SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Un campionato iniziato ad ottobre, con la partecipazione di 24 squadre. Dopo una prima fase a gironi, la seconda, gli ottavi e i quarti, l’Under 16 femminile non solo ha avuto accesso alla final four, ma domenica grazie al secondo posto alle spalle dell’Adriaservice, ha conquistato l’accesso alle finali regionali. Un grande successo oltre le previsioni per le ragazze di Medico.

La semifinale contro Offida, guidata da Ciabattoni, è stata una partita sentita e difficile sotto molti aspetti. Difatti le ragazze sembravano impaurite e bloccate, ma dal secondo set in poi, tutto cambia e si comincia a giocare. Dopo due ore di gioco, le rossoblu hanno vinto al tie break, facendo il colpaccio e arrivando alla finale giocando con una sola 2003 (capitan Coccia) e tutte 2004 e 2005. Il 93 % delle ragazze sono anagraficamente un anno al di sotto della categoria.

Con la qualificazione alla fase regionale ottenuta e i relativi festeggiamenti, ad attendere la Happy Car verso il titolo provinciale vi è l’Adriaservice, già incontrata e battuta nel primo girone, ma in gran forma e in gran miglioramento di partita in partita.

Infatti, la finale è stata complicata, le ragazze erano bloccate e non riuscivano a giocare, a causa principalmente del servizio delle avversarie. Solo nel terzo set, grazie agli incitamenti di coach Medico, si è vista un po’ di pallavolo, ma le occasioni per riaprire la partita venivano sprecate per l’inesperienza delle rivierine.

Si poteva fare meglio, ma il secondo posto consentirà la partecipazione della Happy Car alla fase regionale, evento in cui daranno sicuramente filo da torcere.


Copyright © 2019 Riviera Oggi, riproduzione riservata.