FERMO – A seguito di accurati servizi finalizzati a debellare il fenomeno del traffico di sostanze stupefacenti lungo la costa adriatica fermana,  è stato arrestato un uomo residente nella provincia di Fermo, con pregiudizi penali e che aveva da qualche giorno terminato la sottoposizione ad altra misura cautelare per lo stesso reato con l’obbligo di firma presso un organo di polizia giudiziaria.

L’uomo, nel corso di perquisizione locale, veniva trovato in possesso di vari involucri di sostanze stupefacenti del tipo cocaina e marijuana, destinati sia alla detenzione sia al frazionamento per la cessione, del peso complessivo di circa 300 grammi di marjiuana, in buste sottovuoto e 260 grammi circa di cocaina in diverse confezioni. Veniva sequestrato anche un bilancino di precisione.

Le attività si sono concretizzate all’interno di un circolo privato del fermano del quale egli era di fatto il reale gestore. Le indagini hanno portato a chiarire che l’ingresso all’edificio era monitorato da impianto di videosorveglianza, che permetteva al soggetto di evitare controlli di polizia e l’ingresso a persone non desiderate, permettendo invece agli acquirenti della droga di entrare e rifornirli di stupefacente.

Tali modalità dello spaccio, reiterate in modo analogo ad un episodio di alcuni anni fa, nel quale l’uomo fu arrestato da personale di Polizia a seguito di analoghe condotte delittuose nel locale, avvalorate ed attualizzate dalle indagini odierne, permettevano anche di attuare, di iniziativa, il sequestro preventivo del circolo.

L’uomo è stato associato presso la locale casa di reclusione.


Copyright © 2019 Riviera Oggi, riproduzione riservata.