SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Le dichiarazioni dell’allenatore della Samb Giorgio Roselli prima di Samb-Vicenza che si giocherà domenica 10 marzo.

“Chi ha fatto calcio, e l’ho sentito dire da Trapattoni, Lippi, Ancelotti, dice che se si gioca per il pareggio si perde” dice Roselli a proposito dei tanti pareggi della Samb. “Io dico che se uno punta al minimo nulla ottiene” aggiunge.

“Io non conosco il modo di giocare per vincere, pareggiare o perdere. Per fare un gol ci vogliono pochi secondi con una palla lunga. Per questo il calcio è molto bello. Vincere o perdere è questione di tanti elementi, non ci sono modi scritti. A Terni siamo partiti con una occasione da gol, ma io non so perché poi non abbiamo dato seguito. Io non lo so il perché è successo così a Pordenone e poi in maniera diversa a Fano. Io non dico ai giocatori oggi partiamo forte, oppure oggi aspettiamo. Se non ragionate così di cosa parliamo?”

“Come fa una squadra che va a Pordenone con 7 ore di pullman e poi torna con altre 7 ore e poi va a Terni, imporre alla Ternana il proprio gioco come fatto a Pordenone? Non possiamo pretendere ad un giocatore che non ha una visione di gioco una visione di gioco che non ha. La visione di gioco e il piede, sono quelli, per un calciatore, non possiamo migliorarla a prescindere. Non esistono persone al mondo, uomini di calcio, che possono dare delle soluzioni sicure sui risultati diversi in partite ravvicinate”.

“Molte gare e il nostro equilibrio di rosa lo sapete. Quanti giocatori abbiamo dovuto far giocare fuori ruolo anche nei turni infrasettimanali? Con l’Albinoleffe eravamo contati. Io in una delle primissime partite tutti chiedevano la salvezza e non l’ultimo posto. Poi ho detto vogliamo salvarci, quindi sestultimo posto, e poi ho detto che il sogno era all’ultima giornata tornare al decimo posto. Adesso è un po’ che siamo in zona play off. Sarà molto dura perché abbiamo un calendario difficile fuori casa, i numeri del nostro rendimento in trasferta li conosciamo. Abbiamo 5 trasferte e 4 partite in casa, poi alla fine con 3 in casa e 3 in trasferta vedremo”.

“Non posso aver pensato di pareggiare due partite in trasferta per cercare di vincere in casa. Un conto è gestire qualche minuto per i calciatori, ma non si può pensare di fare calcoli in ragione delle partite a venire. Lo abbiamo dimostrato nel momento più difficile del campionato, quando eravamo 11 contati”.

“Il Pordenone gioca in modo completamente diverse da tutti gli altri, sono molto offensivi in tutti i ruoli di centrocampo, il Vicenza è diverso: c’è un terzino che attacca e un altro che resta più indietro, centrocampisti anche di quantità. Loro hanno qualità che rischiano di farci correre troppo e farci sprecare energie e danno meno punti di riferimento del Pordenone. Ricordo la Feralpi, appena ha tolto un attaccante è diventata una squadra straordinaria. Cecchini purtroppo rischia di non essere a disposizione, la qual cosa ci crea sempre qualche problema e i sostituti, in un modo o nell’altro, non ci danno la massima sicurezza, D’Ignazio non ha i 90 minuti, Fissore invece è più difensivo”.

Se fossi furbo direi che mancano tre punti per la salvezza, ma io dico che non siamo salvi anche se non ci pensiamo in questo momento. E’ onesta intellettuale, se sento qualcuno sopra di noi che dice di lottare per la salvezza mi sembra strano. Stiamo lottando per qualcosa di diverso per la salvezza. Sicuramente questa è una partita che a seconda del risultato può dare grande risposte per la classifica per noi o per loro“.

Non credo che dobbiamo fare correzioni per la fase offensiva anzi: io vorrei attaccare sugli attacchi dell’avversario e su questo non sono contento, perché per me si attacca bene se si recupera bene. Se una squadra inizia il gioco e fa un’azione offensiva, l’allenatore in quei casi c’entra poco. Gli schemi si fanno sui calci piazzati e tre o quattro cose che fanno tutte le squadre del mondo. Noi qualche volta in fase difensiva siamo sovrapposti, due al posto di uno, dunque in difesa non siamo ancora riusciti a fare le cose al meglio”.

Non sono convocati Brunetti, Panaioli, De Paoli, Zaffagnini.

 

 


Copyright © 2019 Riviera Oggi, riproduzione riservata.