ALBA ADRIATICA – Botte e minacce alla madre e alla ex moglie: 44enne finisce ai domiciliari. Ancora una brutta storia di violenza dopo i recenti fatti di San Benedetto, Ascoli, Teramo e Grottammare.

Non potrà ora nemmeno mettersi in contatto con le due vittime, Carlo Di Matteo, residente ad Alba Adriatica, che per più di un anno aveva reso la vita delle due donne un vero e proprio inferno. I suoi comportamenti, minacciosi e spesso violenti, erano iniziati nel dicembre del 2017 ed erano andati avanti  per più di un anno. Il calvario, che non aveva risparmiato nemmeno la ex moglie, era arrivato negli ultimi tempi all’apice, così le due donne hanno deciso di raccontare il tutto ai carabinieri.

Ben sei le denunce raccolte dai militari che sono così riusciti ad acquisire tutti gli elementi necessari per inviare un dettagliato rapporto in Procura. Nella giornata di oggi, 14 marzo, il gip del tribunale di Teramo ha emesso un provvedimento restrittivo nei confronti del 44enne che gli è stato notificato dai carabinieri e, dopo le formalità di rito, Di Matteo è stato messo agli arresti domiciliari.

L’uomo dovrà ora rispondere di maltrattamenti in famiglia e atti persecutori e non potrà comunicare in nessun modo con le due vittime di questa vicenda.


Copyright © 2019 Riviera Oggi, riproduzione riservata.