralluogo negli edifici pubblici prima fra tutto nelle scuole.

Lezioni scolastiche sospese e sopralluoghi immediati in tutte le strutture pubbliche. Questo ha disposto il sindaco Enrico Piergallini dopo la seconda forte scossa di terremoto avvertita intorno alle ore 11 che ha fatto scattare il Piano di emergenza anche nel territorio grottammarese.

Immediati i sopralluoghi negli edifici scolastici e negli altri immobili pubblici da parte dei tecnici comunali e dei volontari della Protezione civile. Le verifiche sono in corso.

Per quanto riguarda la scuola, è stato predisposto anche il servizio di Scuolabus.

DUE LE SCOSSE Avvenute in mattinata: alle 10.21 c’è stata una scossa di magnitudo 3.1, profondità 11 chilometri, al largo dell’Adriatico della costa picena, mentre alle 10.55 la scossa è di 3.6 scala Richter, avvenuta al largo tra Cupra e Pedaso, profondità 8 chilometri.

Ieri sera, nella zona di fronte a Pedaso, si erano registrate tre leggere scosse tra 2.9 e 3.1. Una leggerissima scossa è avvenuta, sempre nella stessa zona, con magnitudo 2.5 alle 3 di notte.


Copyright © 2020 Riviera Oggi, riproduzione riservata.