SAN BENEDETTO DEL TRONTO- Li avevamo lasciati un po’ delusi dopo la conferenza dei sindaci dello scorso 26 febbraio quando la loro linea sul Nuovo Ospedale sulla costa fu bloccata dalla reticenza dei sindaci di area Pd che riuscirono a far passare la proposta di tre ospedali: quelli di San Benedetto e Ascoli strutture di Base e quello nuovo, di Primo Livello ex decreto ministeriale 7o del 2015, a Pagliare.

Lo scetticismo dei sindaci dell’Ambito 21, che avevano fatto loro la proposta adottata dal consiglio di San Benedetto su imput del consigliere De Vecchis, ieri si è trasformata in una sorta di reazione provocatoria. I sindaci dell’Ambito, fra cui Piergallini per Grottammare e D’Annibali per Cupra, sono infatti stati ricevuti dal padrone di casa, Pasqualino Piunti, in Comune a San Benedetto.

Ne è scaturita una lettera che verrà inviata a Ceriscioli per sondare la fattibilità della proposta offidana (la linea dei tre ospedali in conferenza fu proposta proprio da Offida).  “Vogliamo per iscritto una risposta che ci dica se tre ospedali sono fattibili” ci dice proprio Domenico D’Annibali.


Copyright © 2019 Riviera Oggi, riproduzione riservata.