PORTO SANT’ELPIDIO – Era la sera della vigilia di Natale 2018 quando una Volante della Questura interveniva presso il “Bar Coco” di Porto Sant’Elpidio dove un giovane, a volto scoperto, era entrato con la scusa di cambiare una banconota da 20 euro in due da 10.

La barista stava consegnandogli il denaro, ma improvvisamente il giovane si era portato sul retro del bancone ed avvicinandosi alla cassa, stava forzando il cassetto per aprirlo.

La barista cercava di impedirglielo, ma lui la malmenava, sopraffacendola, riuscendo a rubare l’incasso.

La donna cercava di fermarlo, ma lui fuggì continuando a percuotere la donna che cercava di trattenerlo per il giubbino, guadagnando l’uscita e fuggendo col bottino di circa 200 euro in banconote di vario taglio.

La donna intanto si portava al pronto soccorso dove veniva medicata ad una mano.

Le immediate indagini della Questura non trascuravano la descrizione somatica del rapinatore, incastrandolo e riconoscendolo anche dalla visione delle immagini delle telecamere di sorveglianza cittadina che lo avevano ripreso anche a bordo della sua auto.

Disposti i domiciliari per il responsabile, lo stesso che rubò un mese dopo una borsa alla comunità di Capodarco ai danni di una volontaria.


Copyright © 2019 Riviera Oggi, riproduzione riservata.