SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Con una grande prestazione la Sambenedettese femminile batte la corazzata Vis Porto Sant’Elpidio Faleria, prima in classifica e imbattuta, e continua la marcia di avvicinamento alla vetta ora a soli cinque punti. Tra le mura amiche dello stadio Pirani di Grottammare di fronte al pubblico delle grandi occasioni, le rossoblù di mister Silvestro Pompei hanno battuto 4 a 3 la capolista che vanta una rosa di categoria superiore con calciatrici ex serie A e B.

Quasi dieci anni la differenza di età tra le sambenedettesi, età media 16,7 anni, e le cugine elpidiensi, età media 26,3 anni, ma sul campo le rossoblù sono riuscite ad annullare il gap grazie ad una prova di grande carattere e ad una migliore organizzazione tattica.

Con questa importante vittoria, la Samb diventa una delle più accreditate per la promozione proprio in virtù di una qualità di gioco superiore, di una migliore condizione atletica e di una grande determinazione. Caratteristiche queste che sono alla base della vittoria di domenica giunta al termine di una gara che a 25 minuti dalla fine vedeva la Samb in vantaggio 4 a 1 dopo aver dominato il match sin dall’avvio.

Un avvio impetuoso da parte delle rossoblù schierate da mister Pompei con un 4-3-3 ultra offensivo e con due accorgimenti tattici risultati determinanti: l’inserimento di una centrocampista al centro della difesa per favorire la costruzione del gioco, la marcatura a “uomo” delle top player avversarie, ex serie A e B, con sistematico raddoppio e le due mezze ali libere di giocare tra le linee dietro le tre attaccanti. Così schierate le rossoblù schiacciano subito le ospiti nella propria metà campo e dopo appena 7 minuti passano in vantaggio con la bomber Castiglione che sfrutta al meglio una punizione in area.

Le rossoblù continuano ad attaccare a testa bassa, ma al 20′ su un’azione di contropiede le elpidiensi pareggiano: perfetto cross dell’ottima Lanciotti per l’accorrente Ranzuglia che calcia al volo in area e batte Straccia. La Samb reagisce rabbiosamente ed alla mezz’ora conquista un rigore con un gran tiro della Clementi stoppato con le mani dalla Menzi. Sul dischetto va la Castiglione che spiazza la Dellisanti e raddoppia. Le ospiti accusano il colpo e la Samb al 41′ va ancora in gol con la Ponzini che controlla con destrezza in area e batte la Delli Santi da sotto misura.

Inizia la ripresa con la Samb che aggredisce le avversarie costringendole nella propria trequarti ed al 15′ cala il poker: la solita Castiglione calcia a colpo sicuro nei pressi dell’area piccola, ma un difensore si sostituisce al portiere e stoppa la palla con la mano, rigore ineccepibile che la stessa Castiglione realizza. Per la bomber rossoblu si tratta del tredicesimo gol.

A questo punto le padrone di casa fanno l’errore di considerare la partita finita e tirano i remi in barca. Le esperte ospiti capiscono la situazione e si gettano rabbiosamente in avanti andando in gol al 75’ ancora con l’ottima Renzuglia ed all’82’ con la Cannone. A questo punto la Samb riprende il pallino del gioco e conclude il match senza rischi. Ed al triplice fischio tripudio in campo e corsa delle “girl” sotto la tribuna a raccogliere l’ovazione dei tifosi. Per la Samb si tratta del quinto risultato utile consecutivo che porta le rossoblù a soli cinque punti dalla vetta.

TABELLINO

SAMBENEDETTESE-VIS PORTO SANT’ELPIDIO 4-3

SAMBENEDETTESE: Straccia; Fioroni, Acciarri, Marano, Bianchini; Malatesta, Ponzini, Pontini; Clementi, Castiglione, Sacchini (dal 25’ Spina) – A DISPOSIZIONE: Spina, Olivieri, Voltattorni, Marinelli, De Antonis. ALLENATORE: Silvestro Pompei – Vice: Pierdomenico Malatesta, Dirigente accompagnatore: Giuseppe Merlini

VIS PORTO SANT’ELPIDIO FALERIA: Dellisanti; Splendiani, Monzi, Cannone, Bracalente; Babucci, Natalini, Brutti, Rastelli; Lanciotti, Ranzuglia. A DISPOSIZIONE: Selvi, Taschini, Vasilcaia, Giorgiana, Volpi. ALLENATORE: Massimo Luciani

Marcatori: 7’ Castiglione (S) – 20′ Ranzuglia (V) – 30’ Castiglione (S) – 41’ Ponzini (S) – 60’ Castiglione (S) – 75′ Ranzuglia (V) – 82′ Cannone (V)


Copyright © 2019 Riviera Oggi, riproduzione riservata.