TRIESTE – Carlo Ilari analizza la sconfitta contro la Triestina, un 4-0 fuori casa che è la peggiore sconfitta dell’anno.

“Abbiamo preso il primo gol che era evitabile e poi non siamo riusciti a reagire come potevamo, con la voglia di pareggiare abbiamo lasciato troppi spazi, loro letali e appena hanno messo piede in area, ogni volta ci hanno fatto gol. Abbiamo perso le distanze che nel primo tempo siamo riusciti a tenere, ci siamo disuniti subito dopo il primo gol”

Il centrocampista dà alla Triestina anche dei meriti: “La Triestina ha dei meriti, hanno degli attaccanti micidiali che, serviti, bene fanno male. Involuzione? Sì, ma credo che sia un momento. In passato ci è andata bene mentre adesso alcune cose non vanno. Oggi comunque è una sconfitta diversa da quella col Vicenza, partita che abbiamo giocato 70 minuti in 10. Ci lecchiamo le ferite e pensiamo alla prossima, importantissima.”


Copyright © 2019 Riviera Oggi, riproduzione riservata.