TERAMO – Due titolari di una Società di Autotrasporto, già indagati per bancarotta dalla Guardia di Finanza e per i quali il Giudice aveva disposto il sequestro preventivo di tutti gli autocarri e dei relativi documenti di circolazione, avevano avuto la “brillante idea”, con la complicità del titolare di un’Agenzia Pratiche Auto, di denunciare falsamente lo smarrimento delle carte di circolazione di due autocarri e, quindi, di duplicarle in modo da regolarizzare fraudolentemente la posizione amministrativa permettendo la libera circolazione degli stessi, nonostante il sequestro preventivo e l’affidamento in custodia ad uno degli Amministratori della Società.

Per questo  la Squadra di Polizia Giudiziaria della Stradale di Teramo ha denunciato all’Autorità Giudiziaria tre persone (due amministratori di Società di Autotrasporto ed un titolare di Agenzia Pratiche Automobilistiche) per omessa custodia di veicoli sequestrati e falso.

L’indagine scaturiva a seguito di un casuale controllo operato da una pattuglia della Polstrada di Teramo su uno di questi autocarri e da lì sono partiti i successivi accertamenti che hanno scoperchiato il tutto.


Copyright © 2020 Riviera Oggi, riproduzione riservata.