GROTTAMMARE – Appuntamento con il vero teatro, quello frutto di ricerca e passione. Domenica 24 febbraio alle ore 17 l’Ospitale delle Associazioni, posto nel centro storico di Grottammare, ospita “Amleto non si farà”, un altro grande lavoro di squadra di Vincenzo Di Bonaventura e il gruppo Aoidos per la stagione teatrale 2018-2019 di “Officina Teatrale” nell’ambito della 24a stagione culturale dell’Associazione Blow Up intitolata “Labirinti familiari”.

Amleto non si farà” è una riscrittura scenica di e con Vincenzo Di Bonaventura, liberamente tratto da Jean Anouilh, Luigi Pirandello, William Shakespeare. L’opera traccia, per linee convesse, il desiderio da parte del protagonista, attore e regista, di realizzare un sogno da tempo custodito nel cuore, quello di rappresentare l’Amleto. Se Amleto è nel dubbio, la vita del nostro protagonista è tormentata dal sospetto del dubbio e come succede spesso, la vita invade il teatro e il teatro, cosparso da tanta animosità, non può che verificare i propri limiti, quasi a spezzarsi; eppure, nel contempo, avido come la vita, si appropria di tutto, anche della rinuncia e del fallimento.

Uno spaccato straordinario di teatro nel teatro, già rappresentato dal Teatrlaboratorium Aikot 27 oltre 20 anni fa in occasione della prima edizione dei “Teatri Invisibili” a San Benedetto del Tronto e ora riproposto in una nuova versione “solista” ma comunque polifonica, evocando una vera e propria “radiofonia teatrale”. Un altro evento teatrale della stagione alternativa di Blow Up e Officina Teatrale assolutamente da non mancare.

L’ingresso allo spettacolo prevede un biglietto di 10 euro e la sottoscrizione della tessera-abbonamento alla Federazione Italiana Cineforum 2018-2019, rilasciata dall’Assocazione Blow Up al costo di 10 euro, che può essere sottoscritta rapidamente all’ingresso. La tessera F.I.C. consentirà poi di partecipare gratuitamente a molte iniziative del ricco calendario della rassegna.


Copyright © 2019 Riviera Oggi, riproduzione riservata.