MONTEPRANDONE – Se Emerenziana Cappella e Orlando Ruggieri del Pd di Monteprandone lo scorso sabato hanno presentato la propria candidatura per concorrere alle primarie del 31 marzo, così non è stato per l’attuale vicesindaco Sergio Loggi, che aveva espresso la necessità di confronto e dibattito preventivo alla decisione di una sfida elettorale. Dopo la mancata candidatura alle primarie, dunque, qual è la strada verso le elezioni scelta da Loggi?

Di seguito le sue parole:

“La mia posizione resta quella che ho sempre detto e rilasciato nel comunicato della scorsa settimana: vado avanti per la mia strada. Sto aprendo un confronto con la città, con la famosa società civile e con altre forze politiche di sinistra e progressiste. Un confronto per condividere un programma elettorale e lavorare sul territorio con le persone che ne fanno parte.

Questa è l’idea che sto portando avanti insieme a un gruppo di persone forti, che amano il proprio territorio e che ci mettono la faccia. Lo sto facendo da diversi giorni, cercando di condividere un progetto ad ampio raggio, dove mettiamo a confronto diverse idee e cerchiamo poi di fare sintesi.

Dopo quindici anni come amministratore, vado avanti mettendo a disposizione la mia esperienza unita all’esperienza di altre persone, insieme ad altri ancora che possano dare un valore aggiunto a questo percorso. La candidatura in prima persona l’ho detta e la ribadisco.

Ho nuove idee e ho in mente, insieme ad altri, di dare un qualcosa in più a questo territorio. A giorni inizieremo a mettere il primo mattone per dare il via a questo percorso, fatto di un bel gruppo di persone che hanno voglia di dare e di far crescere la città”.


Copyright © 2019 Riviera Oggi, riproduzione riservata.