SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Le interviste del post partita di Samb-Vicenza, finita 4-1 per gli ospiti.

Il presidente Fedeli non è presenta al Riviera per problemi di salute, è rimasto a Roma

Giorgio Roselli: “Quando si prendono queste scoppole è dura. Ma ne abbiamo prese già altre. C’è poco da dire di questa partita perché la gestione non è stata giusta”. Poi una chiosa contro l’arbitro: “Neanche la gestione arbitrale non mi è piaciuta dall’inizio. Forse per la prima volta mi lamento dell’arbitro perché fin dall’inizio abbiamo giocato con uno in meno, anche prima del rosso a Signori. L’espulsione e il rigore sono netti ma non mi è piaciuta la conduzione, pe rla prima volta non ho salutato l’arbitro in carriera”. Sulla partita: “Dovevamo provare a tenere il risultato lì, perché una gara così si puà sempre riprendere alla fine, sull’1-1 e sul 2-1 per loro non stavamo neppure facendo male, poi il 3-1 ha chiuso tutto. Resto comunque del parere che i miei ragazzi hanno fatto qualcosa di importante e continuano a farlo. Stanno facendo un grande campionato. Questa è una batosta che dobbiamo superare, dobbiamo rimanere sempre noi stessi, è la nostra forza. Quest’annata mi toglierà anni di vita perché giocare a San Benedetto in queste annate è dura e servono persone con gli attributi, noi li abbiamo e vogliamo chiudere bene la stagione. Adesso non voglio che questo 4-1 pregiudichi le prossime gare, dobbiamo reagire”.

Francesco Rapisarda: “L’episodio dell’espulsione  e del rigore ha contato tantissimo, quando succede ti cade un po’ il mondo addosso. Eravamo stati bravi a riprenderla poi il secondo tempo abbiamo fatto male. Forse potevamo pareggiarla con Gelonese sul 2-1 per loro e sarebbe stata un’altra partita. Volevamo fare bene perché era un’occasione importante, continuiamo a lavorare adesso. I tifosi ci hanno applaudito lo stesso, come sempre sono fantastici, non è da tutti applaudire dopo un passivo così esagerato” Sul futuro: “Questa squadra ha rialzato la testa più volte e lo farà ancora. Adesso andiamo a fare le prossime trasferte con la voglia di fare bene”.

Giovanni Colella (allenatore Vicenza): “L’espulsione ha condizionata la gara in positivo per noi e in negativo per la Samb. Noi giochiamo sempre per vincere, a maggior ragione se gli avversari restano in dieci ma è stata più difficile di quanto si possa pensare. La Samb è una buona squadra, ci stava il loro pari nel primo tempo e in quel momento psicologicamente per noi era dura, siamo stati bravi nella ripresa”.

https://www.rivieraoggi.it/wp-content/uploads/2019/03/Andrea-Bovo.jpg

Andrea Bovo: “Sicuramente l’episodio del rigore e dell’espulsione è normale che sia stato decisivo. Noi siamo comunque stati bravi a prenderci quel gol e la vittoria dopo che il pari della Samb l’aveva messa in salita. Si vedono spesso risultati negativi anche per le squadre con un uomo in più, poteva capitare”.


Copyright © 2019 Riviera Oggi, riproduzione riservata.