SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Tutto alla luce del sole e di fronte a pazienti e sanitari del Pronto Soccorso.

Un 49enne, pregiudicato e residente a Centobuchi, è stato arrestato dalla Polizia del Commissariato di San Benedetto, colto nella flagranza di reato di spaccio di eroina a favore di un tossicodipendente della zona nella mattinata del 9 marz.

Alcuni agenti, in servizio, avevano notato scendere da un veicolo in sosta, nei pressi dell’ingresso dell’ospedale di San Benedetto, il 49enne.

I poliziotti avevano anche notato l’atteggiamento guardingo dell’uomo e hanno constatato la cessione di un oggetto a favore del conducente di un altro veicolo in sosta che ripartiva subito dopo verso via Toscana.

Avendo fondato motivo di ritenere che nel frangente fosse avvenuta una cessione di sostanza stupefacente, gli agenti sono riusciti a bloccare l’acquirente all’intersezione tra via Sabotino e Toscana ed il cedente all’altezza della rampa di accesso alla struttura ospedaliera.

L’operazione ha consentito di riscontrare il possesso, da parte dell’acquirente, di una dose di eroina e il possesso di una banconota di 20 euro, come titolo di pagamento.

Il fatto, particolarmente grave in quanto avvenuto nei pressi dell’ospedale in orario diurno, alla presenza di numerosi utenti del locale nosocomio ha portato all’arresto del 49enne.

L’uomo, posto agli arresti domiciliari in attesa dell’udienza di convalida dell’arresto, è stato sottoposto a giudizio direttissimo all’esito del quale il Giudice presso il Tribunale di Ascoli Piceno ha emesso una sentenza di condanna alla pena di sei mesi di reclusione.


Copyright © 2019 Riviera Oggi, riproduzione riservata.