MONTEPRANDONE – Provare per essere pronti. Lo scorso 23 novembre è partito il progetto didattico 2018-2019 della Federvol, per far conoscere a bambini e ragazzi delle scuole di Centobuchi e Monteprandone il piano di emergenza comunale. Tale progetto ha portato in aula professionisti e volontari che hanno illustrato a circa 1200 alunni e al personale scolastico le buone pratiche di Protezione Civile in caso di situazioni di emergenza.

A conclusione di questo percorso formativo, sabato 9 marzo si terrà una esercitazione generale che, partendo dalle scuole di via Benedetto Croce e di Colle Gioioso, è volta ad illustrare agli studenti e a tutti i cittadini i punti di raccolta stabiliti dal piano di emergenza comunale.

A proposito dei risultati raggiunti nel corso delle lezioni rivolte agli alunni della scuola primaria e secondaria, interviene la maestra Daniela Verzilli, referente della scuola: “È stato un percorso molto gradito e stimolante. Dai questionari che sono stati sottoposti nelle classi per avere un resoconto sul grado di apprendimento, sembra i ragazzi abbiano imparato molte cose che ignoravano. È stata acquisita la consapevolezza che esiste una comunità e delle persone che lavorano per la nostra sicurezza”.

“Colgo la valenza educativa e formativa del progetto – aggiunge l’assessore alle Politiche Educative Daniela Morelli – Nei bambini si è sviluppato un senso di emergenza e solidarietà”.

Sulle modalità di svolgimento dell’esercitazione prevista per il 9 marzo, in cui verranno messi in pratica gli insegnamenti di questi mesi, il presidente della Federvol Giordano Malaspina spiega: “Inizieremo alle 7.30 ad allestire Parco della Conoscenza. Si terrà una simulazione di terremoto, una di incendio e una di alluvione. Una colonna mobile illustrerà il percorso tra le varie tappe previste nei casi di emergenza. Circa 80 sono le persone mobilitate. Nel pomeriggio, con una colonna attrezzata faremo vedere i vari punti di raccolta a tutti i cittadini”.

“Il progetto si è sviluppato partendo dall’esperienza acquisita in area di sisma- aggiunge Tonino Marinucci, vicecoordinatore Federvol – Quindi abbiamo pensato di darci da fare in modo da imparare dagli errori che sono stati fatti e di tenerne conto nel piano di emergenza comunale”.

Ecco il programma dettagliato:

  • ore 7.30: ammassamento volontari presso Parco della Conoscenza per registrazione e coordinamento operazioni;
  • ore 8: apertura Coc (centro operativo comunale) Comune di Monteprandone;
  • ore 8.45: partenza volontari: una colonna mobile raggiungerà la scuola secondaria in via Colle Gioioso e una squadra raggiungerà la scuola primaria in via Benedetto Croce;
  • ore 9: arrivo della colonna mobile e della squadra nelle rispettive scuole;
  • ore 9.10/9.30: prova di evacuazione nelle due scuole;
  • ore 9.50: movimentazione della scuola Colle Gioioso verso il punto di raccolta di fronte al Palasport, movimentazione della scuola di via Benedetto Croce verso Parco della Conoscenza;
  • ore 10: inizio percorso guidato nelle varie tappe di emergenza;
  • ore 12: rientro alunni nella scuola;
  • ore 13: rientro presso Parco della Conoscenza;
  • dalle ore 13 alle ore 14.15: pausa ristoro volontari presso Parco della Conoscenza;
  • ore 14.15: coordinamento operazioni aree di primo soccorso;
  • ore 14.45: partenza colonna per Piastra Polivalente;
  • ore 15.30: partenza colonna da Piastra Polivalente per parcheggio Chiesa Regina Pacis;
  • ore 16.30: partenza da parcheggio Chiesa Regina Pacis per parco giochi via Giacomo Leopardi;
  • ore 17.45: partenza dal parco giochi per Piazza dell’Unità;
  • ore 19: rientro colonna mobile presso Parco della Conoscenza;
  • ore 19.30: registrazione volontari per fine servizio;
  • ore 20: chiusura Coc Comune di Monteprandone.

Il comandante della Polizia Locale, Eugenio Vendrame, avverte la cittadinanza in merito alla possibilità di eventuali disagi in tema di viabilità e parcheggi: “La Federvol ha organizzato molto bene l’evento. Speriamo che vada tutto per il meglio perché è fondamentale dare una idea di funzionalità nel caso in cui questi eventi vengano a verificarsi. La Polizia Locale sarà presente con le proprie forze. Abbiamo previsto una serie di ordinanze che daranno un minimo di disagio perché le zone antistanti la scuola devono essere libere dalle macchine, quindi consiglio di evitare di parcheggiarle già dalla sera prima. La viabilità rimarrà invariata in Viale dei Tigli”.

Le conclusioni giungono dal sindaco Stefano Stracci: “Sono passati dieci anni della mia amministrazione e forse questa è l’ultima conferenza stampa con la Protezione Civile. Sono stati anni proficui perché la Federvol è cresciuta in termini di qualità e impegno. È cresciuto anche il comune grazie a delle criticità affrontate con diligenza e professionalità. Ricordiamo l’emergenza terremoto e l’emergenza neve del 2012, nella quale siamo intervenuti a supporto delle famiglie isolate o per il ripristino dell’elettricità. Le attività sono state svolte dai volontari in maniera impeccabile. Per tanti anni, inoltre, abbiamo avuto allagamenti continui per via delle piogge. Nel frattempo sono stati fatti interventi in tal senso, per mitigare le difficoltà che i cittadini hanno dovuto patire. Grazie a queste emergenze il sistema è migliorato e lo ha fatto percepire ai cittadini come un sistema sicuro. Questa può essere una spunta sul programma che era da realizzare e dopo dieci anni è stata realizzata”.

 

 


Copyright © 2019 Riviera Oggi, riproduzione riservata.