SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Piunti risponde a Bruno Gabrielli sui fondi di Spiagge Sicure. Il  consigliere di minoranza, infatti, aveva detto, in mattinata durante una conferenza stampa dell’intera opposizione, che San Benedetto non avrebbe avuto accesso al denaro del Ministero per il 2019, riservando anche attacchi al sindaco (“si è vantato facendo una figuraccia”).

Il sindaco risponde quasi in contemporanea, e lo fa durante un’altra conferenza stampa, convocata poco dopo quella dell’opposizone, nata per dare informazioni su Sanità e Sicurezza (avvio del bando per completare il progetto telecamere).

Il problema nascerebbe da un errore nella pubblicazione, da parte del Ministero, della lista dei comuni che sono rientrati in Spiagge Sicure. “E’ probabilmente stata inserita erroneamente San Benedetto” dice il sindaco, che aggiunge: “Nessuno si è mai vantato, ho semplicemente risposto (a Riviera Oggi clicca qui) a chi mi chiedeva come li avremmo spesi. L’anno scorso” prosegue il primo cittadino “non ci dobbiamo scordare che abbiamo avuto accesso a oltre 400 mila euro per la Sicurezza”.

Aggiungiamo, per dovere di cronaca, che dopo la comunicazione del 28 febbraio il Ministero dell’Interno, sul suo sito ufficiale, il 1° marzo ha pubblicato un’errata corrige della lista iniziale di Comuni ammessi a Spiagge Sicure 2019. Nella lista pubblicata il 1° marzo San Benedetto non c’è mentre il 28 febbraio l’inserimento del nostro Comune nel progetto era stato battuto anche dall’Ansa.

https://www.rivieraoggi.it/wp-content/uploads/2019/03/Ministero.png

CLICCA QUI PER ACCEDERE AI DOCUMENTI DEL MINISTERO

Bruno Gabrielli: “San Benedetto non avrà i 42 mila euro di Spiagge Sicure. Figuraccia Piunti”


Copyright © 2020 Riviera Oggi, riproduzione riservata.