VIDEO DIRETTA FACEBOOK

LIVE Tutta l'opposizione consiliare di San Benedetto convoca la stampa

Posted by Riviera Oggi on Saturday, 9 March 2019

SAN BENEDETTO DEL TRONTO – L’opposizione consiliare di San Benedetto convoca la stampa. Presenti Domenico Pellei (Udc), Bruno Gabrielli (Gruppo Misto), Tonino Capriotti, Antimo Di Francesco e Maria Rita Morganti del Pd, Flavia Mandrelli (Articolo Uno), Rosaria Falco (Gruppo Misto), Giorgio De Vecchis e Andrea Sanguigni di Ripartiamo da Zero.

ROSARIA FALCO SU SERVIZIO RISPOSTE ALCOLOGICHE E POI UNA “QUERELLE” SUL PROSSIMO CONSIGLIO. Si parla, all’inizio dell’incontro, di una mozione presentata da Rosaria Falco riguardo la soppressione del servizio risposte alcologiche. “Era un servizio importante, un errore chiuderlo” chiosa proprio Falco. “Gli esperti del settore ci dicono che l’età a cui i ragazzi approcciano all’alcool si abbassa sempre di più”.

C’è poi una polemica, della stessa Falco, sulla convocazione “dilatata”, dice la stessa consigliera, delle riunioni del consiglio. “Se convochiamo l’assemblea ogni 2 o 3 mesi rischiamo di arrivare a consigli comunali con ordini del giorno intasatissimi. Nel prossimo ci saranno tanti punti portati dall’Amministrazione per il bilancio di previsione. Quando parliamo degli altri problemi dei cittadini?”. Falco spiega anche di averne parlato con l’Amministrazione: “Mi hanno risposto che convocare il consiglio ha dei costi. Dobbiamo convocarli ogni mese e mezzo, non solo quando ci sono scadenze imminenti” conclude Falco sul punto.

FALCO FA IL PUNTO SU PICENAMBIENTE. La consigliera del Gruppo Misto (fuoriuscita da pochi mesi dalla maggioranza)parla poi di Picenambiente e delle ultime novità sul ricorso al Tar della partecipata, che si è opposta alla delibera pro controllo pubblico che il consiglio ha votato a dicembre. “Deco ed Econord (i soci privati di Picenambiente n.d.r.)  hanno presentato altri due ricorsi al Tar con motivazioni aggiuntive” commenta Falco. Si parla poi della posizione della partecipata e del Comune.

DE VECCHIS BATTE ANCORA SULLA DELIBERA SUL CONTROLLO PUBBLICO DI PICENAMBIENTE: “AMMINISTRAZIONE CHE SUBISCE E NON FA NULLA”. “Abbiamo una delibera consiliare eseguibile e approvata all’unanimità dal consiglio e dopo mesi nulla è stato fatto, è una situazione da Repubblica delle Banane” tuona Giorgio De Vecchis. “Questa Amministrazione è completamente in mano alla parte burocratica del Comune. Non trasmettono ai dirigenti alcun indirizzo, subiscono quello che accade, non sono capaci” arriva a dire il consigliere.

ANCORA DE VECCHIS SUL RINCARO TASSE PER IL TURISMO (AUMENTI PARCHEGGI BLU E TASSA DI SOGGIORNO). “Aumentano le tasse e dicono che lo fanno per reinvestire nel Turismo, ma a San Benedetto non ci sono investimenti seri sul settore, solo interventi a spot”. Il compagno di gruppo (Ripartiamo da Zero) Andrea Sanguigni: “L’amministrazione ha diviso questa città. San Benedetto ha bisogno di associazionismo ma molte associazioni sono arrabbiate con questa amministrazione”.

BRUNO GABRIELLI E SPIAGGE SICURE. “Il Ministero ha tolto i 42 mila euro destinati a Spiagge Sicure per darli al comune di Moneglie in provincia di Genova. San Benedetto non poteva usufruirne perché ha ne ha avuto accesso l’anno scorso. La conoscenza della legge avrebbe permesso al sindaco di evitare figuracce nel vantarsi di aver avuto accesso ai fondi”. Prosegue Gabrielli che morde l’Amministrazione: “Sono un pericolo serio per questa città, lo dimostra il fatto che mai era capitato che l’opposizione, a San Benedetto, facesse un fronte così unito”.

TOCCA AL PD PARLARE. TONINO CAPRIOTTI E LA TARI.  Tonino Capriotti parla ancora di rifiuti. “Quest’anno sono diminuti i costi di conferimento dei rifuti indifferenziati ma non la Tari, perché?”.

ANTIMO DI FRANCESCO E LA QUESTIONE SICUREZZA. “Nel nostro territorio c’è bisogno di più controllo, più forze di polizia. Sta all’Amministrazione fare un’azione tesa a ottenere miglioramenti in tal senso. Loro devono sollecitare la Prefettura, anche alla luce dei fatti criminosi accaduti di recente. Noi ci abbiamo provato ma abbiamo trovato chiusura e siamo stati costretti a convocare noi la commissione sicurezza. La sicurezza non è più un tema rinviabile”.

PARLA MARIA RITA MORGANTI. “Vogliono riprendersi la presidenza delle commissioni, è un progetto antidemocratico. Non ci vogliono far parlare. Spesso, quando abbiamo chiesto di convocare una commissione, ce l’hanno fatta sudare. E’ successo alla recente riunione con la Start ultimamente”. La presidente della commissione Affari Generali parla anche del regolamento sui contributi alle associazioni: “Sono passati due anni e ancora non vede la luce”.

DOMENICO PELLEI (UDC) SULL’AUMENTO DELLE TASSE SUL TURISMO: “Riprenderò i verbali dei consigli comunali dell’epoca Gaspari e vediamo cosa diceva Piunti sull’aumento delle tasse. Non hanno visione sul turismo e stanno penalizzando l’intero settore”.


Copyright © 2019 Riviera Oggi, riproduzione riservata.