TERAMO – E’ cominciata a dicembre 2018 con l’Istituto Superiore “Di Poppa Rozzi” di Teramo la serie di mirati servizi di prevenzione dello spaccio e dell’uso di stupefacenti nei pressi delle scuole del territorio.

In questi giorni agenti dell’Ufficio Prevenzione Generale e Soccorso Pubblico della Questura, in collaborazione con  unità Cinofile della Questura di Pescara e pattuglie del Reparto Prevenzione Crimine “Abruzzo” di Pescara, hanno controllato tutta l’area circostante e gli accessi all’Itis “Alessandrini”  e l’Ipsia della località abruzzese.

I controlli, ampliamente condivisi dalla dirigenza scolastica, dagli insegnanti, da molti genitori, ma anche da studenti lontani dalla problematica, hanno monitorato l’accesso dei ragazzi ed i locali interni degli istituti.

L’azione di controllo straordinario si è estesa anche alle aree urbane dove i ragazzi che “marinano” le lezioni sono soliti radunarsi e dove recentemente sono stato compiuti danneggiamenti ed imbrattamenti.

I poliziotti hanno così “setacciato” la Villa Comunale, controllando i due esercizi pubblici limitrofi ubicati su Piazza Garibaldi, i giardini di Nassirya e di Viale Mazzini e Piazza Sant’Anna, identificando vari ragazzi, peraltro di diverse nazionalità, informando altresì i genitori del mancato ingresso a scuola.

L’azione di prevenzione, che segue le linee particolarmente incisive del Dipartimento della Polizia e della Prefettura, si sviluppa anche attraverso servizi mobili quotidiani di vigilanza e controllo nei pressi delle Scuole, al fine di arginare l’illegale fenomeno dell’assunzione e dello spaccio, seppur delle cosiddette droghe leggere, da parte dei minorenni.

Infine la Volante ha individuato ed identificato 6 ragazzi, tutti minorenni che, in gruppetto hanno cercato di sfuggire ai controlli: sono in corso ulteriori accertamenti, anche con l’ausilio delle telecamere, circa la responsabilità degli stessi in alcuni episodi di “scontri” che si sarebbero verificati nel centro storico nei giorni scorsi.


Copyright © 2020 Riviera Oggi, riproduzione riservata.