Si ringrazia della collaborazione Andrea Cardinali

SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Non abbiamo fatto in tempo a scriverlo, che subito il nostro pensiero forse un po’ malevolo ha trovato conferma. Commentando la nuova fermata del Frecciabianca in partenza da Milano, avevamo scritto: “Occorrerà poi capire meglio se questa nuova fermata servirà a coprire altre tratte a rischio eliminazione“.

Nuova fermata di un Frecciabianca a San Benedetto: parte da Milano alle 7.35 arriva in Riviera alle 12.13

Detto, fatto.

Nell’aggiornamento del quadro orario della stazione di Ancona è scomparsa la fermata a San Benedetto del Frecciarossa 9883 in partenza da Milano alle 9.35 e arrivo a Lecce alle 17.52.

Eppure l’introduzione della nuova fermata, a partire dal 31 marzo, aveva generato molto entusiasmo, anche se a discapito del nuovo Frecciarossa il Piceno doveva scontare la cancellazione di un Frecciabianca, come scrivevamo di seguito.

San Benedetto conquista un Frecciarossa. Ma perde un Frecciabianca

Un treno annunciato a partire dal 31 marzo 2019 e mai arrivato, verrebbe da dire ironicamente, considerando il cambiamento in atto.

Una flebile speranza arriva da pagine internet forse non ancora aggiornate o cancellate, come il Pdf che segnala le partenze da Ancona e che ancora cita San Benedetto tra le fermate del Frecciarossa (Orario partenze stazione di Ancona 9 dicembre 2018 – 9 giugno 2019).

Mentre nel quadro orario delle partenze da San Benedetto il Frecciarossa è ancora segnalato ma, come potete vedere di seguito, a differenza delle altre tratte non indica alcuna ulteriore fermata, segno di una possibile cancellazione.

L'immagine può contenere: testo

Insomma, in questi ultimi giorni e in queste ultime ore Trenitalia, dopo che a dicembre ha indicato una nuova fermata di Frecciarossa a San Benedetto a discapito di una fermata di un Frecciabianca, ha adesso reinserito nuovamente una fermata di un Frecciabianca e si appresta ad eliminare l’annunciato Frecciarossa (mai visto quindi fermare a quell’ora a San Benedetto).

Decisioni che potrebbero lasciare uno spazio di pressione su Trenitalia, considerando la facilità con la quale vengono prese certe decisioni e il fatto che la scelta presa potrebbe non essere ancora definitiva o ufficiale. Nel dubbio residuo, la diffondiamo affinché le forze politiche e i rappresentanti del Piceno possano intervenire il prima possibile.


Copyright © 2019 Riviera Oggi, riproduzione riservata.