SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Un raid fulmineo, durato poco più di un’ora, quello eseguito alle prime ore del 7 marzo in Riviera.

Una serie di furti a Porto d’Ascoli con attività commerciali di via Mare prese di mira insieme al centro sportivo Eleonora e Mondo Gomme. A cadere nella rete dei criminali anche la profumeria Kristal, il negozio d’abbigliamento More e il ristorante-pizzeria Rondò. Tentati furti, non avvenuti, per altri due locali vicino via Mare e uno chalet.

Qui l’articolo

FOTO Furti e vetri infranti nella notte a Porto d’Ascoli: molte attività nel mirino

In alcuni casi spaccate vetrate, con un piccone e un’ascia, e in pochi secondi via i registratori di cassa e altro.

Resti di registratori di casa sono stati rinvenuti nella vicina spiaggia a poca distanza da via Mare, sul lungomare di Porto d’Ascoli.

Circa 10 mila euro, tra danni e profumi rubati, per la Profumeria Kristal ma non è escluso che la cifra possa salire nelle prossime ore. Per il negozio More stima ancora in corso ma i danni sono ingenti. Al ristorante-pizzeria Rondò è stato rubato un computer ma il registratore di cassa, nonostante comunque il tentativo, è rimasto al suo posto ma restano i segni dell’effrazione.

Qui l’articolo

10 mila euro tra danni e profumi rubati da Krystal, anche il Rondò vittima dei ladri

I carabinieri proseguono nelle indagini per risalire ai responsabili, una banda composta da più di tre persone molto probabilmente, e si stanno vagliando le immagini delle (poche) telecamere presenti in zona per individuare la possibile direzione di fuga tracciata dai malviventi.

Riviera Oggi ha sentito titolari e dipendenti di queste tre strutture.

“Rispetto al furto precedente diciamo che è andata meglio – ci riferiscono, ovviamente ironicamente, dal Kristal – l’altra volta furono rubati numerosi profumi di alto pregio e valore mentre in questo caso hanno fatto in tempo solo a prenderne diversi oltre al registratore di cassa. Non era comunque facile dato l’allarme nebbiogeno, scattato immediatamente. Non è piacevole subire una nuova visita da parte dei ladri, di notte qui c’è pochissima gente. Capisco che in estate l’affluenza è nettamente più alta ma vorremmo sentirci più sicuri ugualmente, anche in altre stagioni“.

“Da noi hanno fatto più danno che altro – affermano dal More – hanno portato via poca roba dal registratore ma le vetrate spaccate ci costeranno parecchio. Questa notte dobbiamo mettere una vigilanza privata davanti al negozio poiché le riparazioni sono ancora in corso. Dalle immagini delle telecamere abbiamo visto che sono entrati due omoni, con volto travisato, e in maniera molto rapida si sono diretti al registratore di cassa per poi scappare. Non va bene tutto ciò, percepiamo uno stato di abbandono, ci sentiamo abbandonati a noi stessi. Speriamo che prenderanno i responsabili ma auspichiamo ancora di più la loro permanenza in carcere poi”.

“Fortunatamente, per modo di dire, da noi hanno rubato solo un computer – dichiarano dal Rondò – hanno provato a portare via il registratore di cassa ma non sono riusciti nell’intento. Resta, però, il danno causato dall’effrazione. Di notte qui passa, a quanto pare, solo una pattuglia a monitorare la zona. A mio parere è troppo poco. E’ vero che rispetto all’estate c’è meno gente in questa area ma sono comunque presenti molte attività commerciali che dovrebbero essere tutelate meglio. Speriamo, quindi, in più controlli”.


Copyright © 2019 Riviera Oggi, riproduzione riservata.