SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Un mezzo per sostenere la cultura e ottenere sgravi fiscali. È Art Bonus, uno strumento che lo Stato italiano ha introdotto già nel 2014 e al quale il Comune di San Benedetto ha dato il via con la delibera approvata stamane. Si tratta di un un credito d’imposta per le erogazioni liberali in denaro a sostegno della cultura e dello spettacolo. In sostanza, chi decide di effettuare erogazioni liberali in denaro per il sostegno della cultura, secondo le regole previste dalla legge, gode di importanti benefici fiscali sotto forma di credito di imposta pari al 65% dell’erogazione liberale da ripartire in 3 quote annuali di pari importo.

Apre la conferenza di presentazione dell’Art Bonus il sindaco Pasqualino Piunti: “Con l’Art Bonus, il comune si rivolge a dei potenziali mecenati della nostra città individuando delle aree o dei siti dove poter intervenire. Art Bonus dà la possibilità di lasciare qualcosa di buono alla città, con la possibilità di poter avere degli sgravi fiscali fino al 65%. Non escludiamo la possibilità che possano essere rilasciate delle targhe ricordo che testimoniano la donazione che un cittadino o un’impresa per favorire la crescita culturale della città. Noi, sin dal nostro insediamento, abbiamo sempre puntato molto sulla cultura cercando di non perseguire situazioni di nicchia, rivolgendoci in modo diversificato a tutta la città. Dopo quasi tre anni, questo atteggiamento ci sta ripagando: abbiamo visto un coinvolgimento sempre maggiore da parte delle associazioni e dei cittadini. Art Bonus è un’ulteriore apertura per fare in modo che sia una collaborazione sempre più stringente, di grande rilevanza economica e una testimonianza che rimarrà negli anni nei nostri siti storici.

“Con l’Art Bonus si parla di mecenatismo culturale – interviene l’assessore alla cultura, Annalisa Ruggieri – Il mecenatismo è similare alla sponsorizzazione ma in questo caso, invece che pubblicizzare il proprio marchio, lo scopo dell’impresa è quello di lasciare qualcosa a San Benedetto, ottenendo un benessere personale. Non a caso lo slogan è “Per il tuo bene cura la cultura”. Nei prossimi tempi organizzeremo un incontro con commercialisti ed imprese per far in modo che si capisca bene che è uno strumento utile per la città ma anche interessante per chi ha voglia di curare il nostro patrimonio culturale. Siamo tutti artefici della tutela culturale della nostra città, sia noi dell’amministrazione ma soprattutto i cittadini, perché un’amministrazione passa ma la città resta”.

Valerio Pignotti, consigliere capogruppo di Forza Italia, aggiunge: “Questa è una opportunità che dà un valore aggiunto alla città. Molti imprenditori ci chiedono di mettersi a disposizione dell’amministrazione e della città. Questo è uno strumento che viene dato loro per valorizzare la città. Sono stati presi i punti di riferimento della città, come il palazzo storico Bice Piacentini e la biblioteca Giuseppe Lesca, una delle più vissute nella Marche da moltissimi giovani”.

Il Comune di San Benedetto del Tronto ha individuato, con delibera di Giunta, i beni e gli interventi che possono essere oggetto di erogazioni nell’ambito dell’Art Bonus:

  • Sostituzione infissi della Palazzina Azzurra: 57.090 euro
  • Sostituzione infissi con porta girevole della Palazzina Azzura: 90.090 euro
  • Solo porta girevole della Palazzina Azzurra: 33 mila euro
  • Sostituzione persiane di Palazzo Piacentini: 10.426 euro
  • Restauro di documenti e quadri di Palazzo Piacentini: valore compreso tra 100 e 2 mila euro
  • Cinque postazioni informatiche per gli utenti della Biblioteca: 2.250 euro
  • Incremento bibliografico della Biblioteca Comunale: 5 mila euro annui
  • Nuove sedute per gli utenti della Biblioteca: 5.200 euro
  • Acquisto di vari strumenti e di strumentazione elettronica per l’Istitutuzione musicale “Antonio Vivaldi”: valore compreso tra 89 e 29.900 euro
  • Postazione multimediale illustrativa del nuovo percorso espositivo nel Museo Ittico “Capriotti” – 1 totem multi touch: 13.500 euro

Si tratta di un elenco non definitivo: l’amministrazione comunale si riserva la possibilità di modificarlo o integrarlo con nuovi interventi, anche alla luce delle risposte che arriveranno. Per sostenere e promuovere l’iniziativa, sarà predisposta dall’amministrazione una campagna informativa con manifesti murali e pieghevoli illustrativi e promuoverà un incontro pubblico di presentazione.

Per ulteriori informazioni, è possibile visitare l’apposita sezione creata sul sito istituzionale www.comunesbt.it. Inoltre, è possibile rivolgersi a Servizio Cultura e Turismo – e mail: cultura@comunesbt.it – tel. 0735794595.


Copyright © 2019 Riviera Oggi, riproduzione riservata.